COMUNICATO STAMPA: MERIDIES RINUNCIA AL CONTRIBUTO PER "RI...APRITI SESAMO":"DESTINATELI AL BUFFET PER FESTA DEI GIGLI" (30.05.2009)

30/mag/2009 10.25.48 Associazione Meridies Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

MERIDIES RINUNCIA AL CONTRIBUTO PER "RI...APRITI SESAMO":
"DESTINATELI AL BUFFET PER FESTA DEI GIGLI" (30.05.2009)
 
Nola- L’Associazione Meridies comunica che intende rinunciare al contributo comunale per l’apertura dei siti archeologici e di interesse turistico di Nola, previsto da novembre e mai ricevuto, annullando, così, il progetto “Ri…Apriti Sesamo”. L’attivissima associazione nolana, che da oltre dieci anni si occupa, con grandi sacrifici, dei beni culturali di Nola e dintorni, particolarmente del Villaggio Preistorico di Nola e del Museo Diocesano, ha deciso così di rinunciare al contributo che l’Assessorato ai Beni Culturali e la Giunta del Comune di Nola avevano previsto lo scorso novembre (Delibera di Giunta Comunale n. 306 del 04.11.2008). Il progetto dal titolo “Ri…Apriti Sesamo”, che si richiama alla manifestazione che dal 1995 ha consentito la riapertura di molti siti culturali chiusi, come le Basiliche Paleocristiane di Cimitile e tanti altri, prevedeva una importante inversione di tendenza nella fruizione dei beni culturali nolani, passando dall’apertura domenicale del solo Villaggio Preistorico e quella su prenotazione degli altri siti, all’apertura ogni venerdì, sabato e domenica di almeno due beni culturali al giorno ad orari prestabiliti. Tale iniziativa avrebbe chiaramente trasformato sensibilmente l’immagine turistica della città di Nola e avrebbe facilitato non poco la fruizione dei monumenti locali, dando la possibilità a turisti e non di trovare sempre, in queste tre giornate, almeno due siti aperti. Per la realizzazione di tale ambizioso programma, l’assessorato diretto da Arturo Cutolo aveva previsto un contributo per la realizzazione del materiale informativo e delle spese per le aperture di cinquemila euro. “Invitiamo il Comune di Nola, nonostante l’impegno e la disponibilità dimostrata dal Sindaco Felice Napolitano e dagli Assessori Arturo Cutolo e Francesco Franzese, ad utilizzare questi soldi destinati ai beni culturali nolani, magari per il buffet che si svolge sul comune ogni anno per la Festa dei Gigli. Può darsi che – ha proseguito con amarezza Angelo Amato de Serpis, Presidente di Meridies –, destinandoli alla Festa dei Gigli, potranno finalmente essere erogati, visto che da novembre non riusciamo a far partire il progetto “Ri…Apriti Sesamo”. Con tale iniziativa, dal venerdì alla domenica, sarebbero stati aperti due siti al giorno come l’Anfiteatro Laterizio, il Villaggio Preistorico, gli scavi della Chiesa di S. Biagio, la Chiesa di S. Maria Jacobi ed il Museo Diocesano. Se da novembre ad oggi non abbiamo ricevuto nulla, nonostante gli sforzi, allora vuol dire che, evidentemente, i beni culturali non interessano molto a questa città e pensiamo non sia giusto dover elemosinare per un po’ di cultura. C’eravamo proposti di far entrare Nola ancor di più in un’ottica turistica facendo nascere un’offerta interessante, reale e continua e che avrebbe anche comportato per Meridies uno sforzo organizzativo di non poco conto. Inoltre avremmo fatto partire subito dopo un nostro vecchio progetto di carta turistica dell’area nolana che, abbinandolo a “Ri…Apriti Sesamo”, avrebbe avuto un’utilità ancora maggiore. Non sappiamo perché stiamo ancora aspettando, dopo tanti mesi, pur essendo l’iter burocratico completato da novembre, forse perché sono impegni di spesa che non riguardano i gigli? Certo che, dopo tutte le difficoltà che abbiamo al Villaggio Preistorico, vedere ancora una volta la nostra città girare le spalle al proprio patrimonio culturale, è a dir poco avvilente e la voglia di mollare tutto sta diventando sempre più forte. Nola è una città “delittuosa” nei confronti dei suoi beni culturali, ha un patrimonio inestimabile che sembra sia più un fastidio che un vanto o, ancor di più, una valida possibilità di sviluppo”.
Nola 30.05.2009
 

INFO: www.areanolana.it

 

Hai ricevuto quetsa mail in quanto iscritto alla mailing list dell'Associazione Meridies. Se non intendi ricevere informazioni e comunicato dal sito www.areanolana.it di Meridies puoi cancellare il tuo indirizzo di posta elettronica dalla nostra lista rispondendo alla newsletter ricevuta con oggetto "cancellami". I dati in possesso dell'Ufficio Stampa sono trattati in rispetto all'art. 7 del codice della Privacy  (d. lgs 196/2003), sulla tutela dei dati personali e saranno utilizzati al fine di aggiornarti sulle notizie da te prescelte.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl