Fiera d'Aprile a Rivanazzano - comunicato stampa

01/apr/2008 08.00.00 Agenzia Promoemozioni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

5 - 6 aprile 2008

 

Rivanazzano rivive la Fiera d'Aprile - Il paese è in festa.

Cortili storici, vecchi merletti, animali nelle corti, bancarelle lungo le vie del paese, percorsi del gusto, giochi e fotografie …

 

La “fiera d’aprile” è nata a Rivanazzano alla metà dell’800 come fiera del bestiame.

Per quattro giorni allevatori e mediatori si davano appuntamento nella località ai piedi della valle Staffora, dando vita ad un importante momento per il commercio e la cultura locale.

La manifestazione ha iniziato a perdere d’importanza dopo oltre cent’anni, con l’avvento del trattore e della meccanizzazione dell’agricoltura, e nei primi anni ‘70 si è tenuta l’ultima edizione.

Nel 2003 l’associazione “Occasioni di Festa” ha deciso di farla rivivere come momento di recupero e di valorizzazione della storica cultura contadina. L’associazione “Occasioni di Festa”, nata dall'esigenza di ridare uno spirito di gruppo, unione, adesione, piacere di stare insieme in una comunità che si è molto trasformata negli ultimi decenni, promuove iniziative volte alla tutela ed alla valorizzazione delle tradizioni e del patrimonio culturale e aristico-storico del paese.

 

Quella di quest’anno è la sesta riedizione della “fiera d’aprile”.

Si torna a parlare della vacca Varzese: con l’associazione “Strade del Vino e dei Sapori”, è stato organizzato un momento di approfondimento sulle tematiche dell'allevamento e della preservazione delle razze autoctone. Alcuni esemplari di vacche di razza Varzese (razza autoctona in via d'estinzione) saranno esposti lungo la via principale di Rivanazzano, e altre razze bovine, ovine ed equine saranno ospitate nei cortili antichi e rappresentativi del paese.

Si torna anche a parlare di pane con il concorso per panettieri, indetto in collaborazione con Ascom Pavia, per stabilire il miccone più rappresentativo dell’Oltrepò Pavese (progetto Expò 2015). Verrà presentato un progetto culturale e professionale legato al pane, che costituisce un alimento della memoria antica ed attuale, un alleato per educare e per valorizzare la qualità alimentare.

Quest’anno l'Associazione “Occasioni di Festa” ha deciso di dedicare uno spazio a una regione per sensibilizzare e cogliere la sua realtà produttiva e culturale. La scelta è caduta sulla Regione Puglia ed in particolare sulla Provincia di Brindisi che, secondo i responsabili dell’associazione, esprime al meglio l'agricoltura, l'allevamento, il turismo e l'editoria di quella Regione.

L’atmosfera della fiera viene fatta rivivere dagli artigiani e dai produttori che esporranno le loro merci lungo le vie di Rivanazzano, creando momenti stimolanti per la vista, il gusto ed il tatto. In giro per il paese si potrà incontrare un gruppo itinerante di musica tradizionale piemontese con strumenti poveri della tradizione.

 

 

Il programma

 

Sabato 5 aprile 2008

 

Ore 15:00 - Giardino della biblioteca - "Giornata del verde pulito 2008" a cura del Gruppo Naturalistico e con il patrocinio del Comune di Rivanazzano e dell'Amm. Provinciale. Il gruppo naturalistico incontra i bambini delle scuole con la relazione "L'importanza del riciclaggio nel rispetto dell'ambiente".

 

Ore 15:30 - Parco Brugnatelli e giardini pubblici - Piantumazione di alberi.

 

Ore 16:00 - Palazzo Municipale - Inaugurazione della mostra delle opere dei bambini sul riciclaggio dei rifiuti. Le scuole primaria e secondaria di 1° grado dell'Istituto Comprensivo di Rivanazzano presentano la mostra "Un "mucchio" di risorse", percorso di educazione ambientale "verde pulito".

- Mostra fotografica collettiva del Circolo Fotoamatori Rivanazzanese.

 

Ore 16:30 - Palazzo Municipale - Sala consiliare

Convegno:

"La valorizzazione dell'Oltrepò - esperienze a confronto".

Il "micone di Stradella", la vacca varzese, gli itinerari enogastronomici, il termalismo. Antiche e nuove idee per rilanciare un territorio meraviglioso: l'Oltrepò.

A cura dell'Associazione "Occasioni di Festa".

 

Introduzione:

- Piera Spalla - Presidente Associazione Occasioni di Festa

- Renata Crotti - assessore al Turismo della Provincia di Pavia

- Romano Ferrari - sindaco di Rivanazzano.

 

Relatori:

- Pierangelo Lombardi - sindaco di Stradella

- Fabio Tonalini - presidente Associazione "Strada del Vino e dei Sapori dell'Oltrepò Pavese"

- Daniele Vigo - Università degli Studi di Milano - Dip. di Scienze e Tecnologie Veterinarie per la Sicurezza  Alimentare

- Giorgio Matto - Amministratore unico Terme di Rivanazzano.

 

Al termine del convegno, assaggio di formaggi prodotti con il latte della vacca Varzese e "miccone dell'Oltrepò".

 

Ore 20:00 - Ristorante Selvatico

Sapori e musica di Ostuni, con il cantautore ostunese Tonino Zurlo. Alla scoperta dei prodotti tipici brindisini. Proiezione: la Puglia vista dal cielo.

Prenotazione obbligatoria.

 

 

Domenica 6 aprile 2008

 

Ore 9:30

Ingresso Terme di Rivanazzano - Corso Repubblica. 

Inaugurazione della Fiera d'Aprile alla presenza delle autorità religiose e civili.

 

Ore 10:00

P.za Cornaggia.

Inaugurazione sede Ascom.

 

Ore 10:30

Parrocchia di San Germano - Santa Messa.

 

Ore 11:30

Corso Repubblica.

Angolo gastronomico a cura dell'associazione "Giovane Riva".

 

Ore 12,00

Giardini della posta.

Aperitivo con degustazione di stuzzichini a base di formaggi e carne di vacca Varzese e "miccone dell'Oltrepò" a cura di Junior Team - Associazione Cuochi Pavesi.

Accompagnamento musicale con la fisarmonica di Stradella.

 

Ore 13:00

Cortile Sacchetti - v. Malaspina.

Pranzo a cura di Occasioni di Festa:

salame, zuppa di trippa, bollito con salsa verde, zuppa inglese, vini dell'Oltrepò Pavese.

 

Ore 14:00

Cortile Lodi - Verdi - v. Bellocchio.

Musica celtica a cura dell'associazione "L'Ontano".

 

Ore 14:30

Terme di Rivanazzano - Sala delle feste.

Presentazione prodotti pugliesi e proiezione diapositive del territorio ostunese.

 

Ore 15,00

Giardini della posta. Teatro di strada e clownerie con "Due clown di passaggio Fortunello e Marbella".

 

Ore 16:30

Terme di Rivanazzano - Sala delle feste.

Premiazione vincitori del concorso "Miccone dell'Oltrepò".

 

Ore 17:00

Cortile Sacchetti.

La trebbiatura del grano.

 

 

 

Nelle corti e lungo le vie del paese,

a partire dalle ore 9,30:

 

 

Giardini a fianco della Posta.

- Esposizione bovini ed ovini a rischio di estinzione.

 

Palazzo municipale.

- Mostra fotografica collettiva del Circolo Fotoamatori Rivanazzanese.

Ore 10:30 - 12:00 e 15:30: - 18:00

Mostra "Un "mucchio" di risorse" a cura degli alunni delle scuole primaria e secondaria di 1° grado dell'Istituto Comprensivo di Rivanazzano.

 

Piazza Cornaggia.

- Primo concorso del "Miccone dell'Oltrepò" - esposizione micconi partecipanti.

- Stand del Comune di Stradella.

- Accompagnamento musicale con la fisarmonica di Stradella.

 

Piazza Papa Giovanni XXIII.

- Mostra di attrezzature agricole e automobili d'epoca.

 

Terme di Rivanazzano.

- L'angolo della Puglia - mostra - mercato e degustazione prodotti tipici ostunesi.

- Esposizione lavori dei ragazzi della Cascina Rossago.

 

Cortile Sacchetti.

- Esposizione razze bovine e animali di bassa corte e macchine agricole d'epoca.

 

Cortile Lodi - Verdi.

- Esposizione di animali di bassa corte.

- L'angolo del tombolo con Franca Pellizzoni e Pia Seveso.

 

Cortile Lodi - Bernini (p.za Cornaggia).

- Laboratori e ... altro. Università della Terza Età e delle Tre Età.

 

 

 

 

Il “miccone di Stradella” - protagonista alla “Fiera d’Aprile”.

 

Ingredienti:

acqua, farina tipo 0 o tipo 00, lievito di birra, sale, farina maltata.

Preparazione:

unire nell’impastatrice la farina, l’acqua ed il lievito di birra e lasciare amalgamare gli ingredienti per circa dieci minuti. Il prodotto che si ottiene, denominato “biga”, viene estratto dall’impastatrice e lasciato riposare per dieci - dodici ore. Successivamente la “biga” viene reintrodotta nell’impastatrice per essere nuovamente lavorata per circa dieci minuti con aggiunta di altra acqua e farina. Si lascia nuovamente riposare l’impasto per ulteriori tre ore, dopo di che lo si lavora ancora una volta con l’impastatrice per circa venti minuti, aggiungendo ancora acqua, sale, lievito di birra e farina maltata. L’impasto ottenuto viene passato nel laminatoio per essere poi spezzato e lavorato a mano sino a quando assume la forma caratteristica del “miccone di Stradella”. A questo punto, occorre un’ulteriore lievitazione di circa un’ora su appositi telai.

Cottura.

Prima di procedere alla cottura del “miccone di Stradella” viene effettuata, con apposito taglierino, un’incisione su tutta la lunghezza del pane. Solo a questo punto si può procedere alla cottura che, per ottenere un prodotto di qualità e fragranza, deve avvenire in forno a gas metano per circa un’ora e trenta minuti a temperatura moderata.

Ricetta gentilmente concessa da Ascom Stradella.

 

 

Allegate alcune foto che ritraggono la vacca Varzese ed il "miccone", protagonisti della manifestazione.

 

 

Per informazioni:

 

Associazione Occasioni di Festa:

Piera 0383 944 720

Anna 339 53 79 558

Scilla 0383 944 718

info@albergoselvatico.com

 

 

rosita viola

 

 

Agenzia Promoemozioni

di Rosita Viola
loc. Giarone, 8
27052 Rocca Susella - PV
tel. e fax + 39 0383 940 664
cell. +39 349 64 18 980
www.promoemozioni.biz

info@promoemozioni.biz

 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl