Fattoria Di Vaira, quando il turismo diventa "slow"

30/giu/2014 18.11.01 Koiné comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A Petacciato (Molise) vacanze biodinamiche per tutta la famiglia al ritmo della vita rurale, con due opportunità uniche per "rallentare": un corso sul significato simbolico della fiaba (in luglio) e uno sugli aspetti interiori e terapeutici del camminare (in settembre).

 

 

Le vacanze “slow” sono scelte da un sempre maggior numero di persone: agriturismi dove avvicinarsi al mondo agricolo, vacanze in bicicletta, a piedi o in treno. Attività “lente”, che aiutano a  fermarsi e - perché no? - a guardarsi dentro: vere pause rigeneranti, che son scelte da un numero sempre maggiore di persone. 

Lo dicono i numeri ma lo testimoniano anche esperienze come quella dell’agriturismo della Fattoria biodinamica Di Vaira a Petacciato, sulle colline molisane: in un panorama mozzafiato, a pochissimi chilometri dal mare “Bandiera blu” di Marina di Petacciato, è possibile infatti rigenerarsi in un contesto che armoniosamente coniuga allevamento di mucche e capre (con relativa produzione di gustosi formaggi) con le coltivazioni di viti, ulivi, pomodori, ortaggi, foraggi. Un’armonia nella quale l’uomo si pone come colui che è chiamato a custodire ciò che la terra offre, valorizzandola e mantenendola feconda secondo i principi antroposofici di Rudolf Steiner.

In questi mesi estivi la Fattoria propone più di una iniziativa per un turismo davvero “slow”: dal 18 al 22 luglio è previsto un interessante viaggio interiore attraverso il mondo incantato e simbolico della Fiaba. Un percorso per adulti, attraverso la tecnica della pittura ad acquarello e un laboratorio artistico sulla profonda azione formativa e risanatrice della fiaba. Sono previsti cinque incontri, la mattina, guidati da Patrizia Pantano e Michelle Prada, maestre alla scuola “Novalis” e all’asilo Steiner-Waldor di Conegliano (Treviso). E finché i grandi esplorano questo mondo ricco di simbologie, i bambini possono giocare e partecipare alla vita in fattoria.

 Dal 19 al 21 settembre, invece, alla Di Vaira sarà possibile partecipare al seminario di approfondimento sugli aspetti interiori, spirituali e terapeutici del camminare, provando alcuni esercizi di camminate dell’attenzione, camminate consapevoli, meditazioni camminate. Il corso sarà tenuto da Luca Gianotti, autore del libro L'arte del camminare e di Parole in cammino, nonché co-fondatore della Compagnia dei Cammini.

 Una vacanza alla Fattoria Di Vaira permette di sperimentare la semplicità di vivere in un ambiente realmente rurale, scoprendo la bellezza di una regine poco battuta del turismo di massa, al di fuori dei soliti percorsi turistici. Il costo per una notte e prima colazione in camera doppia varia fra i 30 e i 35 euro e un pasto (cucina vegetariana con prodotti aziendali e pane, dolci e yogurt fatti in casa) fra i 15 e i 25 euro. La Fattoria è un ottimo punto di partenza sia per giornate al mare, che per esplorare i dintorni (la vicina riserva naturale di Punta Aderci, le isole Tremiti, o le cittadine di Termoli e Vasto, o ancora il borgo antico di Larino). 

Info: www.fattoriadivaira.it

 

La Fattoria biodinamica Di Vaira

Sorge a Petacciato (provincia di Campobasso), a cavallo fra le colline e il mare e questo rende il suo microclima unico. E’ un progetto che EcorNaturaSì (principale distributore di prodotti biologici e naturali nei negozi specializzati e proprietario dei marchi NaturaSì, Ecor e Cuorebio) condivide dal 2007 con alcuni negozianti, fornitori, dipendenti, Banca Etica e semplici cittadini.

Si estende su 500 ettari di vigneti, oliveti, cereali, foraggi e ortaggi, a pochi chilometri dal mare.

Vi si pratica l’agricoltura biodinamica, sulla base degli insegnamenti antroposofici di Rudolf Steiner: lazienda agricola è considerata un vero e proprio organismo vivente, nel quale la produzione vegetale crea un circuito di autosostenibilità con lallevamento di mucche e capre. Soprattutto, alla Di Vaira è fortissimo il legame con la terra e l’impegno alla ricostituzione della sua fertilità attraverso le tecniche di coltivazione biodinamiche. Qui si allevano mucche, capre e api e si coltivano ulivi, ortaggi e viti.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl