The Buccaneer di St. Croix membro dell'Historic Hotels of America

The Buccaneer di St. Croix membro dell'Historic Hotels of America The Buccaneer di St. Croix diventa membro dell'Historic Hotels of America Il National Trust creò l'associazione no-profit Historic Hotels of America nel 1989 per raggruppare hotel di qualità che nel corso del tempo potessero mantenere la propria integrità storica, architettonica e ambientale. www.historichotels.org Per essere accettati in questa prestigiosa associazione gli hotel devono essere situati in edifici storici che abbiano almeno 50 anni ed essere iscritti o quantomeno eleggibili per il National Register of Historic Places: in altre parole devono avere l'imprescindibile requisito d'essere ubicati in una location con particolare significato storico.I membri dell' HHC, dai 32 iniziali, sono diventati ben 211 tra hotels e resorts negli Usa.Le strutture sono dislocate in 40 Stati, hanno dimensioni che variano dalle 8 alle 1425 stanze e i prezzi variano da un minimo di 69$ fino ad un massimo di 12.500 $ per notte.I membri dell' Historic Hotels of America rappresentano gli innumerevoli patrimoni ed evoluzioni degli Stati Uniti, in location che spaziano dalla rustica campagna ai più sviluppati centri urbani.

14/nov/2006 15.10.00 Uff. del Turismo Isole Vergini Americane Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

The Buccaneer di St. Croix diventa membro dell’Historic Hotels of America

 

Il National Trust creò l’associazione no-profit Historic Hotels of America nel 1989 per raggruppare hotel di qualità che nel corso del tempo potessero mantenere la propria integrità storica, architettonica e ambientale. www.historichotels.org

Per essere accettati in questa prestigiosa associazione gli hotel devono essere situati in edifici storici che abbiano almeno 50 anni ed essere iscritti o quantomeno eleggibili per il National Register of Historic Places: in altre parole devono avere l’imprescindibile requisito d’essere ubicati in una location con particolare significato storico.

I membri dell’ HHC, dai 32 iniziali, sono diventati ben 211 tra hotels e resorts negli Usa.

Le strutture sono dislocate in 40 Stati, hanno dimensioni che variano dalle 8 alle 1425 stanze e i prezzi variano da un minimo di 69$ fino ad un massimo di 12.500 $ per notte.

I membri dell’ Historic Hotels of America rappresentano gli innumerevoli patrimoni ed evoluzioni degli Stati Uniti, in location che spaziano dalla rustica campagna ai più sviluppati centri urbani.

 

The Buccaneer è una magnifica tenuta situata tra le dolci colline dell’isola di St. Croix e circondata da tre splendide spiagge; è un’accattivante combinazione di lusso, eleganza, fascino antico e calda ospitalità: un mix che lo rende uno dei più ambiti resort dei Caraibi, tanto da esser stato definito da Condé Nast Traveleruna delle cinquanta più belle località di villeggiatura tropicali nel mondo”, “uno dei 500  migliori alberghi al mondo” da Travel & Leisure ed “uno dei miglior resort famigliari” da Forbes.

Quest’albergo ha un passato affascinante: nel 1546, un cavaliere di Malta costruì il primo edificio della tenuta Estate Shoys dov’è situato The Buccaneer.  Più tardi, quando l’isola fu della Corona Danese, il governatore costruì nella tenuta la sua abitazione, trasformando l’edificio originario in uno zuccherificio; in seguito la tenuta venne utilizzata per la coltivazione del cotone e per allevamento del bestiame.

Infine, nel 1948, la famiglia Armstrong, propietaria della fattoria dal 1922, aprì l’albergo The Buccaneer  con undici stanze per gli ospiti. Fu il primo albergo costruito e gestito da una famiglia dell’isola.

Robert ed Elizabeth Armstrong sono la nona generazione della famiglia che vive a St. Croix; benchè da allora The Buccaneer si sia notevolmente ampliato, conserva ancora l’atmosfera caratteristica della piantagione originale.

L’onore della nomina a membro dell’Historic Hotels of America, arriva per The Buccaneer proprio in occasione del suo 60° anniversario, che verrà appunto festeggiato nel 2007.

The Buccaneer è l’unico hotel delle Isole Vergini Americane e il secondo di tutti i Caraibi ad essere  selezionato come membro nell’esclusivo elenco dell’Historic Hotels of America.

Siamo orgogliosi che il National Trust abbia selezionato The Buccaneer per questa alta onoreficenza” ha dichiarato il General Manager Elizabeth Armstrong, i cui nonni aprirono le prime 11 stanze nel 1947.

Vorremmo inoltre esprimere la nostra gratitudine a tutti gli ospiti che per tutti questi anni ci hanno sostenuto con apprezzamenti positivi ed entusiasmo. Abbiamo l’obiettivo di continuare ad elevare i nostri standard di qualità, facendo sì che ogni ospite possa diventare una sorta di “ambasciatoredi St. Croix”.

Da quando, nel 1990, Elizabeth Armstrong è alla guida del resort ha investito 25 milioni di dollari per rinnovare e migliorare ogni aspetto della struttura, senza mai trascurare la sua autenticità e l’immenso patrimonio storico e culturale insito in questo luogo incantevole.

Notevoli le suite Doblone, in riva al mare: vere dimore di raffinata eleganza con l’uso generoso di marmi bianchi di Carrara.

Chi volesse indulgere in un soggiorno al The Buccaneer potrà godere di un campo da golf 18 buche disegnato da Bob Joyce, di campi da tennis e di una spa con prodotti Hideway.

Il resto è sempre una gradita sorpresa per chi varca la soglia di questa raffinata dimora: gentilezza e classe, ma soprattutto la tradizione di un’ospitalità “understatement” che accoglie discretamente anche i famosi. www.thebuccaneer.com

 

Info: Uff. Promozione Turismo US Virgin Islands, c/o Thema Nuovi Mondi Srl - Via C.Pisacane, 26 - 20129 Milano - Tel:02.33.10.58.41 - usvi@themasrl.it - www.usvitourism.vi-

 www.isoleverginiusa.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl