Frammenti - mostra personale di Alexander Luigi di Meglio

13/gen/2004 19.12.13 Giovanni Sonego Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
“Frammenti”
Alexander Luigi Di Meglio

a cura di Raffaele Cinzio

Il 10% DEL RICAVATO DALLA VENDITA DELLE OPERE, SARA’ DEVOLUTO AD AMNESTY INTERNATIONAL

Roma, ashanti® galleria ­ Vernissage Venerdì 20 Febbraio ore 18:00

Dal 20 Febbraio al 13 Marzo 2004
entrata libera ­ accesso disabili

catalogo multimediale e pieghevole in mostra

“La realtà come non l’avete mai vista” sembra essere la giusta didascalia alle opere di Alexander Di Meglio
Immergersi nella realtà di queste creazioni, significa abbandonare per un momento quel vocabolario di immagini
e forme che costruisce il nostro vedere quotidiano, spezzare l’alfabeto dei ricordi. Immergersi significa cambiare il punto di vista delle cose, scorporare ogni elemento dalla struttura così da renderlo protagonista della scena. La fantasia e la migliore immaginazione prendono così campo libero nell’arte di Alexander: “la Roma storica” vista dallo scorcio di una statua è un labirinto di cubi sovrapposti,..... i paesaggi cambiano colore e prospettiva coinvolgendo lo spettatore in un gioco surreale ed emozionante, che lascia alla “ragione” il compito di ricomporre i “frammenti” di quelle nuove percezioni.
testo della mostra a cura di Enrica Fontanini

Alexander Luigi Di Meglio
Artista facente parte della galleria ashanti® dal 2003.
Alexander Luigi Di Meglio è nato a New York nel 1964 da genitori italiani, compie gli studi in Italia, in un limitato ambiente di provincia, vivendo l’estate negli U.S.A. in un mondo più ricco di stimoli e di affetti. Nei lunghi inverni italiani, spesi nella routine casa-scuola, l’unica evasione è la fantasia e la matita è lo strumento per concretizzare i propri sogni, avvicinandosi così al mondo dell’arte che tanta parte avrà nella sua vita. Dopo la maturità artistica conseguita a Taranto, si iscrive a Roma alla facoltà di Architettura. Roma, felice sintesi tra i due mondi separati dell’adolescenza, è il magico luogo del primo vero apprendistato nella faticosa ricerca di sé stesso e delle ragioni della propria arte. Le sue tele popolate di tante papere bianche che sciamano per piazze, vicoli, che si stagliano solitarie in attesa, sono simbolo di candore e di ingenuità, rispetto e semplicità; le papere mute e attonite testorica” vista dallo scorcio di una statua è un labir!
into di cubi sovrapposti,..... i paesaggi cambiano colore e prospettiva coinvolgendo lo spettatore in un gioco surreale ed emozionante, che lascia alla “ragione” il compito di ricomporre i “frammenti” di quelle nuove percezioni.
testo della mostra a cura di Enrica Fontanini

Alexander Luigi Di Meglio
Artista facente parte della galleria ashanti® dal 2003.
Alexander Luigi Di Meglio è nato a New York nel 1964 da genitori italiani, compie gli studi in Italia, in un limitato ambiente di provincia, vivendo l’estate negli U.S.A. in un mondo più ricco di stimoli e di affetti. Nei lunghi inverni italiani, spesi nella routine casa-scuola, l’unica evasione è la fantasia e la matita è lo strumento per concretizzare i propri sogni, avvicinandosi così al mondo dell’arte che tanta parte avrà nella sua vita. Dopo la maturità artistica conseguita a Taranto, si iscrive a Roma alla facoltà di Architettura. Roma, felice sintesi tra i due mondi separati dell’adolescenza, è il magico luogo del primo vero apprendistato nella faticosa ricerca di sé stesso e delle ragioni della propria arte. Le sue tele popolate di tante papere bianche che sciamano per piazze, vicoli, che si stagliano solitarie in attesa, sono simbolo di candore e di ingenuità, rispetto e semplicità; le papere mute e attonite testimoni del quotidiano,
rappresentano tutto quel che di buono e onesto può esserci in noi, sono, nella dimensione del sogno, una proiezione di candore e libertà, reminiscenza di una nostra perduta “ età dell’innocenza ”. Alex con la sua pittura apre una finestra su un universo sognato o immaginato, ma pur tuttavia reale, ritratto con scioltezza e fluidità, in toni caldi, senza grida di colore, in un moderno stile figurativo dove l’astrazione si delinea timidamente sul fondo di un naturale realismo.
Biografia a cura del Prof. Fabrizio Dringoli.

ashanti® galleria via del Boschetto 117 00184 ROMA - Rione Monti (Esquilino)
tel 06.4884203 fax\1786093902 www.ashanti.it ­ www.ashantigalleria.com
Dal Martedì al Sabato orario 10:30 ­ 19:30 _ ( Lunedì orario 16:00 ­ 19:00 )
Mezzi: Metrò - uscita Cavour; Bus 64,70,71,75,117,170.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl