Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico XIV Edizione

XIV Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico dal 17 al 20 novembre 2011 a Paestum L'iniziativa è promossa e realizzata dalla Provincia di Salerno in collaborazione con la Regione Campania, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, dell'ICCROM, Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali, dell'OMT, Organizzazione Mondiale del Turismo e dell'UNESCO con la partecipazione della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, dell'UPI Unione Province d'Italia, dell'Enit, della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Sa, Av, Bn, Ce, della Camera di Commercio di Salerno, del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e con il patrocinio del Consiglio d'Europa, del Ministro del Turismo, dell'Automobile club d'Italia, di Federturismo, Confturismo, Assoturismo, del Comune di Capaccio-Paestum e dell'Ente Provinciale per il Turismo di Salerno.

Persone Valerio Massimo Manfredi, Adriano La Regina, Piero Bartoloni Ordinario, Louis Godart Consigliere, Alessandro Cecchi Paone, Stefano De Caro, Eva Cantarella, Sebastiano Tusa Soprintendente, Alberto Angela, Sofia Pescarin, Ertugrul Günay, Antioco, Ugo Picarelli, Filippo
Luoghi Roma, Italia, Olanda, Sud, Russia, Svizzera, Germania, Svezia, Campania, Francia, Spagna, Belgio, Austria, Trapani, Salerno, Rovigo, Sassari, Turchia, Albania, Iraq, Algeria, Cambogia, Cartagine, Messico, Slovacchia, Frigia, Tunisia, Stati Uniti d'America, Georgia, Regno Unito, Capaccio, Paestum, Rovereto, Isole Egadi, Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, provincia di Salerno, Departamento del Beni
Organizzazioni Culturali, Organizzazione e valorizzazione del territorio, Nazionale Archeologi, Automobile club, UPI Unione, Unione Province, Fondazione Paestum, consiglio d'Europa, Ministero degli Esteri, Carabinieri, CNR, ISFOL, UNESCO, Quirinale, Camera dei Comuni, Ente Provinciale per il Turismo
Argomenti politica, archeologia, storia, economia

09/nov/2011 22.48.04 cilento Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

XIV Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico
dal 17 al 20 novembre 2011 a Paestum

L’iniziativa è promossa e realizzata dalla Provincia di Salerno in collaborazione con la Regione Campania, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Affari Esteri, dell’ICCROM, Centro Internazionale di Studi per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali, dell’OMT, Organizzazione Mondiale del Turismo e dell’UNESCO con la partecipazione della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, dell’UPI Unione Province d’Italia, dell’Enit, della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Sa, Av, Bn, Ce, della Camera di Commercio di Salerno, del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e con il patrocinio del Consiglio d’Europa, del Ministro del Turismo, dell’Automobile club d’Italia, di Federturismo, Confturismo, Assoturismo, del Comune di Capaccio-Paestum e dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno.
Unico Salone espositivo al mondo del patrimonio archeologico e prima mostra internazionale di tecnologie virtuali, l’evento ideato e diretto da Ugo Picarelli della Leader sas, si propone di favorire la commercializzazione di prodotti turistici specifici e l’approfondimento di temi inerenti la tutela, la fruizione, la valorizzazione dei beni culturali e la cooperazione tra i popoli. Strategico per la promozione del prodotto turistico culturale sarà il Workshop tra domanda e offerta con 80 buyers esteri selezionati dall’Enit provenienti da 12 Paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Gran Bretagna, Olanda, Repubblica Slovacca, Russia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera. Nel definire l’immagine coordinata della manifestazione, tradizionalmente legata al Paese Ospite ufficiale, quest’anno la Turchia, sono state scelte le gigantesche teste di pietra che adornano il Tempio del re Antioco in cima al Monte Nemrut. Il patrimonio archeologico della Turchia sarà illustrato venerdì 18 novembre, alla presenza del Ministro della Cultura e del Turismo Ertuğrul Günay, dai Direttori delle Missioni Archeologiche Italiane.
Le nuove frontiere internazionali della ricerca scientifica e tecnologica legate al mondo antico saranno protagoniste in ArcheoVirtual, esposizione sull’archeologia virtuale, a cura del Virtual Heritage Lab dell’Istituto per le Tecnologie Applicate ai Beni Culturali del CNR con la direzione di Sofia Pescarin. Nel workshop saranno presentate le applicazioni 3D ed i progetti di realtà virtuale in mostra nonché il progetto V.MUST.NET con i principali protagonisti dei computer game e del cinema che si confronteranno con gli esperti su possibili sinergie. Il workshop “La documentazione 3D in archeologia: un nuovo strumento per l’interpretazione e la ricerca” sarà focalizzato sull’applicazione di tecniche di modellazione e visualizzazione tridimensionale alla ricerca archeologica, con l’utilizzo di metodologie sviluppate nell’ambito dei progetti europei 3DCOFORM, CARARE e 3D-ICONS.
Al V Incontro delle Testate Archeologiche Internazionali “Tutela del patrimonio e turismo culturale in tempo di crisi” in collaborazione con ICCROM ed Archeo, interverranno il Direttore Generale dell’ICCROM Mounir Bouchenaki, i direttori delle testate archeologiche italiane ed estere, i Ministri della Cultura di Albania, Georgia, Iraq, Tunisia, il Ministro del Turismo della Cambogia. La Conferenza delle Regioni e delle Provience Autonome terrà una Commissione congiunta degli Assessori al Turismo e degli Assessori ai Beni e alle Attività Culturali, l’UPI Unione delle Province d’Italia il Coordinamento degli Assessori al Turismo e alla Cultura e l’Associazione Unesco Sud Italia la riunione degli associati.
La Direzione Generale per le Antichità e la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in collaborazione con ANA Associazione Nazionale Archeologi e CIA Confederazione Italiana Archeologi convocherà gli Stati Generali dell’Archeologia sul tema “La professione dell’archeologo. Chi fa archeologia oggi in Italia”. Al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica al rispetto ed alla salvaguardia del patrimonio archeologico, per evitarne il depauperamento ed il degrado ed assicurare che esso venga tramandato integro alle future generazioni, il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale confronterà la propria esperienza per la tutela del patrimonio culturale con quella di altri paesi alla presenza dei Rappresentanti Istituzionali di Turchia, Messico, Algeria e Tunisia, illustrando le best practices per una più efficace difesa delle testimonianze culturali che costituiscono la memoria dell’Umanità. La Fondazione Paestum concluderà le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia con il convegno “Per una storia culturale degli Italiani: dalle identità etniche a popolo” e presenterà con Arcus il progetto di valorizzazione integrata e di fruizione innovativa del settore orientale dell’antica città di Paestum.
Agli Incontri con i protagonisti interverranno Alberto Angela, divulgatore scientifico su “Impero: alla scoperta del mondo romano”, Sebastiano Tusa Soprintendente ai Beni Culturali e Ambientali di Trapani su “Roma e Cartagine: la battaglia navale delle Egadi dai libri di storia alle ricerche sui fondali”; Eva Cantarella Scrittrice e giurista e Stefano De Caro archeologo, già Direttore Generale per le Antichità del MiBAC su “Perché i Classici”; Francesco D’Andria Direttore Missione Archeologica Italiana a Hierapolis di Frigia in Turchia sul recente ritrovamento della tomba dell’apostolo Filippo; Alessandro Cecchi Paone, Autore e conduttore su “I Maya non hanno previsto la fine del Mondo”.
In occasione del trentennale della rivista Archeologia Viva alla conferenza “Ci sono ancora civiltà da scoprire?” interverranno Louis Godart Consigliere per la Conservazione del Patrimonio Artistico della Presidenza della Repubblica, Piero Bartoloni Ordinario di Archeologia Fenicio-Punica Università di Sassari, Adriano La Regina Presidente Istituto Nazionale di Archeologia, già Soprintendente ai Beni Archeologici di Roma, Valerio Massimo Manfredi, Archeologo e scrittore.
I Gruppi Archeologici d’Italia svolgeranno il Convegno Internazionale “La Tessitura della ginestra nella Cultura Arbëreshë” e il III Workshop Nazionale dell’Associazione “Organizzazione e valorizzazione del territorio”, gli Archeoclub d’Italia l’Assemblea Generale e il Convegno “Archeoclub d’Italia: Archeositi e Geositi; valorizzazione e promozione per un turismo sostenibile”. L’ANA Associazione Nazionale Archeologi organizza il meeting “Donne a Archeologia: le difficoltà della professione e le archeologhe che (r)esistono” , la Conferenza Nazionale, la tavola rotonda “1992- 2012 La convenzione di la Valletta e il futuro dell’archeologia nell’area euro-mediterranea” e la CIA Confederazione italiana Archeologi il convegno “Un giorno da archeologi”. Paestum sarà anche sede della III Riunione Scientifica della SISTUR, Società Italiana di Scienze del Turismo alla quale parteciperanno i vertici delle Organizzazioni Nazionali di Categoria Federturismo, Confturismo, Assoturismo.
Nell’ambito della sezione ArcheoFilm verranno proiettati sia i film vincitori dei premi “della giuria” e “del pubblico” della XXII Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto che il filmato “La città teatro” del canale Marcopolo dedicato ai viaggi, al turismo e all’avventura. In ArcheoLavoro, in collaborazione con Isfol, le Università presenteranno Corsi di Laurea e Master in Archeologia, Beni Culturali e Turismo Culturale, gli esperti del settore illustreranno le figure professionali e le competenze emergenti.
Il Premio “Paestum Archeologia” verrà assegnato a personalità che contribuiscono con il loro impegno alla promozione del patrimonio culturale e alla cooperazione mediterranea. Con i Laboratori di Archeologia Sperimentale il Museo dei Grandi Fiumi di Rovigo e l’Associazione Culturale Archeologia Sperimentale presenteranno la cultura antropologica e materiale dell’antichità. Al Salone Espositivo, dislocato su un’area di circa 16.000 mq, partecipano Istituzioni, Regioni, Province, Comuni, Camere di Commercio, Aziende di Promozione Turistica, Soprintendenze, Parchi Archeologici, Organizzazioni di Categoria, Associazioni Professionali e Culturali, Consorzi Turistici, Società di Servizi, Case Editrici per promuovere il patrimonio culturale, le destinazioni turistico archeologiche e i servizi connessi. Saranno presenti circa 30 Paesi esteri oltre alla Turchia, ospite ufficiale.

Web: http://www.borsaturismo.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl