L'ARTE IL DRAMMA IL SORRISO IN MOSTRA NELLE MARCHE

Le opere esposte provengono per la maggior parte da collezioni private, dal Comune di San Severino Marche, di Montelupone e di Colmurano, dalla casa-museo Marcorelli di Tolentino e dal Museo di Roma di Palazzo Braschi.

25/set/2008 17.17.56 Studio Eidos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Dal 17 ottobre 2008 fino all’11 gennaio 2009 apre a Palazzo Manuzzini di San Severino Marche (MC) la mostra dedicata ai caricaturisti del Novecento
L’ARTE IL DRAMMA IL SORRISO 
IN MOSTRA NELLE MARCHE

Esposte oltre centoventi opere degli artisti satirici marchigiani: Galantara, Giris, Marcorelli, Ventura e Pullini

Oltre centoventi opere, in prevalenza originali, espressione dell’arte satirica dei più illustri disegnatori-cronisti italiani vissuti tra fine ‘800 e ‘900, compongono “L’ARTE IL DRAMMA IL SORRISO, caricaturisti del Novecento”, mostra che aprirà venerdì 17 ottobre 2008 a San Severino Marche (MC) nel Palazzo Manuzzini (Pinacoteca Tacchi-Venturi), fino all’11 gennaio 2009.
Le opere esposte provengono per la maggior parte da collezioni private, dal Comune di San Severino Marche, di Montelupone e di Colmurano, dalla casa-museo Marcorelli di Tolentino e dal Museo di Roma di Palazzo Braschi. In esposizione disegni e dipinti, molti dei quali inediti, di grandi artisti italiani di origine marchigiana, che hanno inciso profondamente nella composizione della tradizione artistica della satira e della caricatura europea del primo Novecento.

Qualità artistica e passione sociale – Gli artisti che compongono la mostra sono vissuti e hanno operato tra la fine dell’Ottocento e la metà del secolo scorso, attraverso il periodo travagliato che comprende le aspre lotte sociali e politiche e le due guerre mondiali. Forse anche per questo si tratta di artisti difficilmente inquadrabili in una scuola o in una corrente espressiva, sono personalità che hanno spaziato in ogni campo dell’arte e hanno indirizzato il proprio lavoro alla ricerca dell’essere e alla sublimazione della sua essenza. Tutti eclettici, sono accomunati dal merito di aver saputo interpretare il vissuto quotidiano con qualità artistica e passione sociale.
Gabriele Galantara, più noto come Ratalanga, è considerato tra i massimi giornalisti caricaturisti italiani di ogni epoca e al quale s’ispira il Centro Studi. Nato a Montelupone nel 1865, Galantara diede vita a Roma al settimanale L’Asino, caratterizzato da una forte critica sociale e da un acceso anticlericalismo. “Padrone di casa” è Cesare Giri, nato per l’appunto a San Severino Marche nel 1877. In arte Giris, fu disegnatore e pittore fantasioso e istintivo, ma anche scultore, modellò le caricature degli artisti, dei regnanti e delle personalità dell’epoca. Viene poi Cesare Marcorelli, presente con le sue caricature bonarie ispiratrici di straordinari ritratti; Renzo Ventura, seduttivo illustratore di romanzi, di periodici e di manifesti pubblicitari, e infine il pregevole caricaturista Pio Pullini, maestro insuperato di brillanti acquarelli umoristici che precorrono il neorealismo cinematografico.

Il valore della caricatura - “Una storia della Caricatura, nel suo rapporto con gli avvenimenti politici e religiosi, drammatici o frivoli, riguardanti la cultura, la società o la moda, espressione di tutto quanto vive o soffre l’umanità: questa sarebbe un’opera gloriosa e fondamentale!” così si esprimeva Charles Baudelaire indicando un traguardo di totale rivalutazione dell’arte caricaturale in rapporto alla lettura e alla interpretazione degli avvenimenti storici.
La caricatura è infatti un mezzo espressivo che può anche essere innocuo e quasi compiacente ma nella maggior parte dei casi tende a rivelarsi un graffiante veicolo della satira sociale e politica, divenendo un’arma pericolosa contro i detentori del potere.

Un secolo di storia attraverso l’arte satirica – “L’arte il dramma il sorriso” rientra nel progetto “IL TRAVAGLIO DELLE IDEE, un secolo di satira italiana 1848-1948 dal Risorgimento alla Costituzione”, ideato e gestito dal Centro Studi Gabriele Galantara per la satira sociale e di costume.
Il travaglio delle idee” è un’iniziativa promossa da: Provincia di Macerata, Comune di Montelupone, Comune di San Severino Marche, con il patrocinio di: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comitato per la valorizzazione della Cultura della Repubblica, Presidenza del Consiglio della Regione Marche. Partecipano al progetto: Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, Università di Macerata Dipartimento di Scienze della Comunicazione, Museo di Roma Palazzo Braschi, con il contributo di: Fondazione Carima, Banca Marche.

L’ARTE IL DRAMMA IL SORRISO, caricaturisti del Novecento
17 ottobre 2008 – 11 gennaio 2009
Esposizione: San Severino Marche (MC), Palazzo Manuzzini (Pinacoteca Tacchi-Venturi)
Orario visite: tutti i giorni (escl. Lunedì) 9-13 / 16-18 
Prezzo visita ¤ 3,00 – ridotti e gruppi (15 pers.) ¤ 2,00 – cumulativo con Pinacoteca ¤ 5,00
Catalogo: Il travaglio delle idee, a cura di Fabio Santilli. 240 pagg. A colori, formato 23x27 edito dal Centro Studi Gabriele Galantara.
Info: +39 0733 641296

Info: Centro Studi Gabriele Galantara per la satira sociale e di costume,
Piazza del Comune 1, Montelupone (MC) – tel 0733 2249317, 347.6322917
centrostudi@galantara.it, www.galantara.it  

Ufficio Stampa: Studio Eidos di Sabrina Talarico, tel. 049.8910709 www.studioeidos.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl