Ponte dell’Immacolata nei borghi dell’Umbria

01/dic/2009 12.42.07 girogustando Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Fame d’arte, enogastronomia d’eccellenza e natura? Allora il vostro fine settimana ideale per il ponte dell’Immacolata è nella splendida Umbria, alla scoperta di borghi medievali e meraviglie di ogni genere.

A partire da Spoleto: cittadina colta e raffinata, famosa per il suo festival dei due mondi, che ogni anno richiama da tutto il mondo migliaia di appassionati.

Spoleto è una città intimamente medioevale, ricca di vie e vicoli che si intersecano, e di palazzi ed edifici antichi. Tra questi i più belli sono il Palazzo Comunale, Palazzo Rosari-Spada, Palazzo della Signoria. Punto focale della città è la Rocca e il Ponte delle Torri, complesso monumentale di rara bellezza e forte impatto visivo che la sovrasta e la connota. Altri monumenti da visitare sono il Duomo e i molti resti romani come L'arco di Druso, il teatro romano o il Ponte Sanguinario. Da Spoleto a Foligno sono solo pochi chilometri per ammirare uno dei rari centri storici dell'Umbria edificato in pianura. Il momento più significativo di una visita a Foligno è probabilmente rappresentato dalla visita a Piazza della Repubblica e all'attigua Piazza Duomo. I turisti più attenti non dovrebbero lasciare Foligno senza aver visitato la chiesa romanica di Santa Maria Infraportas. Fra le più importanti manifestazioni organizzate nella città merita senza dubbio una nota particolare la Giostra della Quintana.

Ed ora, un’esperienza indimenticabile. Alla volta di Spello, meraviglioso scrigno medievale, tappa obbligata è la famosa Cappella Baglioni del Pinturicchio, collocata nella Chiesa di Santa Maria Maggiore.

Un vero e proprio tripudio di colori e virtuosismi che mettono in luce tutta la maestria del  grande artista umbro.

Ancora un delizioso borgo per il vostro ponte dell’8 dicembre: vi invitiamo a Citerna, classificato tra i “Borghi Più Belli d’Italia”, Citerna offre all’occhio ammirato del visitatore verdi distese alla confluenza fra due torrenti, Cerfone e Sovaro. Il borgo è ricco di angoli suggestivi, racchiusi dentro la cinta muraria, realizzata tra XIII e XIV secolo con due accessi principali: a sud Porta Romana e a nord Porta Fiorentina. Da non perdere il Monastero di Santa Elisabetta, nella cui chiesa a forma esagonale si trova una Vesperbild, iconografia tedesca raffigurante una Pietà del XIV secolo; splendida la piazza principale, Scipione Scipioni, da cui si ammira in tutta la sua bellezza il bacino idrografico del Tevere e la corona appenninica che lo delimita come un enorme catino, dal monte de La Verna a nord ai Monti Sibillini a sud, quasi a formare uno scenografico anfiteatro naturale. E per finire, un tuffo nell’enogastronomia umbra: da non perdere gli strangozzi al tartufo, piatto tipico del posto, accompagnato da un buon bicchiere di Sagrantino.

E per il vostro soggiorno?

Ecco le strutture consigliate, tanti agriturismi per vivere appieno il gusto della vacanza nel verde e del turismo rurale, in luoghi incontaminati.

http://www.girogustando.it/Elenco-strutture-Girogustando-UMBRIA-Agriturismi.htm

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl