In Trentino per turismo rurale ed enologico

24/gen/2011 10.56.03 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se non siete fra coloro che amano scapicollarsi d'inverno giù per le piste da discesa e arrampicarsi d'estate su scoscese pareti, probabilmente, però, sapete apprezzare la montagna per altri aspetti, sicuramente non meno attraenti.

Nella Piana Rotaliana si può passeggiare in un luogo letteralmente tappezzato di viti, dalle quali si ricavano vini pregiati come il famoso Teroldego Rotaliano e il Traminer aromatico. Le cantine sono visitabili e spesso effettuano anche la vendita diretta al pubblico. Sulla Strada del Vino e dei Sapori, che attraversa questa pianura circondata dai monti, la qualità, sia dei prodotti enogastronomici, sia dell'ospitalità, è di alto livello. Se vi è venuta voglia di fare una gita che abbini belle passeggiate in un interessante centro storico, escursioni nel verde e degustazione di buon vino, basta cercare, per esempio, fra gli hotel di Mezzolombardo, prenotare e prevedere lo spazio in auto per portare a casa qualche buona bottiglia.

Per trascorrere una vacanza all'insegna del mondo contadino, cercate "hotel di Ronchi Valsugana" e troverete sistemazioni in antichi masi, riattati per accogliere il turista con tutti confort della modernità, calati però in un'atmosfera d'altri tempi. Aprendo la finestra, mentre ci si riempie i polmoni di aria buona, si ammira il bel paesaggio che alterna terrazzamenti coltivati a boschi di castagni. Vicino c'è la Val di Cavè, dove passeggiare fra sorgenti e laghetti. Da vedere anche la chiesa dei Sette Dolori e la Chiesa Alpina.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl