A Cervia tutto è pronto per La Partenza della “Rotta del Sale”

15/lug/2008 13.20.00 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Issate le vele, mollate gli ormeggi!”

Tutto è pronto per La Partenza  della “Rotta del Sale”

La rievocazione della storica Rotta del Sale, alla volta di Venezia,

parte da Cervia, mercoledì  23 luglio

 

Cervia. Quella della “Rotta del sale” è un’affascinante rievocazione che riporta alla luce il profondo legame tra Cervia e Venezia. La città lagunare, infatti, si riforniva da Cervia dell’oro bianco, il sale, prodotto dalle antiche e celebri saline di epoca etrusca. L’iniziativa si inserisce come evento speciale nell’ambito della rassegna regionale “Incontri di Mare”, promossa dall’Assessorato Turismo.Commercio della Regione Emilia-Romagna.

Le vele al terzo delle imbarcazioni attraccate coloreranno il porto canale restituendolo agli occhi dell’osservatore pieno di luce e di vita, creando un’atmosfera assolutamente unica e irripetibile.

 

Per l’ottava volta la flotta della Mariegola delle Romagne, che raggruppa imbarcazioni storiche da pesca e da lavoro di tutta la costa romagnola, capitanata dalla barca ammiraglia di Cervia “Tre Fratelli”, seguendo le antiche rotte, porterà il sale della Salina Camillone fino a Venezia.

L’idea di riproporre la storia “Rotta del sale” nasce nel 2001 da parte del Circolo Nautico di Cervia “Amici della vela” che ha ripreso a far navigare le imbarcazioni alla volta di Venezia, quando il cervese Paolo Puzzarini risalì il mare e con esso secoli di storia, riportando alla luce e al mare lo splendore di quel viaggio e delle tradizionali imbarcazioni della marineria adriatica, nonché del legame con la città lagunare.

La Regione Emilia-Romagna, grazie al progetto transfrontaliero Adriatico “Adriatic Seaways - le rotte dell’Europa adriatica” sostiene “La Rotta del sale” e la valorizza, assieme al Comune di Cervia, creando una serata nella quale tradizione e mito si fondono e si confondono: “La partenza”.

 

L’evento prende il via martedì 22 luglio, quando si potranno vedere per tutto il giorno le antiche imbarcazioni ferme nel porto canale, dove i marinai saranno a disposizione del pubblico e dei curiosi. Alle ore 10 e alle 18 si potrà addirittura salire su alcune di loro e prendere il largo, con partenza dal molo nord del porto canale, di fronte al Circolo Nautico, a Milano Marittima (info e prenotazioni: 0544 974125). Alle 20.00 le barche entreranno nel porto canale, con il sollevamento del Ponte delle Paratoie, pronte per la grande rievocazione del giorno successivo e quindi per  la partenza.

Mercoledì 23 luglio, infatti, sarà un giornata di festa, segnata anche da uno speciale annullo postale “Rotta del sale Cervia - Venezia” (dalle ore 17 alle 23 sotto al Magazzeno Torre). Alle 21.15 andrà in scena sul Porto Canale, in Piazzale dei Salinari  “La Partenza - Rievocazione storica della Rotta del Sale”. La storia dell’oro bianco sarà al centro di una serata tra storia, musica, atmosfere suggestive, giochi di luce. A raccontare l’antica storia saranno le voci del “fulesta” Sergio Diotti e di Laura Schiff, sulle note dell’”Orchestra Giovanile Città di Cervia”. La serata vedrà anche la partecipazione del CERS Italia - Sezione Italiana del Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, con il coordinamento artistico di “Arrivano dal Mare!”.

Dopo la rievocazione storica le barche saranno pronte a partire. Sulle note di “Vino, donne e canto”, verso le ore 23, si aprirà infatti il Ponte delle Paratoie, per lasciare che le vele al terzo riprendano la loro rotta sulla via di Venezia.

 

La serata del “La partenza - Rievocazione storica della Rotta del sale” è realizzata grazie alla collaborazione di: Associazione culturale Amici dell’Arte “Aldo Ascione”, Associazione culturale “La Pantofla”, Il Gruppo Culturale Civiltà Salinara, Società Parco della Salina di Cervia, Comitato Borgo Marina.

 

Navigando nella storia: ANNOTAZIONI STORICHE

Cervia e Venezia: una storia comune che si perde nei secoli

Le prime attestazioni storiche di rapporti stabili fra Cervia e la Serenissima Repubblica di Venezia legati al commercio del sale risalgono al XIII secolo.

E’ in questo contesto che ogni anno la Compagnia del Mare (flotta) della Mariegola delle Romagne ripercorre la rotta che pieleghi, bragozzi e bragagne seguivano per portare nei magazzini del sale di Venezia “l’oro bianco di Cervia”.

Dal 1400, ai tempi di Pietro Barbo, il Vescovo di Cervia poi divenuto Papa e che a Cervia portò la più ancora antica festa della “Sensa”, lo Sposalizio del Mare, i cervesi ebbero contatti continui con la Serenissima dei cui domini fecero parte mezzo secolo.

A Venezia fu aperto un Hospitium, inteso come rifugio, sede della comunità cervese che di volta in volta si recava nella città lagunare per discutere problemi inerenti la produzione e la commercializzazione del sale. L’Hospitium dei cervesi sorgeva nel complesso di edifici che comprendeva il Convento dei Monaci Lateranensi e la Scuola della Carità (attuale sede dell’Accademia delle Belle Arti) ….ut hospitium omnium Cerviesium volentium ospitare ibidem…

Tutte le merci dirette via mare a tale sede erano esenti da gabelle e dazi a testimonianza dei solidi rapporti intercorrenti fra le due città……et portandi Venetias ad dictum Monaterium pro fratibus dicti Monasterii, absque aliquo datio, passaggio, taloneo aliquo persolvendo Communi Cerviae …

 

A ricordo di quei fatti e di quei tempi, la flotta delle barche da pesca e da lavoro della Mariegola delle Romagne, quando dalla salina Camillone (dove ancora oggi si estrae il sale secondo l’antica tradizione cervese) esce il primo raccolto, ripercorre ogni anno la rotta a nord verso Chioggia e Venezia.

Si tratta di un viaggio nel tempo, che porta il sale e le imbarcazioni a diventare emblemi della storia. Le imbarcazioni al terzo sono “gioielli galleggianti che i è la testimunienza dla nostracultura marinera rappresentata dalla creatività dei calafati e dai maestri d’ascia delle Romagne”. Così pensava Paolo Puzzarini, quando riprese il mare per ripercorrere l’antica rotta che unisce Cervia a Venezia, riportando alla luce e al mare lo splendore di quel viaggio, di quel carico, di quelle meravigliose imbarcazioni che sono rappresentate dalla Flotta della Mariegola delle Romagne.

Racchiusa nella Rotta del Sale c’è la storia delle origini di una città, Cervia, e dell’antica Marineria Romagnola.

 

Per informazioni e calendario degli eventi di “Incontri di mare” 2008:

www.incontridimare.it ; call center tel. 345 2928101 

 

Per gli appuntamenti di Cervia www.turismo.comunecervia.it  tel 0544 974400

 

Ufficio stampa Coop Aleph - Ravenna

Letizia Magnani - letiziamagnani@libero.it - 348 7314189

Pierluigi Papi - papi@coopaleph.it - 338 3648766

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl