ENERGIE CHE PROVOCANO IL CAMBIAMENTO. A Faenza un importante convegno nazionale

Ci piace affrontare questi temi con passione ed entusiasmo, e quindi con il cuore, perché abbiamo la fortuna di occuparci di un settore affascinante ed interessante come quello dell'energia.

12/ott/2006 16.49.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Si coglie inoltre l'occasione per invitare la S.V. a partecipare all'interessante convegno. Seguirà buffet.
Per accreditarsi potete contattarmi come meglio credete.
Le sarà inoltre riservato un omaggio in ceramica realizzato appositamente per l'occasione da Mirta Morigi.
Cordialità
 
Pierluigi Papi
Via della Costituzione 1/d
48012 Bagnacavallo (Ra)
Tel. 0545 61141 - 338 3648766
fax automatico 02700414712
ppapi@racine.ra.it  pep@agenziastampa.ra.it
skype: pierluigi.papi
 
 

ENERGIE CHE PROVOCANO IL CAMBIAMENTO

A Faenza un importante convegno nazionale

 

Mercoledì 25 ottobre la città di Faenza diventerà per un giorno la capitale italiana dell’energia “intelligente”. In tale data, infatti, nella splendida cornice del Teatro Comunale “A. Masini”, dalle ore 10 alle ore 13 prenderà vita il convegno nazionaleEnergie che provocano il cambiamento. Può l’energia prodotta col cuore generare un nuovo sistema competitivo?”. Ideatrice e promotrice di questo interessante appuntamento è la Caroli Giovanni Energy Service Company, azienda leader nel campo della gestione di impianti termici condominiali in Servizio Energia, che nella città manfreda ha la propria sede storica.

La visione imprenditoriale della Caroli è da sempre orientata verso una gestione dell’energia attenta all’efficienza e rispettosa dell’ambiente. Un’azienda, quindi, consapevole della propria funzione sociale; questo convegno rientra infatti in un più ampio progetto che coinvolge in maniera continuativa anche scuole e studenti di diversi capoluoghi italiani.

Al convegno faentino interverranno autorevoli relatori in rappresentanza di Istituzioni, Associazioni e protagonisti del mercato dell’energia, i quali si confronteranno in una tavola rotonda: Maurizio Pallante, fondatore del Comitato per l’Uso Razionale dell’Energia; Marcella Pavan per l’AEEG (Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas); Francesco Burrelli, Presidente ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari) per le Regioni Piemonte e Valle d’Aosta; Franco Marinelli, Presidente INBAR (Istituto Nazionale di Bioarchitettura). Apriranno la giornata gli interventi di Luciano Caroli, Amministratore Delegato Caroli Giovanni E.S.Co., e di Claudio Casadio, Sindaco di Faenza.

 

 

Il perché del convegno faentino è spiegato proprio dallo stesso Luciano Caroli: «In un momento nel quale i temi dell’energia e dell’ambiente sono sotto i riflettori e oggetto di approcci parziali e speculativi, dove c’è molta ridondanza di comunicazioni e di promesse, sentiamo l’esigenza e il dovere di affrontare questi aspetti a 360°,  per poi convergere sul “chi fa cosa” in modo diretto e concreto. Ci piace affrontare questi temi con passione ed entusiasmo, e quindi con il cuore, perché abbiamo la fortuna di occuparci di un settore affascinante ed interessante come quello dell’energia. In più abbiamo dei valori che ci guidano e ci stimolano a dare il nostro contributo come azienda e come uomini».

Attraverso il dialogo, il confronto, la sensibilizzazione e l’informazione è importante creare e indurre stili di vita compatibili con l’ambiente e sostenibili nel tempo per la società. La ricerca dell’efficienza è quindi oggi un imperativo in tutte la applicazioni dell’energia che impattano sull’ambiente.

Oltre ai preziosi contributi dei relatori, il convegno offrirà esperienze e testimonianze dirette, con l’obiettivo di presentare lo stato legislativo, tecnologico e gestionale dell’energia in ambito residenziale e comunitario sul territorio nazionale, indicando anche quali sono le strade percorribili concretamente per raggiungere risultati e conciliare così le diverse esigenze ambientali, sociali ed economiche.

Conclude Caroli: «Oggi essere responsabili socialmente è un dovere; poter contribuire ad un miglioramento è un orgoglio; ma per aspirare ad avere questo privilegio è necessario impegnarsi con continuità ed efficacia nello sviluppo della propria attività lavorativa così come nella vita di tutti i giorni».

 

Il convegno è aperto al pubblico e la partecipazione gratuita.

 

Per informazioni e registrazioni: www.caroligiovanni.it/convegno2006 - Numero Verde 800013129

Ufficio stampa per ph5: P&P di Pierluigi Papi tel. 0545 61141 pep@agenziastampa.ra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl