COMUNICATO STAMPA: Raffae Cantone a Nola

Raffaele Cantone nato a Napoli nel 1963, è stato sostituto procuratore a Napoli, dove nel 1999 è approdato alla Direzione distrettuale antimafia e attualmente è magistrato presso il Massimario della Cassazione.

Allegati

26/gen/2009 14.25.38 Associazione Meridies Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

Continua la lunga serie di appuntamenti con la rassegna "Incontri d'Autore 2008-2009" a Nola. Dopo i numerosissimi appuntamenti del periodo natalizio cona autori quali con Benedetto Casillo, Letizia Triches, Francesco Durante, Pino Imperatore, Marcello D'Orta, Bruno De Stefano e Gino Rivieccio, la rassegna riparte con la presentazione del libro di attualità "SOLO PER GIUSTIZIA" , edito da Mondadori, del magistrato anticamorra Raffaele Cantone. L'appuntamento con Raffaele Cantone è previsto per mercoledì 28 gennaio 2009, alle ore 17.30, presso l'Aula Magna dell'Università Parthenope di Nola in piazza Giordano Bruno a Nola. L'incontro, che è organizzato dalla Libreria Guida di Nola, dall'Associazione "Meridies" di Nola, dall'Associazione "Il Segnalibro" di Nola, con il patrocinio dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Nola, vedrà la partecipazione, oltre di Raffaele Cantone, di Federico Alvino (Preside della Facoltà di Giurisprudenza di Nola dell'Università Parthenope), di Gennaro Ferrara (Rettore dell'Università Parthenope), di Paolo Mancuso (Procuratore della Repubblica c/o il Tribunale di Nola) e di Antonio Russo (corrispondente del quotidiano "Il Mattino"). 

 

Raffaele Cantone

nato a Napoli nel 1963, è stato sostituto procuratore a Napoli, dove nel 1999 è approdato alla Direzione distrettuale antimafia e attualmente è magistrato presso il Massimario della Cassazione. Nelle ultime tre legislature è stato consulente della Commissione parlamentare antimafia. Ha scritto numerosi articoli su argomenti giuridici, apparsi su riviste specializzate, e alcune monografie in materia di diritto penale sostanziale e processuale. Collabora con il giornale "Il Mattino". È sposato e ha due figli.

Qualche mese fa, durante una delle ultime udienze del processo Spartacus, venne letta una lunga lettera dei boss Casalesi che accusavano - con evidente intento intimidatorio - lo "pseudogiornalista romanziere" Roberto Saviano, la giornalista Rosaria Capacchione e il magistrato Raffaele Cantone di avere esercitato una pressione negativa sulla corte. Per ironia della sorte, Raffaele Cantone, che ha condotto molte fra le più importanti indagini sulla camorra casertana, in realtà non è più alla Direzione distrettuale antimafia di Napoli dal 16 ottobre 2007. È proprio dal suo ultimo giorno in procura che prende avvio "Solo per giustizia": ripercorrendo la sua esperienza, Cantone ci mostra in che modo un bravo studente di giurisprudenza che voleva addirittura fare l'avvocato sia finito per diventare il nemico numero uno dei boss di Mondragone e Casal di Principe, più di una volta minacciato di morte e da anni costretto a vivere sotto scorta insieme ai familiari. Un'evoluzione che non nasce da una sorta di vocazione missionaria, ma prende forma attraverso un percorso graduale e, talvolta, persino casuale, dove però rimane sempre salda la sua originaria passione per il diritto. Quella che gli fa trattare con la medesima professionalità e dedizione le vicende di un anziano signore che si rivolge alla giustizia per la tragica morte del figlio dovuta a un caso di malasanità e le sofisticatissime indagini condotte insieme al Ros per arrivare alla cattura di Michele Zagaria, la primula rossa dei Casalesi. Ma l'amaro realismo di queste pagine finisce per evidenziare come l'universo camorrista abbia confini ben più estesi e radici ben più profonde dei vertici di qualche clan. Per cui, fino a quando ci saranno politici, funzionari, imprenditori, uomini delle forze dell'ordine e liberi professionisti corrotti, conniventi o sottomessi, la camorra resterà come un'idra cui la giustizia può tagliare una o qualche testa che subito ricresce, mentre coloro che vi si oppongono individualmente sono votati a un pericoloso destino di isolamento. Libro profondamente personale e proprio per questo di altissimo valore civile, "Solo per Giustizia" è una lettura obbligatoria per chiunque voglia capire lo sconcertante potere delle mafie, ma anche apprezzare meglio l'impegno dei molti uomini che, per senso di dovere e con grandi sacrifici, continuano a far funzionare nel nostro difficile paese lo stato di diritto.

 

 

 

 

INFO: www.areanolana.it

 

Hai ricevuto quetsa mail in quanto iscritto alla mailing list dell'Associazione Meridies. Se non intendi ricevere informazioni e comunicato dal sito www.areanolana.it di Meridies puoi cancellare il tuo indirizzo di posta elettronica dalla nostra lista rispondendo alla newsletter ricevuta con oggetto "cancellami". I dati in possesso dell'Ufficio Stampa sono trattati in rispetto all'art. 7 del codice della Privacy  (d. lgs 196/2003), sulla tutela dei dati personali e saranno utilizzati al fine di aggiornarti sulle notizie da te prescelte.



Nessun virus nel messaggio in arrivo.
Controllato da AVG - http://www.avg.com
Versione: 8.0.176 / Database dei virus: 270.10.13/1914 -  Data di rilascio: 24/01/2009 20.40
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl