Il Bagno Piero di Forte dei Marmi

14/lug/2014 16:05:20 CaseVersilia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


 

Chissà se Sebastiano e Siria si saranno mai immaginati il successo che avrebbe avuto quel tratto di spiaggia preso in concessione nel 1933.
Per ovvie questioni anagrafiche non ho avuto la fortuna ed il piacere di conoscerli, ma mia nonna Wanda Capitani, fortemarmina doc e famosa per non regalare complimenti gratuiti, me ne ha sempre parlato esageratamente bene. Sottolineo la parola “esageratamente”.
Il Bagno Piero con il tempo è diventato una vera istituzione ed un vanto per Forte dei Marmi e la Versilia intera, suffragando ulteriormente la mia idea che quando dietro un’attività ci sono serietà, competenza e rispetto per la clientela, la crisi economica così tanto pubblicizzata dai mass media può tranquillamente andare a quel paese.

Potrebbe interessarti anche: Gli hotel di Forte dei Marmi.

In questo articolo non voglio parlare del Bagno Piero per fargli pubblicità, non ha certo bisogno un articoletto come questo, anzi, spero che non intacchi la sua reputazione ;-) .
Quello su cui voglio soffermarmi sono i valori che la proprietà porta avanti da sempre, che dovrebbero essere un vademecum per ogni nuova attività.
 

Immaginate di essere i proprietari di questo stabilimento balneare. Ogni estate le vostre tende sono meta dei personaggi più importanti del mondo della televisione e dello sport italiano. Non faccio nomi, ma possono essere tranquillamente reperiti su Google.
Che cosa faremmo noi per pubblicizzare il nostro bagno? Beh, personalmente scatterei miliardi di fotografie insieme a VIP da postare sui social network e tappezzerei il mio sito di slogan del tipo “La spiaggia più amata dai VIP!” oppure “NOTA PERSONALITÀ ha detto che ama il Bagno Piero!”. Che diamine, tutti quanti lo farebbero.



Sapete, vivendo in Versilia da sempre, ho visto aprire un sacco di nuovi stabilimenti balneari. Bagni bellissimi e ultramoderni, con tanto di piscine attrezzate e servizi vari. Tutto perfetto. Ciononostante, pochissimi avranno un successo. Il perché è semplice.
Aprite il sito ufficiale www.BagnoPiero.it e cercate una sola traccia di foto con vip oppure di slogan come quelli inventati poco fa. Niente di tutto questo. Cosa che sistematicamente avviene nei nuovi bagni, talvolta truccando le foto con PhotoShop.
La scelta vincente di puntare sulla tradizione e sulla qualità dei servizi piuttosto che solo sulla bellezza dell’ambiente o sui personaggi che lo frequentano, ha pagato e paga tutt’ora. La bellezza e i personaggi alla fine passano, i veri valori rimangono per sempre.

Vedete, è vero che molte volte la semplicità e la correttezza pagano. Passando dal lungomare non vedrete luci stroboscopiche o fuochi d’artificio di fronte al bagno, ma una semplice insegna (che prego la proprietà di non cambiare MAI perché è un pezzo di storia del Forte).
Dal punto di vista puramente estetico, il bagno è una bellissima struttura balneare curata nei minimi particolari, nella quale potrete anche trovare la prima piscina costruita sul mare di Forte dei Marmi, nel 1974. Ma non è questo che fa la differenza. Ciò che davvero conta sono le caratteristiche del modus operandi dello staff del Bagno Piero:
a) – tradizione (parola che andrebbe stampata a caratteri cubitali sulla fronte di chiunque voglia aprire una nuova attività in Versilia);
b) – qualità dei servizi di comfort;
c) – ricerca costante di un miglioramento aziendale e personale;
d) – sicurezza e rispetto per l’ambiente;
e) – staff scelto accuratamente e che ha sposato in pieno tutti questi punti inderogabili.

C’è chi dice che sia un posto esclusivo e riservato solo a chi ha i soldi. Totalmente falso: il target del bagno sono famiglie con bambini; le famiglie si preoccupano giustamente della sicurezza dei loro figli e in questo bagno ci sono circa 18 assistenti bagnanti che, fra mare e piscina, garantiscono al massimo la sicurezza dei bambini e adulti. Sul discorso del prezzo è logico che esso è dovuto alla quantità e alla qualità dei servizi che si ricevono. Sicuramente i clienti del bagno vogliono ricevere molti servizi, ma il mercato dimostra che rispetto alla quantità e qualità dei servizi, il bagno Piero è molto competitivo rispetto alla concorrenza.

Riporto per intero uno stralcio di intervista che il proprietario attuale, Roberto Santini (nipote di Siria e Sebastiano citati all’inizio), ha rilasciato a maggio del 2014:
“Io ambisco ad essere il miglior bagnino d’Italia; quello che nel suo campo fa il miglior lavoro, per cui non diventerò mai ricco ma cercherò sempre di circondarmi di persone che ho piacere ad ospitare all’interno del mio stabilimento balneare. Io ritengo che tutti nel proprio lavoro debbano ambire a migliorare, a crescere, a diventare sempre di più. Come lo spazzino che pulisce una strada e che vuole che quella sia la strada più pulita, io cerco, nel mio tratto di spiaggia, di creare l’ambiente migliore.”.

Bisogna aggiungere altro?

Alessandro.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl