26 importatori provenienti da 18 Paesi si ritrovano a Dozza per assaggiare e conoscere il vino Romagnolo

26 importatori provenienti da 18 Paesi si ritrovano a Dozza per assaggiare e conoscere il vino Romagnolo 26 importatori provenienti da 18 Paesi si ritrovano a Dozza per assaggiare e conoscere il vino Romagnolo Il 5, 6 e 7 novembre il Consorzio Vini di Romagna ha organizzato un workshop internazionale al quale parteciperanno 20 aziende vinicole Proseguendo lungo li direttrici tracciate nel corso dell'ultima assemblea generale dei soci, il Consorzio Vini di Romagna ha organizzato per la prima settimana di novembre un workshop internazionale.

30/ott/2009 16.29.43 Pierluigi Papi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

26 importatori provenienti da 18 Paesi si ritrovano a Dozza per assaggiare e conoscere il vino Romagnolo

Il 5, 6 e 7 novembre il Consorzio Vini di Romagna ha organizzato un workshop internazionale al quale parteciperanno 20 aziende vinicole

 

Proseguendo lungo li direttrici tracciate nel corso dell’ultima assemblea generale dei soci, il Consorzio Vini di Romagna ha organizzato per la prima settimana di novembre un workshop internazionale. Nei giorni 5, 6 e 7 novembre, infatti, arriveranno sul territorio romagnolo ben 26 buyer provenienti da 18 Paesi, europei ed extraeuropei: Danimarca, Svezia, Norvegia, Gran Bretagna, Belgio, Finlandia, Olanda, Repubblica Ceca, Lichtenstein, Lituania, Estonia, Australia, Giappone, Usa, Canada, Brasile, Emirati Arabi, Malesia.

 

E’ la prima volta che in Regione viene organizzato in maniera strutturata e professionale un appuntamento del genere (appuntamenti usuali in Usa e Francia). Obiettivo primario del workshop è quello di far incontrare i buyer con una selezione di Aziende vinicole della Romagna, in totale una ventina, che potranno così presentare loro stessi ed i propri prodotti. Per fare questo, venerdì 6 e sabato 7 nella cornice di Monte del Re di Dozza si terranno i vari colloqui che metteranno di fronte solamente quelle parti che hanno precedentemente manifestato reciproco interesse commerciale. Come dire: “la domanda incontra l’offerta”.

 

Per arrivare preparati al workshop, il Consorzio Vini ha organizzato nei mesi precedenti una serie di incontri per studiare i mercati di riferimento dei vari paesi coinvolti e le caratteristiche dei buyer (dimensioni, tipologia clienti, ecc.). Da questi incontri è uscita la lista degli operatori stranieri e delle aziende romagnole che parteciperanno alla tre giorni.

 

Oltre ai vini, gli operatori stranieri potranno anche apprezzare la rinomata e proverbiale ospitalità romagnola. Infatti, al di fuori degli incontri professionali di Dozza, i buyer avranno l’occasione di ammirare il territorio, le verdi colline ed i vigneti, e cenare direttamente nelle case dei produttori che si sono resi disponibili.

E sempre in materia di ospitalità, il Consorzio Vini di Romagna ha invitato a partecipare agli incontri anche il Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano che sarà presente a Dozza con sei cantine.

                                                                          

 

 

Ufficio stampa per Ph5:

Pierluigi Papi tel. 0545 61141 - 338 3648766 pep@agenziastampa.ra.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl