Flavio Boltro in concerto all Boca Barranca di Marina Romea

02/apr/2009 11.02.34 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Flavio Boltro, uno dei migliori trombettisti d’Italia, e il jazz trio di Alessandro Scala in concerto a Marina Romea

Appuntamento live al Boca Barranca, venerdì 10 aprile ore 23

 

Una serata a tutto jazz costellata dalle improvvisazioni e dalla maestria della tromba di un vero talento dello strumento: Flavio Boltro. Questi gli ingredienti del secondo appuntamento stagionale con la musica dal vivo del Boca Barranca di Marina Romea. Venerdì 10 aprile, con inizio alle ore 23, saranno di scena l’Alessandro Scala Be Bop jazz trio (Alessandro Scala al sax, Gianni Giudici all’organo Hammond, Stefano Paolini alla batteria) e lo straordinario Flavio Boltro, considerato, assieme a Paolo Fresu e Fabrizio Bosso, uno dei migliori trombettisti jazz d’Italia e fra i più quotati del Mondo.

 

La band in concerto a Marina Romea nasce dall'unione di quattro amici musicisti che hanno in comune l'amore per la musica jazz. Il loro live è basato sul jazz e sulle sue varie contaminazioni, quali funk, soul, bossanova, latin jazz, prendendo come spunto i vari grandi musicisti del passato: Horace Silver, Lee Morgan, Hank Mobley, Miles Davis,F reddie Hubbard, Larry Young, Jimmy Smith, per citarne solo alcuni. Nel corso del concerto di Marina Romea troveranno spazio anche brani originali di composizione dei vari membri della band.

 

Per sabato 11 aprile, sempre con inizio alle ore 23, il Boca Barranca ha in programma un dj set d’eccezione con la musica brasiliana e funky di DJ Farrapo, riconosciuto come uno tra i più importanti artisti nu-brasil in ambito internazionale. Nel  corso della serata proporrà anche musica tradizionale da tutto il mondo, contaminata con le sonorità dancefloor contemporanee quali drum’n’bass, broken & break beat.

Altro dj set anche per domenica 12 aprile in compagnia di dj Paci.

 

FLAVIO BOLTRO (Torino 1961). Il padre è musicista, trombettista e grande appassionato di jazz. «Mi sono ritrovato immerso nel jazz fin da piccolo, da quando avevo tre anni. Mio padre mi prendeva sulle ginocchia prima di andare a letto e mi faceva ascoltare Amstrong e tutti i dischi di quegli anni». A 13 anni si iscrive al Conservatorio. Una volta diplomato, la sua vita sarà segnata da due momenti determinanti, che coincidono con l'incontro di due formazioni che saranno per Boltro l'occasione di farsi conoscere e apprezzare. La prima è Lingomania, guidata da Maurizio Giammarco (Roberto Gatto alla batteria, Furio Di Castri al contrabbasso, Giammarco al sax, Umberto Fiorentino alla chitarra e Flavio alla tromba). Questo gruppo acustico dalla matrice e dalle sonorità elettriche rappresenta una novità per quegli anni e riscuote grande successo in Italia, aggiudicandosi, per due volte consecutive, il premio per il Miglior Disco e il titolo di Miglior Gruppo dell'Anno. Parallelamente, incomincia a ricevere diverse richieste di collaborazione, in particolare da Steve Grossman, con il quale si esibisce regolarmente. La seconda formazione decisiva è il trio costituito insieme a Manu Roche alla batteria e a Furio Di Castri al contrabbasso. Nel 1994, Laurent Cugny, che ha appena preso le redini dell’ONJ, è alla ricerca di un trombettista e di un sassofonista: la sua scelta ricade proprio su Flavio Boltro e sul suo compagno di gioventù, Stefano Di Battista. Un anno prima della conclusione della sua esperienza con l’ONJ, Flavio entrerà a fare parte del sestetto di Michel Petrucciani. Da tempo Flavio Boltro, Stefano Di Battista ed Eric Legnini, amici di lunga data, cercano due musicisti per costituire un quintetto. Il loro progetto si concretizzerà nel 1997 con l'arrivo di Benjamin Henocq alla batteria e di Rosario Bonaccorso al basso. Il nuovo gruppo, lo Stefano Di Battista/Flavio Boltro Quintet, riscuoterà grande successo fin dal 1998. Un successo che ancora continua.

 

Per informazioni: tel. 0544 447858. L’ingresso al concerto è gratuito.

 

Ufficio stampa BOCA BARRANCA: Pierluigi Papi tel. 338 3648766 ppapi@racine.ra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl