10/apr/2009 12.24.46 Francesca Maffini - Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Oltre 250 aquiloni in volo per la solidarietà ai terremotati in Abruzzo. Gara e

voli liberi

Antichi giochi per i bimbi all’aperto: scivolate lungo l’argine del fiume

taro con sacchi e cartone, tuffi nella paglia in una caccia al tesoro

originale, laboratorio per costruire gli aquiloni. Raccolta degli occhiali

usati per l’Africa. Merenda per tutti con torta fritta e salumi



- comunicato stampa -



TRECASALI (Parma) - L’arte sapiente delle mani degli italiani in arrivo da

tutto il nord Italia si mette in gioco per un volo libero nella fantasia sulle

ali spiegate degli aquiloni, che portano messaggi di solidarietà. Più di 250

aquiloni coloratissimi realizzati con estro, creatività e lavorazione

artigianale volano alti nel cielo della Bassa Parmense sabato 25 aprile dalle

14.30 nel parco della Chiesa di San Quirico di Trecasali (20 km da Parma). Sono

già aperte le adesioni alla kermesse, con “aquilonisti” già iscritti da Reggio

Emilia, Piacenza, Modena, Parma. Ma l’auspicio è rappresentare le regioni di

tutto il nord Italia. Tanto che un premio speciale sarà dato ai camperisti che

giungeranno da più lontano con il loro aquilone.





La corsa per far prendere il giusto vento agli aquiloni parte proprio dall’

argine che segna il fiume Taro che bagna Trecasali: un volo ideale che decolla

dal cuore della pianura padana e guarda alla città abruzzese L’Aquila con una

raccolta di fondi per le vittime del terremoto e all’Africa con una raccolta di

occhiali e lenti usati.

Si alza il sipario sulla attesa ventesima edizione della grande Festa dell’

Aquilone e della Solidarietà organizzata dal Comune di Trecasali, dal Circolo

Parrocchiale di San Quirico, dall’Istituto Comprensivo di Trecasali e dalla

scuola materna San Michele Arcangelo, insieme alle associazioni di volontariato

locale.



La gara tra i partecipanti �“ che prevede innumerevoli premi per ogni

categoria (l’aquilone più grande, quello più piccolo, quello che tiene meglio

il volo, i bambini che vengono da più lontano con il loro aquilone e i mastri

più anziani, il free style e le acrobazie più ardite) �“ diventa una vera e

propria festa delle famiglie e dei ragazzi.

Protagonisti sono gli aquiloni “le comete per il cielo turchino”, citando la

poesia “L’Aquilone” di Giovanni Pascoli: dai più classici ai più originali,

aerodinamici, buffi, di ogni forma e dimensione, rombi, ovali, a farfalla o da

pirata, con code e fiocchi, frutto dell'unione di carta oleata, canne di fosso,

colla di farina, il tutto condito con la maestria e la fantasia dei

costruttori.

Sono ormai vent’anni che viene riproposto quest'evento che abbina la Festa

dell'Aquilone a quella della solidarietà e del volontariato. I bambini e i

ragazzi da sempre hanno amato costruire i loro personali aquiloni e lanciarli

nell'aria in competizione con gli altri: il vincitore assoluto è chi riesce a

far salire più in alto di tutti gli altri la propria meravigliosa creazione.



La gara

E’ aperta a tutti, grandi e piccini. Il pubblico si siede nei prati e lungo l’

argine per osservare i voli delle “ali sospese”. Per informazioni: signora

Francesca Cesari cell. 339.2878991. Info. Comune di Trecasali, tel.

0521.878806.

Ed ecco ondeggia, pencola, urta, sbalza, risale, prende il vento; ecco pian

piano tra un lungo dei fanciulli urlo s'inalza. S'inalza; e ruba il filo dalla

mano, come un fiore che fugga su lo stelo esile, e vada a rifiorir lontano.

S'inalza; e i piedi trepidi e l'anelo petto del bimbo e l'avida pupilla e il

viso e il cuore, porta tutto in cielo.

E in assenza di vento? I piloti hanno le giuste frecce nel loro arco: il

vento può anche essere virtuale, cioè prodotto dalla camminata all'indietro del

pilota.

Aquiloni in mostra. Si potranno ammirare aquiloni statici controllati da un

unico cavo (monofilo) che rimane in aria in una posizione fissa. L'aquilone

acrobatico è invece controllato da due o quattro cavi e, a differenza dello

statico, esegue acrobazie (trick) nel cielo.

Laboratorio per la costruzione degli aquiloni

Nel pomeriggio i bimbi potranno partecipare a un laboratorio per la

realizzazione di un aquilone e apprendere così da un esperto artigiano i

segreti della costruzione.

Giochi sull’argine

Trecasali è un paese in campagna e per valorizzare i giochi antichi che i

ragazzini del territorio facevano sulle aie dei casolari, nei fienili e nei

campi, propone due divertenti ed originali “passatempo” da vivere in

compagnia.

Lisciami l’argine. A tutti i piccoli partecipanti verrà dato un apposito

cartone, una sorta di “tavoletta” per scivolare in discesa per 500 metri lungo

l’argine del Taro, in tutta sicurezza. Il dolce pendio che costeggia il fiume

diventa uno scivolo gigante naturale da percorrere innumerevoli volti finchè

non si torna a casa sazi di divertimento e vento nei capelli.

Trova la pallina nel fieno. Un recinto di grosse “balle” di fieno sono l’

originale arena in cui i bambini si sfidano in una originale caccia al tesoro:

tuffarsi in mezzo alla paglia alla ricerca delle bianche palline da ping pong.

Il divertimento è assicurato, per rispuntare dopo un’immersione simpatica a

contatto con il fieno con il visino tutto beige. Basta un risciacquo d’acqua

fresca e resta addosso il ricordo di una piacevole avventura.

Merenda per tutti. Il paniere di Trecasali

Alla festa saranno presenti anche stand gastronomici e ristorativi: è

prevista dalle 16 una merenda gigante per tutti i partecipanti e il pubblico

(cibo e bevande a pagamento) con un menù a base di torta fritta calda, spalla

cotta, salumi tipici del parmense, patatine fritte, torte caserecce, gelati e

tante bevande per tutti i gusti.

La lotteria dell’Aquilone. Alle 17 verrà estratta la lotteria (chi vuole può

prendere il biglietto allo stand della lotteria già dalle 14) e tra il pubblico

verranno aggiudicati i numeri vincenti con ricchi premi e sorprese per tutti.

Volontariato in volo. Ogni associazione del mondo del volontariato locale ha

un sogno che affida simbolicamente agli aquiloni. Ecco allora che è in carnet

la mostra delle associazioni benefiche e solidali del paese, presenti con i

loro stand per sensibilizzare il pubblico e attuare campagne informative.

Raccolta di fondi per i terremotati in Abruzzo. Le associazioni e la Caritas

faranno una raccolta di fondi per i terremotati in Abruzzo, da devolvere poi in

beneficenza.

Raccolta degli occhiali usati. Hai una vecchia montatura che non ti piace

più? Le tue lenti sono desuete? Non gettarli via ma portali alla Festa dell’

Aquilone di San Quirico di Trecasali. Il Lions Club di Colorno effettua una

grande raccolta da destinare alle popolazioni dell’Africa.





Ci saranno poi altri divertenti giochi di gruppo come il “Gioco dei cerchi” e

il “Gioco del canestro”. Si svolgeranno anche iniziative collaterali quali la

mostra di disegni realizzati dai bambini delle scuole materne ed elementari

dell'Istituto Comprensivo di Trecasali e Sissa. Come ogni anno saranno premiate

le scuole che partecipano con elaborati scolastici. La festa ha finalità

benefico-sociali, il ricavato della fetsa viene devoluto per sostenere progetti

di associazioni che operano nel nostro territorio e che si impegnano per

aiutare i Paesi più poveri.



In caso di maltempo la festa verrà rinviata il 1 maggio.



Per informazioni sulla Festa dell’Aquilone: signora Francesca Cesari cell.

339.2878991.

Info. Comune di Trecasali, tel. 0521.878806.



Ufficio Stampa

Dott.ssa Francesca Maffini





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl