LA BITEG APPRODA SUL LAGO D'ORTA

Orta San Giulio (No), 20 maggio 2009 Il successo della BITEG (Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico) ha lambito anche le sponde del lago d'Orta.

19/mag/2009 18.24.19 Consorzio Cusio Turismo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

LA BITEG LAMBISCE LE SPONDE DEL LAGO D’ORTA
Strascico novarese per l’iniziativa della Regione. Operatori da 12 nazioni.



Orta San Giulio (No), 20 maggio 2009

Il successo della BITEG (Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico) ha lambito anche le sponde del lago d’Orta. Dopo l’ esordio nel cuneese, la prestigiosa kermesse nata in Trentino e acquisita di recente dalla Regione Piemonte, ha fatto tappa ad Orta San Giulio, in provincia di Novara. Una significativa rappresentanza di operatori turistici da tutto il mondo ha visitato le località più suggestive del lago più pulito d’Europa. Una trentina di “buyers” provenienti da Austria, Germania, Svezia, Stati Uniti, Canada, Olanda, Norvegia, Francia, Russia, Lettonia ed Estonia hanno trascorso un’intera giornata immersi in uno degli scenari più rappresentativi del Piemonte nel mondo. Numerosi anche gli operatori italiani: se una volta si optava infatti per la lunga villeggiatura fatta di ozio e di relax, in tempi di crisi la scelta consapevole ricade sul turismo culturale e preferibilmente a base di buona cucina.
Non poteva dunque esserci posto migliore del lago d’Orta per accogliere operatori italiani e stranieri. A curarne l’ospitalità il Consorzio Cusio Turismo, ente di promozione locale distintosi per la molteplicità di iniziative in grado di richiamare l’attenzione del pubblico. “Il nostro lago sta crescendo rapidamente – sottolinea il presidente del Consorzio Andrea Giacomini – non siamo più la cenerentola del turismo piemontese. Dobbiamo creare nuove opportunità di sviluppo e di promozione, anche in vista dell’Expo 2015”.
I presupposti ci sono tutti: in materia di turismo enogastronomico il Piemonte è regione capofila in Italia, con una crescita di oltre il 20% in cinque anni e un fatturato di circa 65 milioni di euro l’anno. Dati impressionanti, che la dicono lunga sul volume d’affari del segmento turistico legato alla buona tavola e sulle potenzialità di sviluppo. Zone come il Lago d’Orta restano ancora in parte inesplorate, anche sotto l’aspetto enogastronomico. “Turisti italiani e stranieri stanno iniziando a conoscerci soltanto adesso – conclude Andrea Giacomini – eppure abbiamo tipicità enogastronomiche invidiabili. Il territorio offre prodotti eccellenti che vengono magistralmente lavorati e proposti dai nostri chef. Nel novarese vi sono ristoranti stellati e forchette d’oro, in cucina abbiamo dei veri e propri campioni”.
E a proposito di campioni, sul lago novarese gli operatori della BITEG hanno potuto degustare il prelibato risotto preparato da Paolo Viviani, chef dell’Hotel San Rocco di Orta e vincitore delle Olimpiadi Mondiali del Riso tenutesi in Spagna nel 2006.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl