Al MIC ultimi giorni per la mostra delle preziose maioliche del Petit Palais di Parigi

Al MIC ultimi giorni per la mostra delle preziose maioliche del Petit Palais di Parigi Al MIC ultimi giorni per la mostra delle preziose maioliche del Petit Palais di Parigi Fino al 25 febbraio al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza è possibile visitare l'importante mostra Forme e diverse pitture della maiolica italiana.

08/feb/2007 12.49.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Al MIC ultimi giorni per la mostra delle preziose maioliche del Petit Palais di Parigi

 

Fino al 25 febbraio al Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza è possibile visitare l’importante mostra Forme e diverse pitture della maiolica italiana. La collezione delle maioliche del Museo del Petit Palais di Parigi.

In esposizione ben 102 preziose maioliche provenienti dal museo francese, suddivise in forme e tematiche, a creare un itinerario che vede come protagonista assoluto il miglior collezionismo francese della fine dell’Ottocento e dei primi del Novecento.

Il percorso inizia seguendo il profilo dei “diversi luoghi” della maiolica italiana, esaminati soprattutto attraverso le fonti storiografiche e la topografia più attestata, che vede nel Cinquecento il ruolo centrale dei centri marchigiani, specie Urbino, con il genere “istoriato”. Il genere “istoriato” apre anche la sequenza delle tematiche, con opere che mostrano un affascinante intreccio figurativo, che attinge dapprima alle bozze di Raffaele, cioè alle stampe raffaellesche, e poi via via attraverso il Manierismo sino alle carte dei Fiamminghi.

Seguono le cosiddette “belle donne, con ritratti idealizzati di donne celebri e di donne sconosciute, ad ornamento del vasellame d’amore che veniva commissionato come omaggio gentile alle spose. Il percorso prosegue poi con il tema relativo alle decorazioni, cioè alle diverse pitture, attinte dall’antichità classica: grottesche, raffaellesche, quartieri, trofei, ecc… illustrando ampiamente il repertorio ornamentale delle maioliche.

Un’ulteriore tematica è rappresentata dalle forme della maiolica, che nel Cinquecento trae ispirazione dai metalli preziosi e dai vasellami all’antica.

Infine si affronta il tema dei vasellami d’apparato, fastosi esempi con le armi delle più prestigiose famiglie italiane.

 

Orario apertura mostra: dal martedì al giovedì 9.30 - 13.30, dal venerdì alla domenica e festivi 9.30 - 17.30

 

 

 

 

 

Ufficio stampa Coop. Aleph:

Pierluigi Papi tel. 338 3648766 e-mail: papi@coopaleph.it

Tatiana Tomasetta tel. 338 9179905 e-mail: tomasetta@coopaleph.it



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl