Nuovo Ostello a Boston

Hostelling International USA inaugura un nuovo ostello a Boston a Giugno 2012.

Luoghi Massachusetts, Boston, Stati Uniti d'America, New England, chinatown, Cape Cod, Martha's Vineyard
Organizzazioni Hostelling International USA
Argomenti economia, sociologia, impresa, politica

Allegati

27/apr/2012 11.32.18 Ufficio del Turismo Boston & Massachusetts Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


 

 

 

Hostelling International USA inaugura un nuovo ostello a Boston a Giugno 2012.

 

 

 

Con una grande attenzione alla sostenibilità ed al budget del moderno viaggiatore, Hostelling International USA (HI-USA) aprirà ufficialmente il suo nuovo ostello a Boston il prossimo Giugno.

La nuova struttura sorgerà nel cuore del downtown cittadino - tra il Theatre District e Chinatown - e disporrà di 480 camere (sarà il terzo ostello più grande di tutti gli Stati Uniti); le tariffe saranno a partire da 29$ per persona per camera, invogliando in questo modo i viaggiatori più attenti al proprio budget a scoprire e sperimentare la cultura e la storia di Boston. Da dimenticare anche i classici bagni in comune degli ostelli old style in quanto la nuova struttura metterà a disposizione dei propri ospiti ben 100 bagni privati. La grandiosa lobby con enormi finestre ed un coffee shop, faranno da supporto alla missione di Hostelling International di promuovere lo scambio interculturale tra gli ospiti e la comunità, fornendo un luogo di aggregazione e connessione; l’edificio inoltre ospiterà una “community room” aperta al pubblico. Questo spazio servirà anche come piattaforma per programmi educativi e di servizio come l’Alternative Spring Break (ASB) che offre a volontari di scuole superiori e università americane l’opportunità di visitare la capitale dello Stato del Massachusetts e di prestare servizio alla comunità gratuitamente.

Si stima che Hostelling International Boston darà il benvenuto a circa 46.000 ospiti l’anno  - il 60% dei quali internazionali, con età compresa tra i 18 e 30 anni -. Il flusso di questi nuovi visitatori genererà più di 16 milioni di dollari spesi in ristoranti, luoghi di intrattenimento, ingressi a musei di Boston, sostenendo in maniera sostanziale l’economia cittadina.

Un particolare occhio di riguardo anche all’eco-sostenibilità, dato che l’ostello sarà la prima sistemazione alberghiera con certificazione LEED della città e addirittura il primo ostello degli Stati Uniti ad essere classificato LEED Gold. Tecnologie green verranno applicate anche all’edificio vero e proprio: si prevede l’uso di materiali edili riciclati, ascensori green, apparecchiature e dispositivi STAR, il tutto per soddisfare la crescente tendenza internazionale del viaggio environmental conscious.

 

Da ricordare che Hostelling International è anche presente nella penisola di Cape Cod nelle seguenti località: Hyannis - riaperto nel 2010 - , Truro, Eastham, Nantucket e Martha’s Vineyard. Proprio nel 2011 il Martha’s Vineyard Hostel ha ricevuto il prestigioso “High 5ives! Hostel Award” che su ben 1800 strutture lo ha decretato l’ostello “più friendly” del mondo; già nel 2010 aveva ricevuto il premio come “Ostello più Efficiente”.       

 

Hostelling International Martha's Vineyard

 

 

 

 

 

 

 

 

Hostelling International Boston e Hostelling International Cape Cod sono una divisione di Hostelling International USA e di Hostelling International New England, entrambi facente parte di un’organizzazione mondiale non-profit, il cui scopo è agevolare l’interscambio culturale, facilitando i viaggi in tutto il mondo. Per maggiori informazioni: www.newbostonhostel.com e www.capecod.hiusa.org.

 

 

INFO: UFFICIO TURISMO MASSACHUSETTS - c/o Thema Nuovi Mondi

 www.massvacation.it  - bostonma@themasrl.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl