MAI ASSAGGIATI I CANEDERLI D'ASTICE ?

Dal 28.06 al 19.07.2009 e dal 23.08 al 13.09.2009: le Settimane enogastronomiche con lezioni di cucina tenute dallo chef Paolo Cappuccio.

19/mag/2009 17.19.04 Studio Eidos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Madonna di Campiglio (TN). Una cena al ristorante stellato del Biohotel Hermitage per un viaggio culinario che attraversa l’Italia.
MAI ASSAGGIATI I CANEDERLI D’ASTICE ?
Dal 28.06 al 19.07.2009 e dal 23.08 al 13.09.2009: le Settimane enogastronomiche con lezioni di cucina tenute dallo chef Paolo Cappuccio.

Napoletano di nascita, sorriso deciso e sguardo determinato, carattere egocentrico e anche un po’ folle, curioso e attento indagatore: è Paolo Cappuccio, lo Chef de la Stube dell’Hermitage. A lui e alla sua brigata, composta da altri 7 cuochi, alcuni con lui da oltre 10 anni (il Primo: Marco Marras e il Pasticcere: Mariano Dileo), è affidata la regia del ristorante stellato, fiore all’occhiello del Biohotel Hermitage****, hotel storico di Madonna di Campiglio.
La sua particolarità: la capacità superlativa di mescolare la tradizione mediterranea che gli appartiene di nascita, alla tipicità trentina. La sua cucina diventa così un viaggio culinario che attraversa i sapori e i profumi d’Italia.

La stube: restaurata e stellata - Riadattando una stube antica si è ottenuto un locale unico e accogliente, un’ambientazione originale, quasi d’altri tempi: la Stube dell’Hermitage, il primo e al momento l’unico ristorante che si fregia della Stella Michelin a Madonna di Campiglio. Il prestigioso riconoscimento, che ancora mancava a Madonna di Campiglio, dà vanto alla rinomata località conferendo un’eccellenza gastronomica di sicuro richiamo.
Fortemente voluta dal capo famiglia Giacomino Maffei, appassionato del buon mangiare, la Stube rispecchia lo stile e l’estrema cura del dettaglio, affidata al buon gusto della moglie Edda. Il legno nel soffitto e alle pareti, gli accessori che personalizzano e rendono unica la sala, piccoli cuori ricamati, cuscini, candele, tutto l’insieme avvolge gli ospiti in un caldo e raffinato abbraccio. 
A conferma di ciò, la Guida Michelin ha riconosciuto l'hotel all'interno dei selezionati “Hotel ameni” per la posizione, le caratteristiche dell'edificio, l'attenzione ai dettagli e il servizio offerto.

L’ingrediente prima di tutto - Paolo Cappuccio segue questa vocazione dall’età di 14 anni, sperimentando e mettendosi continuamente alla prova. Ha frequentato corsi e scuole qualificate che l’hanno messo in contatto con le realtà più importanti della gastronomia mondiale e con chef di fama internazionale. Nel 2004 ha incontrato la Famiglia Maffei e da allora segue la cucina de La Stube dell’Hermitage e quella del Biohotel Hermitage.
Il rispetto della materia prima e la sua esaltazione è il fondamento della sua cucina. Molta attenzione viene riservata dunque agli ingredienti, alla provenienza e alla loro qualità. Nella maggior parte si tratta di alimenti prodotti da piccole realtà locali, le carni e i formaggi ad esempio vengono forniti da allevatori del posto, molte verdure vengono prese direttamente dall'orto dell'Hermitage. Anche la stagionalità dei prodotti è importante, per offrire una cucina fresca, genuina e sana.

Menu “Mari & Monti” - Utilizzando i prodotti del luogo e ispirandosi alle tipicità del Trentino, lo chef sa creare piatti originali e creativi, che sposa egregiamente alla sua tradizione mediterranea e partenopea. È così che si accontentano tutti i palati, anche i più esigenti, con menu a base di carne o pesce, a seconda dei gusti.
Non stupisce quindi trovare nel menu l’antipasto Variazione di tartar di mare in alta quota, con gamberi rossi, spigola, scampi, cappesante, tonno, accompagnati da dressing esotici e caviale di Calvisano; oppure un primo piatto a base di canederli d’astice. Il pane è rigorosamente fatto in casa, mentre per i vini la scelta comprende centinaia di etichette, spumante e champagne, grandi vini bianchi regionali, italiani ed europei, vini rossi e rosati, vini biologici, da dessert e meditazione, segue infine una ricca selezione di grappe e distillati.
Per provare la cucina stellata ci si può affidare allo chef con un menu degustazione.

A lezione dallo chef - Agli amanti della buona cucina il Biohotel Hermitage dedica le Settimane enogastronomiche. L’offerta, valida dal 28.06 al 19.07.2009 e dal 23.08 al 13.09.2009, comprende: 7 notti in mezza pensione, aperitivo di benvenuto in terrazza con la Famiglia Maffei e una guida alpina che introdurrà  agli ospiti il mondo delle Dolomiti, cene gourmet con menu a tema, possibilità di visitare cantine o distillerie, lezioni di cucina su prenotazione con lo Chef Paolo Cappuccio, possibilità  di prenotare nel ristorante stellato La Stube dell’Hermitage à la carte con una speciale riduzione, offerta enogastronomica a pranzo nell’ambiente intimo della terrazza su prenotazione e 2 escursioni naturalistiche nel Parco Adamello Brenta. Il tutto a partire da 560,00 euro a persona.

Cucina stellata anche in baita – Un’occasione particolarissima, per unire alla cucina dello chef un ambiente esclusivo, viene dalla Baita Santa Maria, che sorge ad appena 300 metri dall’hotel, in un contesto isolato e fantastico. Si tratta di un ambiente tipico di montagna che risale a fine ’800, con il camino che aiuta a creare un’atmosfera intima e accogliente. Su richiesta lo chef e il suo team sono a disposizione per gruppi da 6 a 12 persone, che vogliono trascorre una serata emozionante in baita, magari in occasione di compleanni o ricorrenze importanti.

Info: La Stube dell’Hermitage - info@stubehermitage.it - www.stubehermitage.it
Biohotel Hermitage**** - Via Castelletto Inferiore 69, Madonna di Campiglio (TN) - tel. 0465 441558 – info@biohotelhermitage.it - www.biohotelhermitage.it


Altre proposte di soggiorno a Madonna di Campiglio – La nota località turistica offre numerose possibilità di soggiorno, tra cui segnaliamo l’Hotel Garni del Sogno****S, elegante struttura che sorge proprio nel centro della nota località, a 25 metri dagli impianti di risalita. Nella stagione estiva, il costo per una notte in camera doppia con prima colazione è a partire da 75,00 euro a persona. (Info: tel. 0465 441033, www.garnidelsogno.it).


Ufficio Stampa: Studio Eidos di Sabrina Talarico, tel. 049.8910709 www.studioeidos.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl