Itinerari e vacanze a Otranto

08/ott/2010 12.18.27 Digitcom Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

vacanze otranto, viaggi otrantoLa Puglia, ed il Salento in particolare, oltre alla classica vacanza al mare, offrono molteplici alternative per arricchire ulteriormente la propria esperienza di viaggio. Storia, cultura e tradizioni si possono scorgere in ogni dove: borghi, centri abitati, castelli e torri di avvistamento narrano la storia millenaria di questa regione.

Uno degli itinerari più affascinanti alla scoperta del Salento più vero, va da Otranto a Santa Cesarea Terme, lungo la litoranea, strada che corre quasi sospesa sul mare.

Otranto, antica città fortificata dalla storia millenaria, nei secoli è stata un crocevia di popoli e civiltà. Le dominazioni del passato hanno lasciato numerose testimonianze, tra cui il Castello Aragonese e la Cattedrale.

Percorrendo la litoranea, lasciandosi alle spalle Otranto, è possibile ammirare la Baia delle Orte, contornata da una rigogliosa macchia mediterranea. In questo specchio d’acqua cristallina trovano riparo le imbarcazioni quando il mare è molto agitato a causa della tramontana, il vento che soffia da nord.

Più in là è possibile scorgere il faro di “Punta Palascìa”, il cui edificio ospita il museo multimediale del mare. Il faro bianco che si staglia con tutta la sua imponenza nel blu dell’Adriatico rende questo angolo di Puglia uno posto assolutamente splendido. Inoltre, Punta Palascia è il luogo più ad oriente d’Italia.

Dopo un tornante in discesa si scorge la “Torre di Sant’Emiliano” costruita nel XVI secolo circa, serviva ad avvistare gli invasori provenienti dal mare. Questa torre, una delle tante presenti ad intervalli regolari lunga la litoranea, comunica visivamente con il faro di “Punta Palascia”, ove un tempo era presente una torre simile, e con la Torre di Porto Badisco, un piccolo borgo di pescatori, posto tra Otranto e Santa Cesarea Terme.

É proprio Porto Badisco il luogo ove è possibile concedersi un momento di pausa per assaporare i ricci di mare. Ed infatti i bar e trattorie (che si contano sulle dita di una mano) presenti nel borgo sono soliti servire questi frutti di mare su tavoli alquanto spartani, posti direttamente sulla strada.

Continuando verso Santa Cesarea Terme la macchia mediterranea che fin qui era caratterizzata da piante ed fiori dai mille colori, soprattutto in primavera lascia il posto ad alberi e pini di alto fusto che nascondono in alcuni tratti lo specchio d’acqua sottostante, ma che contribuiscono a rendere assolutamente piacevole e variegato il paesaggio.

Otranto e Santa Cesarea Terme sono due delle località turistiche più rinomate del Salento, dotate di servizi e strutture turistiche moderne che ben si integrano con il contesto paesaggistico e architettonico in si trovano.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl