Turismo Riminese: nuovi accordi tra le associazioni

14/ott/2008 18.04.58 Laura da Rimini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Che sia stato l'effetto del sole e dei 30 gradi di Sharm el Sheikh? Di sicuro qualcosa è cambiato per il turismo riminese, dopo la convention organizzata da Promozione alberghiera e Ascomfidi, che si è conclusa ieri nella località del Mar Rosso. Al rientro, le categorie (erano presenti pure i rappresentanti di Confcommercio, Cna, Confesercenti e Aia) sembrano aver trovato nuova compattezza e alleanza. A partire dagli eventi, tema centrale della convention di quest'anno e del Turiscopio (l'indagine di Ascomfidi e Pa). L'indagine ha mostrato come gli operatori siano soddisfatti dei grandi eventi (il 90% dice di aver aumentato presenze e fatturato), ma "ora occorre fare un salto di qualità". Gi eventi devono diventare per la Riviera un elemento strutturale - sottolineano i presidenti di Ascomfidi e Pa,  anche a nome di tutte le altre associazioni - pertanto occorre individuare un nuovo soggetto che coinvolga le associazioni di categoria e le amministrazioni, coordini il calendario degli eventi stabilendo la portata di ognuno di questi, e si dia da fare per trovare grandi sponsor.Di fronte alla creazioe di questo nuovo soggetto che dovrà occuparsi di Rimini (mettendo così in discussione l'attuale agenzia del marketing di distretto), tutte le categorie hanno detto d'essere disposte ad autotassarsi, e a chiedere una quota ai propri associati per contribuire agli eventi stessi. Ancora più rivoluzionaria la seconda proposta lanciata in questi giorni alla convention. Avanzata dallo stesso vice sindaco di Rimini, Maurizio Melucci, l'idea (che ha trovato favorevoli anche Lombardi e Renzi del Pdl) è quella di dare vita ad una nuova agenzia che rappresenti tutta la Riviera, da Cattolica a Comacchio, e che si occupi di turismo, a partire dalle infrastrutture. Una società che faccia sentire il suo peso e la voce di chi fa turismo nelle scelte strategiche: viabilità, trasporti, organizzazione di grandi eventi. "Non deve essere il solito carrozzone -dice Melucci-  ma una società fortemente operativa, capace di promuovere e lanciare la riviera romagnola  a livello mondiale, come territorio unico".

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl