Primavera nelle Black Hills del SD

Un viaggio nelle Black Hills del South Dakota tra parchi, cultura nativa e Old West La primavera è il tempo del risveglio e un viaggio in South Dakota può certamente risvegliare tutti i sensi!

Persone Oglala, Calamity Jane, Bill Hickok, Kevin Costner
Luoghi Parco Nazionale Wind Cave, Custer State Park, Indiani Nativi Dakota, Pine Ridge, Idaho, South Dakota, Wyoming, Montana, Stati Uniti d'America, Rapid City, Hot Springs, Mount Rushmore, Mount Moriah, Black Hills
Organizzazioni Thema Nuovi Mondi Srl, Cloud, Red Cloud Indian School, Sicherheits Dienst, Gesuiti
Argomenti zoologia

27/feb/2012 16.53.25 Uff. del Turismo Rocky Mountain International/Ita Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

Un viaggio nelle Black Hills del South Dakota tra parchi, cultura nativa e Old West

 

La primavera è il tempo del risveglio e un viaggio in South Dakota può certamente risvegliare tutti i sensi! Chi vuole effettuare un viaggio in questo Stato la zona delle Black Hills è un must.Si giunge a Rapid City, punto d’accesso all’intera regione e cittadina con forte impronta western. Da qui inizia il tour  dipanandosi tra le colline nere e le cittadine western, le riserve indiane, i grandi monumenti di Granito, paesaggi selvaggi e lunari, parchi nazionali e foreste che preservano la fauna. L’itinerario suggerito è il seguente:

 

1° giorno: tour della cittadina di Rapid City e visita del Journey Museum, un affascinante museo cheriporta indietro nel tempo. Si apprende la geologia, la storia delle miniere e della tecnologia, quindi l’archeologia, la ricerca nei 10.000 anni di storia umana, fino alla scoperta dei grandi esemplari di dinosauri qui ritrovati. E’ l’unico museo delle Black Hills che espone la storia della regione sia dal punto di vista dei Lakota sia da quello dei bianchi, Americani ed Europei. Pernottamento a Rapid City.

 

2° giorno: da Rapid City si viaggia lungo la Highway 44 verso il Badlands National Park, 97.600 ettari di formazioni rocciose e canyon che ospitano animali selvatici come il coyote, il cervo mulo,l’antilocapra, il coniglio grande, e il bisonte. I visitatori possono esplorare il  parco accompagnati da guardie forestali, o avventurarsi fuori dalla pista nella Sage Creek Wilderness Area, sulla quale l’unico percorso è quello tracciato dai bisonti. Dopo il tour nel parco si consiglia una sosta a Wall, nel famoso drug-store costruito nel 1931 e la visita al museo dedicato al Massacro di Wounded Knee avvenuto nel 1890 nella riserva indiana Sioux di Pine Ridge. Il museo cerca di educare i visitatori su questa parte integrante delle storia degli Indiani Nativi Dakota e Lakota, triste episodio a molti sconosciuto.Si rientra viaggiando sulla Intestate 90 verso Sturgis, la famosa cittadina che ogni anno nel mese di agosto ospita il più grande raduno di moto negli USA - quest’anno dal 6 al 12 agosto - , e si arriva così a Spearsifh . Pernottamento a Spearfish.

 

 

3° giorno: viaggiate lungo lo Spearfish Canyon, il più bello di tutto lo Stato. Nella sua valle verdeggiante scorre lo Spearfish Creek, in una gola stretta, costellata di cascate. Qui Kevin Costner decise di girare il film “Balla coi Lupi”. Fermatevi a Deadwood e assaporate la tradizione western e la storia dei fuorilegge Wild Bill Hickok e Calamity Jane, sepolti nel cimitero locale di Mount Moriah. Dirigetevi poi verso la graziosa Hill City per una corsa con lo storico treno del 1880 che arriva fino a Keystone. Nelle vicinanze l’imponente scultura ancora in costruzione di Cavallo Pazzo, Crazy Horse Memorial che una volta ultimato misurerà 117 metri d’altezza e 195 metri di lunghezza. Il tour continua verso il Custer State Park, 28.400 ettari di panorami spettacolari e numerosissimi animali selvatici. La famosa mandria di bisonti del parco pascola qui liberamente insieme a cervi, alci, coyote, e cani della prateria. Pernottamento a Custer o all’interno del Parco www.custerresorts.com/

 

4° giorno: godetevi la visita del Custer State Park e avventuratevi in un tour a bordo di jeep per ammirare la fauna e i paesaggi. A sud del Parco sulla Highway 87 si trova il Parco Nazionale Wind Cave che preserva un paese delle meraviglie sotterraneo, lungo più di 100 miglia, che la mette al 4°posto tra le grotte più estese del mondo. Pernottamento a Hot Springs, casa del famoso Mammoth Site, il luogo del ritrovamento nel 1974 di 53 mammut Colombiani e di tre specie di mammut col pelo.

 

5° giorno: giornata dedicata alla visita della Riserva di Pine Ridge il cui nome deriva dai pini che crescono sui confini dei dirupi. La prima visita da effettuare è presso la Missione Gesuita della Red Cloud Indian School che ha creato un museo ed un centro artistico, The Heritage Center. La tomba di Red Cloud, convertitosi prima di morire al cristianesimo, fondatore della scuola creata insieme ai Gesuiti, e residente nella riserva dal 1878 fino alla fine nel 1909, è sita nel piccolo cimitero cristiano. Ancora oggi i Nativi onorano il gran capo Oglala, deponendo sulla sua tomba ricordi e nastri colorati. Il tour finisce con la visita ad una delle principali attrazioni dello Stato: il monumento di Monte Rushmore. I visitatori rimangono affascinati dalla grandiosa spettacolarità dell’intaglio. I profili dei presidenti, alti 18 metri, sono osservabili da numerose piattaforme di osservazione poste intorno al monumento. Pernottamento a Rapid City.

 

INFO: RMI Italia, Ufficio del Turismo Stati dell’Idaho - Montana - South Dakota e Wyoming, - c/o Thema Nuovi Mondi Srl : rockymountain@themasrl.it * www.realamerica.it -

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl