Caro gas. Le bollette tornano a salire: da gennaio +2,8%. Si può risparmiare?

10/dic/2009 12.14.49 Supermoney Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il caro gas tornerà a farsi sentire e dal primo di gennaio, dopo un anno, le bollette del gas saliranno: un aumento che potrebbe arrivare fino al + 2,8%.

Si tratterà di un rincaro di circa 26,2 euro su base annua per le famiglie tipo con consumi pari a 1.400 metri cubi.  Se l’indicazione trovasse conferma nel consueto aggiornamento trimestrale dell’Autorità Garante per l’Energia, atteso per fine mese, per il gas si tratterebbe del primo rincaro dopo quattro trimestri di ribassi con diminuzioni consecutive dell'1%, del 7,5%, dell'1,2% e del  7,7%.

«L’analisi dei dati di Supermoney.eu in relazione al servizio di fornitura gas - afferma Bruno Iambrenghi, Business Development Manager di Supermoney.eu - conferma come in effetti le bollette abbiano registrato nell’ultimo anno diminuzioni consecutive in linea con i dati di mercato. Un rincaro del 2,8% corrisponderebbe a un incremento di circa 1,9 centesimi di euro al metro cubo. L'aumento del prezzo del greggio, che nell'ultimo trimestre ha ripreso quota fino a raggiungere gli 80 dollari al barile, sarà determinante nell’ influenzare la corsa del gas»

In un periodo non semplice come quello attuale per le famiglie si tratterà di una difficoltà in più a cui far fronte e l’incidenza dell’aumento del gas si farà sentire ancora di più sul budget di tutte le famiglie che hanno consumi superiori a quelli della famiglia tipo. Ma si può risparmiare sulle bollette nonostante gli aumenti previsti? Come?

«Il confronto tra le tariffe del gas è il modo giusto per concretizzare un effettivo risparmio sulle bollette. Ad esempio sul portale di Supermoney.eu nella sezione energia permettiamo agli utenti di confrontare le tariffe dei fornitori di gas a seconda delle proprie esigenze di consumo. - conclude Bruno Iambrenghi -  Basta inserire i parametri richiesti e si visualizzeranno le offerte presenti sul mercato ordinate sulla base del costo annuale. Nella determinazione delle tariffe seguiamo i parametri e le normative dettate dall’Autorità Garante per l’Energia e teniamo conto della ‘regionalità’ delle tariffe stesse, che appunto variano da zona a zona. Infine permettiamo di confrontare sia fonti energetiche tradizionali che rinnovabili, il tema ambientale è sempre più importante per molti dei nostri utenti e per questo occorre offrire un servizio di confronto che ne tenga conto»

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl