Alla scoperta dei tesori enogastronomici della Romagna al Carducci76

Alla scoperta dei tesori enogastronomici della Romagna al Carducci76 Alla scoperta dei tesori enogastronomici della Romagna al Carducci76 Il noto hotel di Cattolica ospita una serata con protagonisti i vini dei Poderi Morini Semplicità, armonia, eleganza, opere d'arte e ricerca sensoriale (musiche, materiali, sapori) sono alcune delle sfaccettature del Carducci76 di Cattolica.

03/lug/2008 17.00.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Alla scoperta dei tesori enogastronomici della Romagna al Carducci76

Il noto hotel di Cattolica ospita una serata con protagonisti i vini dei Poderi Morini

 

 

Semplicità, armonia, eleganza, opere d’arte e ricerca sensoriale (musiche, materiali, sapori) sono alcune delle sfaccettature del Carducci76 di Cattolica.

Il Carducci76 da sempre dà valore alle entità che propendono alla qualità, alla cura dei dettagli e ad un forte senso di territorialità dei prodotti. Ecco allora che assieme ad Enoclub2000, l’Hotel di cattolica da vita ad una serie di iniziative originali per scoprire i tesori della nostra terra.

Tesori come il “Morosè” dei Poderi Morini, un vino spumante brut rosè nato dalle uve Centesimino, che sarà al centro di una serata conviviale in programma giovedì 10 luglio a partire dalle ore 21.

 

Nella splendida cornice del Carducci76 (entrata lato mare) il 10 luglio sarà quindi possibile godere dell’aperitivo a base di “Morosè” dei Poderi Morini accompagnato dai formaggi dell’Antica Cascina. A rendere ancor più prezioso l’appuntamento ci sarà musica dal vivo del duo jazz SIBONEY, chitarra e voce.

 

Quaranta ettari di vigneti, dispersi nei dolci pendii che circondano la Torre di Oriolo di Faenza, nel cuore della Romagna del vino. “Diamo valore alla Romagna che amiamo” è lo slogan che descrive il progetto dei Poderi Morini, indirizzato alla produzione di vini di alta qualità e alla valorizzazione dei vitigni autoctoni, come per l’appunto il Centesimino.

Vitigno autoctono significa rispetto per il territorio e propensione alla tutela della biodiversità: è difesa della cultura e della saggezza locale, elemento fondamentale per la ricerca scientifica genetica. Il Centesimino è una ricchezza per tutto il territorio e una delle punte di diamante dell’offerta vitivinicola dell'intera area romagnola.

L’uva utilizzata per il Morosè viene raccolta manualmente, diraspata e pigiata. Il mosto, lasciato brevemente a contatto con le bucce, prosegue la vinificazione in bianco e la spumantizzazione con metodo charmat. Di colore rosa cerasuolo, perlage fine e resistente, il Morosè al naso è intenso con sentori di fragoline di bosco e ribes. Al palato è secco con note piacevolmente acidule.

 

Altro protagonista della serata è l’Antica Cascina, caseificio di Brisighella, che presenterà alcuni suoi interessanti formaggi come il Vero Formaggio Scoparolo e il  Gran Cru di Grotta affinato in grotta naturale.

 

Il costo dell’aperitivo è di 10 Euro.

 

Per i più curiosi e golosi sarà poi possibile anche cenare nella Terrazza del Carducci76, con un menù a quattro portate studiato per esaltare i vini dei Poderi Morini, oltre al Morosè anche il Settenote (Albana secco), il Savignone (Centesimino), il Rubacuori (Centesimino passito).

 

 

Per prenotazioni e informazioni telefonare allo 0541 954677

 

 

 

Ufficio stampa per gruppo Ph5:

P&P di Pierluigi Papi via della Costituzione 1/d, 48012 Bagnacavallo (Ra)

tel. 0545 61141 - 338 3648766 pep@agenziastampa.ra.it   skype: pierluigi.papi

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl