A zonzo per il Trentino

A zonzo per il Trentino Se vi piace praticare un turismo itinerante, piluccando qua e là quel che di meglio il territorio ha da offrire, sicuramente troverete pane per i vostri denti in Trentino, regione disseminata di piccoli borghi dove c'è sempre qualcosa da vedere o da assaggiare, nella cornice di un paesaggio alpino che invita alle passeggiate tra boschi e prati.

17/dic/2010 11.10.42 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se vi piace praticare un turismo itinerante, piluccando qua e là quel che di meglio il territorio ha da offrire, sicuramente troverete pane per i vostri denti in Trentino, regione disseminata di piccoli borghi dove c'è sempre qualcosa da vedere o da assaggiare, nella cornice di un paesaggio alpino che invita alle passeggiate tra boschi e prati. Suggeriamo qui un paio di località trentine dove sostare nel vostro girovagare o dove trascorrere più giorni di relax.

Delle vacanze a Volano in Valle Lagarina vi porteranno subito a nord di Rovereto. Di qui passava un tempo l'antica via romana, poi divenuta via imperiale, che serviva la direttrice sud-nord. Il fondovalle è una distesa di meleti e vigne, infatti Volano si trova lungo la Strada del Vino e dei Sapori della Vallagarina ed è terra nota per la vinificazione del Marzemino "dei Ziresi", detto anche "marzemino gentile", ideale per accompagnare primi piatti con sughi di funghi, carni bianche e rosse, salumi. Nel centro del paese potrete visitare la chiesa di San Rocco, del 1502, che contiene pregevoli affreschi, e la pieve della Purificazione di Maria, che consta di otto altari policromi. Passeggiando per il paese potrete ammirare edifici e capitelli ornati da antiche pitture.

Nella Val di Non, terra delle mele Renetta, Golden Delicious e Red Stark, potrete trascorrere una giornata o le vacanze nel borgo di Terres, un piccolissimo villaggio di 300 abitanti sulla sponda destra del torrente Tresenga. Da vedere la chiesa dei santi Filippo e Giacomo, ricostruita nel 1828, e l'antica chiesetta di San Giorgio, con pitture murali che risalgono al XII secolo. Interessante, per gli escursionisti, la galleria costruita per agevolare il trekking fra la bassa Val di Non e la Valle di Tovel.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl