COMUNICATO STAMPA: L'ARTE CAMPANA E NOLANA IN CINA (27.06.2009)

27/giu/2009 09.27.49 Associazione Meridies Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

L’ARTE CAMPANA E NOLANA IN CINA

 

L’Associazione Meridies è lieta di comunicare che il giorno 28 giugno ‘09 si avrà la presentazione della mostra “C'Arte Coperte, con scene multiple”, aperta fino al 2 luglio,presso la School of Fine Arts della Hebei Normal University ed il giorno 4 luglio ’09, fino al 5 luglio, presso il Palazzo del Popolo della città di Shijiazhuang, Hebei Province, P.R.China. La mostra, che si terrà in contemporanea con la "2009 Hebei International Education Exhibition", è organizzata appunto dal DraMS LUARK - Laboratorio di rappresentazione della conoscenza urbana ed architettonica dell'Università degli Studi di Napoli Parthenope in collaborazione con il College of International Culture Exchange della Hebei Normal University (R.P.China), dal Dipartimento per la Istruzione dalla Provincia di Hebei e dal Hebei International Affair Consultant & Service Centre della Hebei Normal University. Inoltre si avvale del patrocinio della Regione Campania, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, dell’International Association of Paper Historian, dell’Ordine degli Architetti di Napoli, del Dipartimento per le Tecnologie dell’Università Parthenope di Napoli, del Comune di Nola, de Il Denaro e dell’Associazione Meridies.

Le sezioni in cui essa si comporrà sono tre momenti dell'uso del supporto cartaceo per accogliere immagini fantastiche o reali nelle forme della fotografia e della incisione. Nella sezione "Per filo e per segno" verranno esposte circa 150 opere provenienti dal laboratorio di incisione "Il Laboratorio" di Vittorio Avella (acqueforti, acquetinte e libri d’artista), mentre nella sezione "Letture" potranno vedersi una selezione degli scatti d'autore di Guido Giannini pubblicati con le Edizioni il Chiostro, nonchè nella sezione "l'arte dell'allievo" verrà proposta una selezione di opere eseguite dagli studenti nell'ambito del laboratorio di incisione dell'Accademia di Belle Arti di Napoli.

Questa partecipazione inaugura un ciclo di incontri ed un'attività di coordinamento operativo tra Università, Accademia e laboratori artigianali campani che operano nel settore della grafica e della editoria che si propongono in terra d’oriente.  La mostra, che sarà visitabile dal 28 giugno presso il College of  Fine Arts della Hebei Normal University, verrà presentata al pubblico dei visitatori della "2009 Hebei International Education Exhibition" il giorno 4 e 5 luglio 2009. Nell'ambito della fiera educativa si stanno comunque programmando una serie di incontri tra la delegazione campana che partecipa alla mostra ed i visitatori della fiera educativa, i docenti delle facoltà interessate della Hebei Normal University ed i rappresentanti delle amministrazioni locali. Questi incontri potranno configurarsi in forma di B2B o di conferenza. Sarà presente la televisione della provincia dello Hebei.

Dopo questa prima tappa saranno predisposte anche altri allestimenti in diverse Accademie presenti nelle Università cinesi. Sono in corso diversi contatti tra cui l'Accademia Centrale di Pechino e la Tsinghua University.

La delegazione sarà composta da Francesco Maglioccola, dal delegato per l'internazionalizzazione dell'Accademia di Belle Arti di Napoli prof.ssa Adriana De Manes, e dai titolari della stamperia d'Arte "Il Laboratorio" maestri Vittorio Avella e Antonio Sgambati.

La finalità di questa partecipazione è incrementare il dialogo e la conoscenza reciproca tra la Campania e la Cina, l'incoming di studenti cinesi presso le istituzioni formative campane, di favorire il dialogo con le amministrazioni locali e provinciali dell'Hebei e più in generali cinesi, nonchè di favorire la attività di scambio nel settore artistico/artigianale di opere prodotte in Campania. 

 


L'Accademia di Belle Arti di Napoli ha recentemente siglato un accordo di collaborazione con la Hebei Normal University che prevede una serie di attività comuni che vanno dallo scambio di studenti, dal favorire la venuta in Italia di studenti cinesi selezionati dalla Hebei Normal University, fino alla definizione di curricula congiunti. La partecipazione dell'Accademia di Belle Arti di Napoli verrà testimoniata dal delegato per la Internazionalizzazione, prof.ssa Adriana De Manes.


"Il Laboratorio" di Vittorio Avella, oggi uno dei più bravi maestri d’ incisione in circolazione, si presenta come una attiva realtà produttiva in Campania. Vittorio Avella, nato a Nola (Napoli) nel 1942 dove vive e lavora. Dopo aver frequentato l'Accademia di Belle Arti di Napoli, nel 1964 si trasferisce a Parigi con borsa di studio del Governo francese dove segue i corsi d'incisione all'Ecole des beaux-arts. Nel 1968 pubblica presso le edizioni "Les cahiers de la roselière" di Parigi un libro ("Anche il mare non ha voce") composto di cinque poesie e cinque acqueforti. Il primo esemplare, le lastre biffate ed i disegni preparatori vengono acquistati e presentati alla Biblioteca Comunale di Milano. Dal 1970 al 1972 vive e lavora a Milano. Nel 1972 esce, per le edizioni "Il Cappello" di Verona, una cartella di sei incisioni, esposta alla mostra-mercato della grafica per la galleria "1+1" di Padova. Il ritorno a Nola, nel 1972, segna l'inizio di una feconda partecipazione al dibattito culturale sul territorio e la sua incidenza sul sociale. Organizza e dirige a Nola il "Centro Arteincontri", partecipa alle più importanti manifestazioni e rassegne in Italia e mantiene contatti internazionali, anche nel quadro delle attività che si vanno sviluppando intorno allo stesso "Centro". Dirige e cura, con i suoi collaboratori, la galleria di grafica presso l'editore Marotta, a Napoli. Poi la modifica della struttura del suo studio calcografico e la fondazione de Il Laboratorio. La partecipazione de "Il Laboratorio" verrà testimoniata dal Maestro Vittorio Avella e da Antonio Sgambati.


Saranno presentate opere di:

Sezione incisioni

Ferdinando Ambrosino, Vittorio Avella, Angelo Casciello, Pasquale Coppola, Bruno d’Arcevia, Luce  Delhove, Stefano di Stasio, Gaetano di Riso, Bruno Donzelli,  Gillo Dorfles,  Salvatore Emblema, Sergio Fermariello, Giuseppe Ferraro, Giannetto Fieschi, Hsiao Chin, Peter Krawagna, Cristian Leperino, Pietro Lista,  Giuseppe Maraniello,  Heinz Mollet,  Angela Occhipinti,  Annibale Oste, Mimmo Paladino,  Salvatore Paladino,  Mario Persico,  Antonio Petti,  Gianni Pisani,  Luca Pollicino,  Francesca Poto,  Susanne Ristow,  Stephen Roach, Errico Ruotolo, Oreste Zevola


Sezione libri d’artista

Vittorio Avella, Jolanda Capriglione, Edoardo Sant’Elia, Mimmo Grasso, Manuel Cargalero, Fausta Squatriti, Guido Oldani, Riccardo Dalisi, Giacomo Scotti, Gabriele Frasca, Francesco Filia,  Goffredo Fofi, Ronny Someck, Mariano Baino, Giovanni Chiavo Campo, Oreste Zevola, Sergio Vecchio, Aldo Masullo, Mimmo Paladino, Adriana De Manes, Ernesto Tatafiore, Nicca Iovinella, Idolina Landolfi, Mario Lunetta, Felice Simonetti, Augusto Massa, Gabriele Marino, Anna Valla, Felix Policastro, Raffaele D’Andria, Santolo De Luca, Mohammed Hamza Ghanayem, Renato Barisani, Marcia Teophilo, Aldo Turchiaro, Guido Oldani, Lamberto Correggiari


Guido Giannini fotoreporter (come ama definirsi) che tuttavia conserva il tocco raro del poeta è nato a Napoli dove vive tuttora. Dopo varie esperienze lavorative e un bagaglio di studi irregolari, inizia a fotografare alla fine degli anni ’50. Ha tenuto personali a: Acerra, Angri, Benevento, Caserta Vecchia, Ceppaloni, Follonica, Giugliano, Messina, Milano, Napoli, Nola, Palermo, Pozzuoli, Roma, Rozzano, San Lupo,  Sant’Antimo, Sant’Arpino, Scisciano, Solighetto, Somma Vesuviana, Succivo, Torre del Greco e Vico Equense. Ha partecipato, inoltre, a varie collettive. Ha pubblicato: Sopravvivenza Sopravvivenze, La Casa Usher - Firenze 1986; Immagini allo specchio, Galzerano editore - Casalvelino scalo (SA) 1993; Luoghi d’Autore, Edizioni Intramoenia - Napoli 1995;  Il manifesto Venti foto, Edizioni La Città del Sole - Napoli 1998; Dieci foto per il Mondo, dizioni il Chiostro - Benevento 2000; Le Miniere di Tufo (La Città sotterranea), De Angelis Editore - Avellino 2001; Letture,  Edizioni il Chiostro - Benevento 2007. Collabora con: Il Manifesto, Il Mattino, La Repubblica, Liberazione, LiberEtà, L’Unità, Qui Touring, Rocca.

Guido Giannini non sarà presente alla mostra in Cina .

 

La  Hebei Normal University (R.P.China) che ha sede a ShiJiaZhuang, capoluogo della Provincia dello Hebei, ha 19 facoltà, circa 30.000 studenti e 3.000 full-time faculty members.

 

La provincia dello Hebei (R.P.China), ha circa 60 milioni di abitanti il cui 10% vive nel capoluogo ShiJiaZhuang.

 

Nola lì 27.06.2009

 

INFO: www.areanolana.it

 

Hai ricevuto quetsa mail in quanto iscritto alla mailing list dell'Associazione Meridies. Se non intendi ricevere informazioni e comunicato dal sito www.areanolana.it di Meridies puoi cancellare il tuo indirizzo di posta elettronica dalla nostra lista rispondendo alla newsletter ricevuta con oggetto "cancellami". I dati in possesso dell'Ufficio Stampa sono trattati in rispetto all'art. 7 del codice della Privacy  (d. lgs 196/2003), sulla tutela dei dati personali e saranno utilizzati al fine di aggiornarti sulle notizie da te prescelte.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl