Un successo clamoroso per la cantina di Miss Italia

16/set/2009 11.36.39 Consorzio Cusio Turismo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Un successo clamoroso per la cantina di Miss Italia

 

Oltre 400 ospiti al giorno per un totale di 3000 passaggi. 100 etichette di vino, 30 produttori da tutta Italia, oltre 1500 bottiglie. E poi, ancora, 15 donne sommelier da Lazio e Toscana, 10 allievi da una scuola alberghiera siciliana e 4 hostess di sala. Numeri di tutto rispetto per la Cantina di Miss Italia, iniziativa fortemente voluta da Patrizia Mirigliani e Fausto Borella in occasione de 70 anni del concorso.
A tirare le somme della manifestazione è lo stesso Borella, presidente dell’associazione Maestrodivino: “Siamo rimasti aperti 16 ore al giorno per un’intera settimana – spiega il noto sommelier – abbiamo somministrato cibo e vini in continuazione, dall’una del pomeriggio alle 5 del mattino. Un’esperienza impegnativa ma straordinaria”.
Grandi chef da tutta Italia hanno servito piatti esclusivi a commensali d’eccezione, dalla giuria alla conduttrice del programma, dagli ospiti delle serate televisive agli sponsor, dai giornalisti alle autorità istituzionali. In tavola i piatti dello chef Gianfranco Vissani, quelli dei cuochi lucchesi, e le specialità preparate dal campione delle Olimpiadi Mondiali del Riso, Paolo Viviani.
Tra i numerosi ospiti Ricky Tognazzi e Simona Izzo, Fioretta Mari e Gianna Tani, Claudio Cecchetto e Federica Pellegrini, Tania Cagnotto e Riccardo Scamarcio.
“Sono assolutamente entusiasta – commenta Borella – dopo la pausa dell’anno scorso, la Cantina di Miss Italia è tornata alla grande e con sponsor importanti. Iniziative come questa ci spronano a continuare sulla strada intrapresa”.
Tra gli eventi da segnalare, l’aperitivo delle miss, cocktail rigorosamente analcolico, leggero, delicato, ipocalorico, a base di cedrata, succo di arancia e carota, creato per l’occasione dai barman dell’Hotel San Rocco di Orta San Giulio, Fabio Moracchini e Massimiliano Failla. Offerte dal San Rocco anche le cene dello chef Paolo Viviani. 
Sensazionale e ben riuscita la performance di body-art che Natali Grunska, ucraina di nascita ma varesotta d’adozione, ha voluto regalare a Patrizia Mirigliani, disegnando un tema dedicato ai 70 anni del concorso sul corpo di Miss Piemonte 2008, al secolo Amanda De Mar. Di Natali anche alcune etichette d’occasione realizzate per i vini della Cantina.
Un trionfo di sapori e di consensi per il pranzo a base di prodotti tipici della provincia di Lucca, al quale hanno partecipato ospiti vip e giornalisti.
Bene pure la degustazione delle specialità siciliane, preparate con maestria dai giovani allievi dell’istituto alberghiero “Antonello” di Messina. Un successo, poi, l’angolo del gelato allestito da Ileana Randi e Max Ciafardoni, vice presidente dell’associazione gelatieri abruzzesi. 
Il tutto in un contesto incantevole, quello della “Taverna Rossa” del palacongressi di Salsomaggiore, impreziosito e reso più affascinante dalle meravigliose opere del flower designer Vincenzo Dascanio, che ha arredato con cura e con gusto la zona lounge della Cantina.
Da non dimenticare lo straordinario spettacolo di luci e suoni, che ha animato il cortile esterno della Cantina in occasione della serata conclusiva. L’iniziativa, offerta dal presidente del Consorzio Cusio Turismo Andrea Giacomini, ha portato in cantina le musiche e i colori del Lago d’Orta, regalando a Patrizia Mirigliani, a Miss Italia 2009 e a tutti i presenti uno spettacolo suggestivo e carico di emozioni.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl