Sciare o pedalare? In Trentino, questo non è un problema

25/ago/2011 15.15.18 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La regione del Trentino, incorniciata fra le Alpi Retiche e le Dolomiti, conta più di 6.200 kmq di superficie, raramente al di sotto dei 1.000 metri sul livello del mare. Questo significa una parola sola: montagna. Montagna vera, montagna pura, montagna aspra e incontenibile. Montagna fitta di salite e di discese, di lentezza e di velocità, di relax e di avventura. Un paradiso dei sensi, allenati o meno agli sport invernali, di sicuro amanti appassionati di bellezza, neve e stupore.

Come godere al meglio di questa ricchezza paesaggistica naturale? Inforcando un paio di sci o in sella a una bicicletta sportiva? Il problema non si pone: piste e percorsi ciclabili non mancano, anzi. Tuttavia è bene affidarsi a scuole di ciclismo in Trentino, così come a scuole di sci, snowboard e alpinismo per poter vivere in tutta sicurezza qualsiasi esperienza sportiva si decida di fare. L’offerta è generosa: i mountain-bikers possono scegliere tra lezioni individuali o di gruppo, per adulti, bambini e famiglie, con opzioni personalizzate o per agonisti.

Educazione stradale e preparazione fisica saranno alla base di ogni corso: conoscere il proprio corpo in movimento, la meccanica di una mountain bike, le tecniche di corsa, i cartelli stradali in un territorio montano, ecc. sono aspetti, sì, interessanti, ma soprattutto sono fondamentali per trascorrere serenamente qualche giorno all’aria aperta, all’insegna del divertimento responsabile. Per questo, anche sciare in Trentino fa rima con responsabilità: grazie a una rete coordinata di guardie forestali e operatori specializzati, il progetto Snow Friend sensibilizza i turisti al rispetto delle regole, incluse quelle di primo soccorso sulle piste sciistiche.


 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl