Le Seychelles sarebbero il paradisiaco Eden, e non solo per le loro spiagge

Le Seychelles sarebbero il paradisiaco Eden, e non solo per le loro spiagge.

Persone Charles Gordon, Adamo, Eva
Luoghi Oceano Indiano, Seychelles, Curieuse, Quarter of Praslin
Organizzazioni Prima Posizione Srl
Argomenti botanica, economia, biologia, frutticoltura

14/lug/2011 16.33.05 Alba - Prima posizione Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Molte sono le leggende che si raccontano sulle paradisiache isole dell’Oceano Indiano e, in particolare, sull’arcipelago delle Seychelles.

Navi pirata infondate dalle tempeste, tesori occulti nelle profonde acque cristalline, animali che di notte si infondano le ali e volano alla luce della luna e tante altre storie tra le quali una in particolare riveste il soggiorno di chi fa la vacanza seychelles di un mistero ed emozione particolari: Eden.

Molti affermano che questo arcipelago sia infatti il Giardino dell’Eden o Paradiso Terrestre, il luogo in cui Dio creò tutti gli esseri viventi e dove vissero anche Adamo e Eva. E’ in questo luogo che secondo la Genesi Eva avrebbe ceduto alle tentazioni del serpente ed avrebbe assaggiato la mela proibita dell’Albero della Conoscenza del Bene e del Male che condannerebbe la razza umana ad un’esistenza dura e difficile, e alle donne in particolare alla sofferenza nel parto.

E proprio lì, nelle Seychelles, che numerose persone situano l’anelato paradiso. Il primo ad appuntarlo fu il generale britannico Charles Gordon, che commosso dalla bellezza dei paesaggi e fascinato dal mistero dell’esistenza del Coco de Mer (Cocco di mare) dichiarò fermamente di aver trovato l’origine della vita sulla Terra.

Il Cocco di Mare, che si trova esclusivamente nell’arcipelago delle Seychelles, è considerato il frutto proibito al posto della mela che cita la Bibbia, ed ha, infatti, delle simbologie e delle particolarità che sembrano fin troppo legate alla legenda di Adamo e Eva. La forma del Coco de Mer ricorda le gambe, pancia e cosce di una donna mentre del frutto al suo interno se ne parla come “il cuore”. Quest’ultimo è considerato, in più, uno degli afrodisiaci più potenti che esistono e si vende nei mercati a prezzi esorbitanti. Tale è la fama acquisita da questo frutto che il governo delle Seychelles lo protegge dalla popolazione locale ma anche di quelli che fanno viaggio seychelles tramite leggi e severe sanzioni.

In più, è un mistero il come questo frutto presumibilmente proibito si riproduca. Prima di localizzare le isole dell’arcipelago dove cresceva effettivamente questa palma (Praslin e Curieuse) si credeva che il particolare frutto di questo albero nascesse in boschi sub acquatici, dato che alla caduta dalla palma e a causa del suo peso (può arrivare ai 42 chili) il cocco si annega nell’acqua e solo quando germina e si apre i frutti salgono alla superficie nella forma che li ha resi famosi.

La leggenda, di nuovo, ha una versione diversa da raccontare a bambini e turisti in appartamenti in affitto seychelles nelle noti di temporale, gli esemplari maschi di questo tipo di albero si sradicherebbero per unirsi alle palme femmine. Nessuno, ovviamente, non ha mai presenziato tale spettacolo e vissuto per raccontarlo dato che secondo la legenda, i testimoni morirebbero convenientemente all’istante.

Eden o meno, le Seychelles sono un vero giardino delle delizie che vale la pena scoprire e che ha attirato e sedotto milioni di turisti, alcuni dei quali hanno deciso di rimanerci a vita e farne il loro proprio paradiso sulla Terra.


Articolo a cura di Alba Lorente
Prima Posizione Srl - usability

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl