PRN: CSA Group offre consulenza per le nuove Direttive ATEX

18/feb/2016 21.20.35 PR Newswire Turismo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CSA Group offre consulenza per le nuove Direttive ATEX

 
[2016-02-18]
 

DEESIDE, Galles, February 18, 2016 /PRNewswire/ --

CSA Group, fornitore leader globale di servizi di collaudo e certificazione e proprietaria di Sira Certification Service, l'Organismo Notificato per la Direttiva ATEX nel Regno Unito, mette a disposizione dei fabbricanti preziose conoscenze ed esperienza sui nuovi requisiti per ATEX che entrerà in vigore ad aprile 2016.

"La nuova direttiva ha scatenato della confusione e preoccupazioni nei fabbricanti di apparecchiature per atmosfere esplosive", ha dichiarato Ian Rippin, Amministratore Delegato per il Regno Unito, CSA Group. "CSA Group vanta decenni di esperienza nei collaudi e nella certificazione dei siti a rischio, ed è il partner indipendente leader per i laboratori di collaudo per ATEX e IECEx nel Regno Unito. Mettiamo a disposizione le nostre conoscenze e la nostra esperienza per aiutare i fabbricanti a comprendere i nuovi requisiti della UE".

CSA Group risponde a cinque delle domande che sono poste con maggiore frequenza sulla nuova direttiva:

  1. Quando si deve usare la nuova Direttiva?
    Sebbene la 2014/34/UE sia stata pubblicata, non entrerà in vigore fino al 20 aprile 2016.  
    Per gli organismi notificati questo significa che non sarà possibile emettere certificati che riportino la conformità con la nuova Direttiva prima del 20 aprile 2016.  
    Per i fabbricanti ciò significa che non potranno rilasciare Dichiarazioni di Conformità che indichino la conformità alla 2014/34/UE prima del 20 aprile 2016.  Tuttavia, le ultime informazioni dalla Commissione Europea specificano che i fabbricanti possono rilasciare Dichiarazioni di Conformità per i prodotti idonei riportando la conformità sia alla 94/9/CE che alla 2014/34/UE insieme alle rispettive date di applicazione.  Pertanto la dichiarazione può indicare la conformità con la 94/9/CE fino al 19 aprile 2016 compreso e dichiarare inoltre la conformità con la 2014/34/EU a partire dal 20 aprile 2016 compreso.
  2. Sarà necessario aggiornare il nostro certificato attuale entro il 20 aprile 2016 per poter continuare a vendere i prodotti esistenti successivamente a questa data?
    La n. 2014/34/UE contiene una clausola che afferma che i certificati rilasciati secondo la Direttiva 94/9/CE continueranno a essere validi con la nuova Direttiva.  Pertanto i certificati rilasciati in base alla 94/9/CE non devono essere aggiornati secondo la 2014/34/UE.  Al momento non ci sono limitazioni temporali associate.
  3. Sarà necessario apportare modifiche alla nostra Dichiarazione di Conformità per i prodotti che collochiamo sul mercato il 20 aprile 2016 e successivamente?
    Sì.  Poiché la 94/9/CE decade dopo il 19 aprile 2016, non è possibile dichiarare la conformità a tale Direttiva per i nuovi prodotti che saranno immessi nel mercato.  Pertanto, dopo questa data, la Dichiarazione di Conformità deve dichiarare la conformità alla 2014/34/UE.
    Tuttavia, la Commissione Europea consente che le Dichiarazioni di Conformità riportino sia la conformità alla 94/9/CE che alla 2014/34/UE insieme alla rispettive date di applicazione.  Pertanto la dichiarazione può indicare la Conformità alla 94/9/CE fino al 19 aprile 2016 compreso e indicare anche la conformità alla 2014/34/UE il 20 aprile 2016 e successivamente.
  4. Nella nuova Direttiva sono consentite variazioni ai certificati rilasciati sulla base della 94/9/CE?  
    Dopo che sarà entrata in vigore la nuova Direttiva il 20 aprile 2016, sarà possibile apportare variazioni ai certificati esistenti rilasciati sulla base della 94/9/CE senza cambiare il numero del certificato. L'Organismo Notificato rilascerà di nuovo il certificato, [ma il riferimento alla 94/9/CE sarà sostituito da 2014/34/UE e i certificati di Esame di tipo CE diventeranno certificati di Esame di tipo UE.
  5. Si può rilasciare un Certificato di Esame di tipo UE come se fosse un nuovo rilascio di un certificato esistente, inoltre è necessario cambiare il numero del certificato?
    Non è necessario rilasciare dei nuovi certificati solo perché fanno riferimento alla 94/9/CE.  La 2014/34/UE contiene una clausola in cui si stabilisce che i certificati rilasciati sulla base della Direttiva 94/9/CE sui prodotti esistenti continuano a essere validi anche con la nuova Direttiva.  Pertanto i certificati rilasciati in base alla 94/9/CE non devono essere aggiornati secondo la 2014/34/UE.  Al momento non ci sono limitazioni temporali associate.

CSA Group sarà presente alla prossima Conferenza Internazionale e Fiera HazardEx che si svolgerà il 24 e 25 febbraio. I nostri esperti saranno presenti e risponderanno a eventuali quesiti e terranno una presentazione il 25 febbraio.

Informazioni su CSA Group 
CSA Group è un'associazione indipendente, no profit, impegnata nella sicurezza benessere sociale e sostenibilità. Le sue conoscenze e le competenze abbracciano lo sviluppo di standard; soluzioni per la formazione e la consulenza; servizi globali di collaudo e certificazione nelle principali aree del mondo aziendale tra cui siti a rischio e trasporti industriali, edile e impianti idraulici, medicali, prodotti per la sicurezza e tecnologie, apparecchiature e gas, energia alternativa, illuminazione e sostenibilità; oltre a servizi di valutazione per i prodotti destinati ai consumatori.  Il marchio della certificazione CSA è presente su miliardi di prodotti in tutto il mondo. Per maggiori informazioni sul CSA Group visitare http://www.csagroup.org

Contatto organi di stampa: Allison Hawkins, Manager, Affari Corporate, CSA Group, Tel :+1-416-747-2615, allison.hawkins@csagroup.org 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl