Anche la vista ha bisogno di ferie

12/apr/2011 10.40.47 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo sapevate che anche gli occhi, nella vita moderna, diventano per così dire "sedentari" e soffrono dei problemi dovuti al fatto che si muovono troppo poco? L'ampiezza e la rapidità dei movimenti dei nostri occhi sono molto ridotte rispetto a quello per cui sono stati "programmati", soprattutto per chi vive in città e lavora in ufficio. Gli occhi in quesi ambiti non riescono mai a spaziare, perché c'è sempre qualcosa che interrompe la distesa dello sguardo, come i muri, le vetrine, le auto in città, fino ad arrivare a distanze di poche decine di centimetri quando si lavora in ufficio e i movimenti oculari vanno dal monitor alla scrivania o poco più.

Questa rigidità dello sguardo col tempo si trasforma in difetto visivo, proprio per questo viene consigliato, a chi lavora al computer, di guardare spesso fuori dalla finestra, cercando il punto più lontano.

Allora quest'estate programmate le ferie pensando anche ai vostri occhi. Se l'orizzonte al mare dopo poco vi annoia, provate con gli splendidi panorami alpini. Nel Trentino vi sono località in posizioni estremamente favorevoli. Se prenotate, per esempio, un hotel a Coredo, vi troverete su di un altopiano baciato dal sole, circondato da distese di meli, al cospetto delle Dolomiti di Brenta e delle Maddalene. Per una vista mozzafiato sulla valle dell'Adige, invece, cercate su Internet "hotel Fai della Paganella", scegliete la vostra sistemazione e preparatevi a delle splendide vacanze.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl