DAL MIC DI FAENZA È PARTITO IL PROGETTO EUROPEO SISTEMA CERAMICO ADRIATICO

18/gen/2007 11.00.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

DAL MIC DI FAENZA È PARTITO IL PROGETTO EUROPEO SISTEMA CERAMICO ADRIATICO

 

Dal 13 al 17 gennaio il Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza ha ospitato il primo incontro di avvio, cosiddetto in gergo sportivo “kick-off meeting”, del progetto europeo Sistema Ceramico Adriatico, finanziato dall’Unione Europea attraverso le linee INTERREG e CARDS nell’ambito del “Nuovo Programma di Prossimità Adriatico”.

 

All’incontro, primo di una serie che vedrà i prossimi appuntamenti a Venezia e a Tirana, hanno partecipato, sotto il coordinamento del MIC, partner responsabile del progetto, e della Provincia di Ravenna, circa trenta delegati dei dieci enti che appoggiano il progetto.

Con l’incontro di questi giorni i rappresentanti del Museo di Arti Applicate di Belgrado, del Museum of Arts & Crafts di Zagabria, dell’Accademia di Tirana, delle Università di Venezia e Ferrara, del MAR di Ravenna, dell’Istituto Beni Culturali di Bologna e della Soprintendenza di Bologna hanno avviato i lavori che porteranno, nel corso di 18 mesi, alla realizzazione di concreti e significativi risultati.

 

Attraverso ricerche comuni e scambi di esperienze verranno infatti realizzati archivi e cataloghi condivisi dei patrimoni dalle diverse aree: verranno censite ed accorpate in data base fruibili le collezioni relative all’intera area adriatica di ceramiche museali, di ceramiche esposte all’aperto, di elementi architettonici, di patrimoni librari afferenti le discipline ceramiche.

Verranno inoltre realizzate iniziative congiunte nel campo del restauro e della gestione manageriale nel settore dei beni culturali, fino alla realizzazione finale di una mostra itinerante che, nel corso dei primi sei mesi del 2008, presenterà i risultati ottenuti in un cerchio ideale attorno all’adriatico, che prenderà il via dal Museo di Grottaglie, proseguirà a Belgrado e Zagabria per concludersi a Faenza.

 

Il progetto riveste una particolare importanza in quanto consente di attivare una linea di rapporti con realtà straniere finora non frequentate ed in larga parte parzialmente conosciute, dall’Italia e dai paesi Europei occidentali.

Serbia e Croazia hanno avuto rispettivamente secolari tradizioni di cultura con stretti collegamenti tra mitteleuropa e mondo carpatico ed adriatico, appartenendo nel tempo a realtà politiche diverse, mentre le loro capitali sono sempre state veicolo ed asse di formazione patrimoniale e artistica di grande significato.

Belgrado, che annovera una serie di musei dedicati alle Belle Arti, partecipa a questo progetto con il Museo di Arti Applicate che, seppure fondato nel 1950, a ridosso quindi della unificazione della ex Jugoslavia, consta di ben 11 dipartimenti tra i quali quello dedicato alle porcellane, ceramiche e vetri, spaziando dall’antichità classica al XX Secolo con particolare riguardo alle collezioni di maioliche italiane ed ai vetri viennesi della Secession.

Particolarmente ricco di materiali provenienti da antiche raccolte anche private è il Museo di “Arts & Crafts” di Zagabria, che già nella denominazione richiama il modello inglese del Victorian and Albert Museum. Può essere, infatti, ravvisato quale “museo del costume” e della storia della città e della nazione, oltre che luogo della conservazione di raccolte specifiche.

 

Entrambe queste realtà hanno già negli ultimi anni affrontato collaborazioni e sono comparsi sulla scena europea: affrontano oggi un impegno particolare con il MIC per puntualizzare e fare conoscere i loro fondi artistici ceramici con l’obiettivo di entrare in un circuito più complessivo sulle discipline ceramiche.

 

                                                                Ufficio stampa MIC

Pierluigi Papi tel. 338 3648766 e-mail: papi@coopaleph.it

Tatiana Tomasetta tel. 338 9179905 e-mail: tomasetta@coopaleph.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl