Dolomiti tra folklore e tradizioni

31/ago/2011 09.44.14 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Passare gli ultimi giorni d'agosto al riparo dalla calura estiva per rinfrescarsi corpo e mente godendo di bellissimi paesaggi e respirando aria pura è un sogno che può diventare realtà grazie al Trentino Alto Adige. Qui, infatti, sarà possibile godere di un clima fresco e immergersi in paesaggi da favola grazie alle splendide mete che la regione propone ai turisti. Un esempio è il gruppo del Cantinaccio, gruppo montuoso delle Dolomiti, che ha la caratteristica particolare di assumere un colore rosato al tramonto. Questa piccola magia è dovuta alla sua composizione chimica: le sue rocce, infatti, sono composte dalla dolomia, pietra caratteristica delle Dolomti. La leggenda popolare dà, però,  al fenomeno una spiegazione molto più suggestiva: il Re Laurino, mitico re dei ladini, avrebbe maledetto la zona che all'epoca costituiva il suo giardino di rose, poiché colpevole di aver attirato con la sua bellezza un principe che, innamoratosi della figlia di Laurino, la rapì.

Ma le Dolomiti contemplano anche la presenza del Gruppo del Sella, importante meta turistica per sciatori ed escursionisti, definita da alcuni un castello di roccia dall'aspetto maestoso.

Cosa aspettate per conoscere questi posti? Prenotate subito una vacanza rilassante e fiabesca per rilassarvi e immergervi nella storia e nelle tradizioni dolomitiche!

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl