Mostra di Irene Foli a Lugo

Mostra di Irene Foli a Lugo Frammenti di donna all'Enò di Lugo Per tutto il mese di aprile in mostra le opere pittoriche di Irene Foli Dopo il successo e i tanti apprezzamenti ottenuti nella scorsa stagione, anche in questo 2008 l'enoteca Enò ospita la mostra personale della giovane artista Irene Foli.

27/mar/2008 17.49.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Frammenti di donna all’Enò di Lugo

Per tutto il mese di aprile in mostra le opere pittoriche di Irene Foli

 

Dopo il successo e i tanti apprezzamenti ottenuti nella scorsa stagione, anche in questo 2008 l’enoteca Enò ospita la mostra personale della giovane artista Irene Foli. Per tutto il mese di aprile le pareti del noto locale lughese saranno quindi arricchite dalle nuove opere pittoriche di Irene nella mostra dal titolo “Frammenti di donna”.

 

Tagli fotografici netti, dipinti con colori forti, pose intime, stati d’animo al femminile sono i soggetti delle opere esposte all’Enò, realizzate con la tecnica della pittura ad olio su gesso.

«Nei miei lavori rappresento corpi in primo piano, con atteggiamenti che rimandano la mente ad aggettivi dell’animo, che poi sono i titoli delle opere stesse: “Intento”, “Speranza”, “Disordine”…  pensieri che ci accompagnano nella vita, durante le giornate, che fanno parte di noi - racconta Irene Foli - . Quello che voglio rappresentare è la descrizione della donna attraverso la complicità delle curve e di linee sinuose: le pose assumono duplici significati lasciando trasparire anche la sua interiorità, suggerita dalla presenza di ombre».

 

Scrive Gaia Trerè: «Alcuni dicono che la creatività sta nelle idee, altri che sta nei fatti. Nel caso della giovane artista Irene Foli  pare trovarsi nel semplice essere. Non è una questione di volontà, né un atto di puro virtuosismo, semplicemente lei deve creare, dipingere, disegnare dare sfogo alle pulsioni che non scendono a patti con la ragione, con l’ordine accademico prestabilito ma sono coraggio e insieme turbamento, sorte ma anche scelta di vita. Il suo immaginario è popolato da sensuali e misteriose donne volutamente frammentate così come le donne che ogni giorno incrociamo, divise tra doveri e sogni, tra dedizione e ribellione. Le opere di Irene si trasformano in un’ acuta ricerca per cambiare la prospettiva della nostra visione del mondo femminile, in una metafora sull’identità e sulla difficoltà di essere una, unica e indivisibile. E allora immergiamoci nel suo tratto come respiro, nel suo colore come interrogativo, nel corpo della sua immagine e nelle immagini del suo corpo».

 

Irene Foli è nata a Lugo l’8 maggio 1983 e vive a Bagnacavallo. Ha frequentato il liceo artistico di Ravenna, dove si è diplomata nel 2002, poi ha conseguito il diploma all' Accademia di Belle Arti di Bologna. Attualmente, sempre a Bologgna, frequenta il corso biennale abilitante di secondo livello ad indirizzo didattico finalizzato alla formazione dei docenti.

 

La mostra è visitabile dal martedì al giovedì dalle 20.30 all’1, dal venerdì alla domenica dalle 18 alle 2. L’ingresso è libero.

 

Per informazioni: tel. 0545 31590

 

 

Ufficio stampa: Pierluigi Papi tel. 338 3648766  ppapi@racine.ra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl