MINATORI PER UN GIORNO, MENU' FOSSILE E TREKKING DELLE PERLE

08/apr/2009 13.39.19 Studio Eidos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Alpine Pearls. Tutte le proposte per l’estate dell’associazione delle Perle Alpine. Per una vacanza all’insegna del rispetto della natura.
MINATORI PER UN GIORNO, MENÙ FOSSILE E TREKKING DELLE PERLE
In Val Ridanna alla scoperta della miniera più alta d’Europa, delizie per il palato con la cucina di montagna in Val di Funes e trekking a emissioni zero nel Rosengarten-Latemar.

Dal 2 maggio al 26 giugno Settimane in mobilità dolce. Dal 13 al 28 giugno La Montagna cucina. Dal 13 giugno al 25 luglio e dal 5 al 27 settembre 2009 Trekking Tour “Alla scoperta delle Perle Alpine”.

Paesaggi incontaminati, boschi rigogliosi attraversati da ruscelli, rifugi raggiungibili solo a piedi. Lasciare la macchina a casa per incontrare la natura diventa istintivo quando la meta prescelta è uno dei gioielli delle “Perle Alpine” (www.alpine-pearls.com), associazione che raccoglie 21 splendide località alpine incastonate tra le montagne di Italia, Francia, Germania, Austria, Svizzera e Slovenia che offrono la possibilità di una vacanza senz’auto senza dimenticare di garantire la completa mobilità a zero impatto ambientale.
Scegliendo la mobilità dolce, con spostamenti agevolati senza l’uso dell’auto, si potrà andare alla scoperta delle meraviglie di Racines, in Val Ridanna, lasciandosi coinvolgere nella meravigliosa avventura di una giornata da minatore, oppure scoprire la cucina antica delle montagne di Funes. Per gli amanti dell’avventura i rifugi più nascosti saranno raggiungibili con un trekking tour, mentre con la speciale Mobil Card sarà possibile lasciarsi affascinare dalle tradizioni e dalle attività sportive proposte dalle Perle del Rosengarten-Latemar.

A Racines sulle tracce dei minatori - Avventurarsi tra gallerie e pozzi, percorrere strettoie e crepacci, estrarre minerali.  Muniti di stivali, tuta e casco con torcia si diventa minatori per un giorno tra la Val Ridanna e la Val Passiria. Dove? A Racines, nella Miniera di Monteneve, una delle più alte d’Europa, che nel cuore delle Alpi si estende tra i 2.000 e i 2.650 metri. Qui, per circa un millennio, fino al 1985, i minatori hanno estratto argento, piombo, zinco in condizioni lavorative e climatiche estreme. I minerali venivano trasportati attraverso le due valli fino a Vipiteno per una gigantesca rete di sentieri, poi sostituita da teleferiche. Oggi, seguendo il percorso didattico, è possibile ammirare il più lungo impianto a cielo aperto del mondo per il trasporto su rotaia. Durante i tour guidati i visitatori si immergono nella dura giornata dei minatori: partendo dalla galleria Poschhaus, a 2.000 metri, viaggiano a bordo del vecchio trenino della miniera percorrendo un tunnel di tre km e mezzo attraverso gallerie e corsi d’acqua, poi muniti di mazzetta si cimentano nell’estrazione dei minerali da vene tutt’oggi esistenti. E’ previsto anche un percorso dedicato ai bambini e ai ragazzi, che potranno imparare tutto sui tesori nascosti del sottosuolo in modo insolito e divertente.
Dal 2 maggio al 26 giugno 2009 è possibile approfittare dell’offerta “Settimana delle Perle in mobilità dolce”: 7 pernottamenti in camera doppia in hotel con trattamento mezza pensione da 320 euro a persona. La formula include il trasferimento dalla stazione più vicina, la possibilità di usufruire del trekking-shuttle delle Perle, un paio di bastoncini delle Perle per le escursioni e la Tourcard 5su7, una vantaggiosissima carta ospiti che dà libero accesso ai principali tour della regione (tra cui la visita alla Miniera) e comprende una serie di offerte su funivie, musei, trasporti pubblici e attività sportive (per es. bici o mountain-bike gratis per 1 giorno nei noleggi convenzionati). 

La montagna cucina - Il sapore del pane di una volta, il formaggio delle malghe, la cultura del vino. E’ difficile non lasciarsi tentare dai sapori della cucina locale lungo il sentiero del piacere, sulle malghe della Val di Funes. Dal 13 al 28 giugno 2009 le “Settimane delle Perle” propongono diversi itinerari tra turismo e tradizione dal suggestivo titolo “La Montagna cucina”. Seguendo i sentieri proposti si potranno apprezzare le specialità delle malghe (usufruendo di uno speciale buono degustazione), passare le giornate con i malgari e scoprire con loro i segreti della produzione del formaggio, cucinare il pane, conoscere il mondo dei tipici canederli. Un vero e proprio ritorno alle origini con proposte curiose, come il Menù Fossile, che, ispirandosi alle più antiche tradizioni gastronomiche di questi luoghi, le rivisita con eleganza e creatività, proponendo vere e proprie raffinatezze per il palato: specialità insolite come la zuppa “stella alpina”, la carne servita sul fieno, lo stufato di pecora (della tipica “razza con gli occhiali” locale) con erbe selvatiche e i deliziosi dolci che riprendono elementi caratteristici del paesaggio locale, vere e proprie opere d’arte gastronomica! Non mancano neppure elementi coreografici, come la preparazione del burro di malga davanti agli ospiti. La Val di Funes propone poi le escursioni alla scoperta del mondo dell’artigianato locale, del Parco nazionale Puez-Odle e un particolare itinerario sulle tracce dei “Geodi di Tiso”, singolari formazioni sferiche di roccia che al loro interno custodiscono splendidi cristalli.
Il pacchetto “Settimana delle Perle. La Montagna Cucina” a partire da 420 euro in hotel*** con trattamento mezza pensione. Anche la mobilità naturalmente è garantita, con la Mobilcard Alto Adige centro, che consente di accedere a tutti gli autobus pubblici dell’area e di Bolzano.

Scoprire le Perle del Rosengarten con la mobilità dolce - Lasciate le chiavi della macchina a casa o in albergo e imparate a conoscere le Perle Alpine delle Dolomiti del Rosengarten-Latemar a piedi, in bicicletta, a cavallo o con i mezzi di trasporto alternativi. E’ la proposta di Nova Levante, Nova Ponente, Tires e Collepietra, membri dell’associazione “Alpine Pearls” per una vacanza nel rispetto della natura. Il pacchetto comprende un bonus da parte dell’albergatore  per chi arriverà in treno o depositerà le chiavi dell’auto in reception per almeno 4 giorni, che darà la possibilità di usufruire di servizio di transfer gratuito da e per la stazione di Bolzano, Mobilcard Rosengarten-Latemar per 7 giorni con l’uso libero degli autobus pubblici del comprensorio e di Bolzano, una cartina geografica della zona, una guida alla mobilità dolce e la carta vantaggi Bonus card. L’offerta prevede anche un’escursione guidata a piedi, o Nordic Walking o in Mountainbike. E per chi ama le escursioni in bicicletta è compreso anche un noleggio gratuito della bici “E-Flyer”, la bicicletta elettrica che, senza far troppa fatica, darà la sensazione di poter volare silenziosamente tra le valli e le montagne. In hotel***, 7 giorni con prima colazione, a partire da 254,50 euro a persona, in appartamento a partire da 150 euro a persona.

Trekking tour delle Perle Alpine - Richiede fisico allenato, esperienza e un’attrezzatura appropriata la settimana “Alla scoperta delle Perle Alpine”. Dal 13 giugno al 25 luglio e dal 5 al 27 settembre 2009 gli amanti delle escursioni ad alta quota potranno approfittare del trekking-tour attraverso i massicci del Catinaccio, Sasso Lungo, Sella e del Parco Naturale Puez-Odle. Un viaggio che tocca le cinque Perle altoatesine Nova Levante, Nova Ponente, Tires, Collepietra e Funes, con tappe nei più caratteristici rifugi. Si parte da rifugio Paolina per arrivare il primo giorno al rifugio Vajolet. La mattina successiva si percorre il Passo Molignon con tappa al rifugio Alpe di Tires, per giungere, dopo quasi 19 km, al rifugio Passo Sella da cui il giorno successivo si partirà alla volta di Passo Gardena per arrivare al Rifugio Genova. L’ultimo giorno, un sentiero più semplice concluderà il viaggio arrivando a Funes. Una settimana con trattamento mezza pensione in camera doppia, 3 pernottamenti in rifugio e 4 in hotel**** da 474 euro a persona, in hotel*** da 330 euro a persona.

Alpine Crossing: un viaggio-esperimento su e giù per le Alpi - Un viaggio invernale in mobilità dolce ha condotto a fine gennaio un nutrito gruppo internazionale di giornalisti attraverso le Perle delle Alpi, toccando 5 stati alpini in 12 giorni. Alpine Crossing 2009 ha dimostrato che anche d’inverno è possibile viaggiare in modo ecocompatibile, vivendo esperienze indimenticabili senza danneggiare il clima e l’ambiente. Sono stati percorsi oltre 1.300 km, con quattro attraversamenti delle Alpi, il tutto in treno, autobus o funivia. I partecipanti hanno vissuto sulla propria pelle le emozioni delle numerose attività in mobilità dolce che si possono svolgere d’inverno nelle Perle: sci e parapendio a Les Gets, slitte trainate dai cavalli e una divertente slittata notturna ad Arosa, una discesa mozzafiato in slittino a Berchtesgaden (a 70 km/h giù per la pista mondiale del Königsee), un’indimenticabile scorrazzata con i cani da slitta nell’austriaca Werfenweng e molto altro ancora. In Alto Adige si è potuto testare lo sci alpino e lo sci di fondo nei due comprensori del lago Carezza e di Obereggen, mentre a Funes la comitiva si è cimentata in una spettacolare escursione notturna con le ciaspole, cui ha fatto seguito un’emozionante discesa con le slitte da fieno.
Il viaggio Alpine Crossing ha causato emissioni di CO2 pari a 24.911,21 kg, che verranno neutralizzate con un progetto certificato per la produzione di energia eolica in India, Vani Vilas Sagar. Tutti i partecipanti al viaggio hanno ricevuto un certificato che attesta la neutralità climatica del viaggio Alpine Crossing.
L’intero dossier per la stampa sul viaggio Alpine Crossing è disponibile in italiano sul sito http://alpinecrossing.blogspot.com/, con informazioni sulle relazioni dei numerosi esperti intervenuti. Il dossier contiene una serie di spunti interessanti su tematiche di estrema attualità: dai cambiamenti climatici agli effetti dell’innevamento artificiale, dai trenini svizzeri a quello della Val Venosta, dalle cooperazioni transnazionali lungo l’arco alpino al futuro della mobilità dolce nel turismo.

Info: www.alpine-pearls.com

Ufficio Stampa: Studio Eidos di Sabrina Talarico, tel. 049.8910709 www.studioeidos.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl