Tra cultura ladina e cibo tipico

Finalmente l'estate e finalmente un po' di relax dalla routine quotidiana.

Persone Val di Fassa
Argomenti physiology, industry

01/giu/2011 10.06.41 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Finalmente l’estate e finalmente un po’ di relax dalla routine quotidiana. Ma come passare questi giorni di tranquillità che ci attendono? Cosa fare? E, soprattutto, dove andare?

Se volete coniugare divertimento, relax e armonia, la risposta giusta è: in Trentino Alto Adige.

Se siete amanti del folklore, per esempio, le vacanze a Canazei faranno al caso vostro. Nota località turistica collocata in una conca naturale e molto attiva nella salvaguardia degli usi e costumi tipici, Canazei si presenta come meta ideale per chi ama immergersi nelle culture locali. Qui, infatti, nel periodo estivo, sarà possibile riscoprire i fienili storici grazie alla loro riapertura per la manifestazione Te anter i tobiè o ancora fare un salto nella cultura ladina grazie alla manifestazione Gran festa da d´istà. A proposito di cultura ladina: girovagando per la Val di Fassa ai turisti capiterà, sicuramente, di sentir parlare una lingua “strana”, la lingua ladina, appunto, idioma parlato da una minoranza linguistica e tutelato da apposite leggi.

Rimanendo in Val di Fassa, perché non passare le vacanze a  Moena? Qui potrete, oltre che approfondire la cultura ladina, dedicarvi a passeggiate ed escursioni lungo i sentieri e assaporare la cucina tipica del territorio con i rinomati prodotti locali, tra cui il famoso Puzzone di Moena, formaggio noto per la sua bontà ma anche per il suo particolarissimo odore e che è divento Presidio Slow Food, e naturalmente le famose mele.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl