anche un pezzo dei mitici Led Zeppelin fa tappa sulle strade blu della Romagna

19/lug/2007 17.49.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Fra i tanti grandi concerti, anche un pezzo dei mitici

Led Zeppelin fa tappa sulle strade blu della Romagna

Appuntamenti a Faenza, Gatteo, Modigliana, Lugo

 

 

Venerdì 27 luglio ore 21.15

Piazza Nenni (della Molinella), Faenza

DANNY & DUSTY

(ROOTS ROCK/Usa)

Ingresso 10 euro

Vogliamo dire "un supergruppo"? Diciamolo pure. Loro sono: Steve Wynn (The Dream Syndicate), Dan Stuart (Green On Red), Chris Cacavas (Green On Red), Johnny Hott (Sparklehorse) Bob Rupe (Cracker), Stephen McCarthy (The Long Ryders).

Circa 20 anni fa Dan Stuart e Steve Wynn si prendevano una pausa dalle band che rappresentavano le loro rispettive occupazioni e come Danny & Dusty realizzavano un album impregnato di birra
come "The Lost Weekend". Un album diventato un'influenza costante su molti pionieri del movimento alt-country e cresciuto in statura anno dopo anno. Fino a ieri non c'era nessun indizio che potesse lasciare presagire che i due nativi della California avrebbero ripetuto l'esperienza. Poi si sono trovati entrambi a vivere a New York. Saputo che Wynn si era rotto una caviglia ed era costretto a casa, Stuart ha cominciato a pensare che fosse un segno del destino e a chiedersi se un secondo album potesse essere possibile, vent'anni dopo. Il risultato dimostra che, concedendo il giusto tempo, il fulmine può colpire una seconda volta, forgiando un "Cast Iron Soul" più forte di ogni avversità.

 

 

Sabato 28 luglio ore 21.15

Piazza Vesi, Gatteo (Fc)

ARDECORE
Featuring Zu e Geoff Farina

(FOLK/Ita-Usa)
Ingresso gratuito

Ardecore è lo straordinario progetto nato da un'idea del cantautore folk blues Giampaolo Felici insieme alla band Zu e al cantante chitarrista Geoff Farina, leader degli statunitensi Karate. Ardecore rappresenta il bisogno di ricollocare la musica folk italiana in un contesto più ampio di quello in cui è stata relegata nell'ultimo scorcio di storia. Da qui l'idea di registrare i brani più scuri della tradizione popolare e raccoglierli in un progetto che li esaltasse, proponendoli all'ascolto
anche di chi in genere non ha affinità con le sonorità folk. La rilettura evidenzia particolarità che rendono il progetto incredibilmente originale nonostante si tratti di brani compresi fra un minimo di 80 anni di età e un massimo di 300. Il resto lo fanno le canzoni, perle intoccabili, come gli
autori le avevano amate e concepite, che ridestate dal loro sonno si ritrovano ancora più belle.


ESCLUSIVA NAZIONALE

Lunedì 30 luglio ore 21.15

Piazza Vittorio Veneto (già della Legna) Modigliana

ROBYN HITCHCOCK + JOHN PAUL JONES

(SONGS/Uk-Usa)
Ingresso gratuito

Un evento, di quelli che danno il senso a un'estate, a un percorso, a una vita in musica. C'è qualcosa da aggiungere? Due amici, due dei cantautori più autenticamente diversi, geniali e influenti degli ultimi vent'anni di rock, sullo stesso palco. Sciolti i Soft Boys, Robyn Hitchcock, cantante e chitarrista innamorato di Syd Barrett e della psichedelia dei ' 60, ha intrapreso una prolifica, lunga, e splendida carriera solistica, ricchissima di bei momenti tra rock, pop e folk, senza che nessun elemento abbia mai prevalso decisamente sugli altri. Sul palco con lui John Paul Jones. Che dire… un grande artista che in mezzo a tante altre cose ha anche trovato il tempo di suonare un paio di decenni in un gruppo chiamato Led Zeppelin!!!

 

 

Martedì 31 luglio ore 21.15

Piazza Baracca, Lugo

HOWE GELB

Down Home

Ingresso gratuito

In collaborazione con Lugo Contemporanea

Per il nuovo capitolo della saga Down Home (cd realizzati live o in luoghi particolari, venduti solo in tour o su internet), nel decennale della scomparsa dell'amico e ispiratore Rainer Ptaceck, Howe Gelb ha registrato un intero disco per chitarra, voce e poche cose nella chiesa di Tucson dove
anche Rainer era solito registrare i suoi solo di dobro (un particolare tipo di chitarra). Ne è uscito un ritorno al folk di grande intensità e poesia, tuttavia sempre screziato di quei guizzi di contemporaneità in cui Howe è maestro. Un'altra tappa del lungo, meraviglioso percorso di avvicinamento di Gelb alla sorgente della musica americana, là dove il blues, il folk, il rock, il ragtime e l'avanguardia sono ancora una cosa sola.

 

 

 

Per informazioni: 320 037 4633  www.stradeblu.org

 

 

 

Ufficio stampa: Pierluigi Papi tel. 338 3648766 ppapi@racine.ra.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl