Denuncia delle associazioni dei consumatori: per le famiglie rincari da gennaio di 569 euro. Come si risparmia?

28/dic/2009 12.10.05 Supermoney Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dal confronto delle tariffe di gas, assicurazioni e tassa sui rifiuti urbani e sulla base di quanto previsto dalla recente finanziaria i consumatori escono sconfitti. A denunciarlo le associazioni dei consumatori Adusbef e Federconsumatori che parlano apertamente di ministangata governativa che va a sommarsi agli aumenti di gas, carburanti, mutui e biglietti ferroviari: il confronto tariffe non lascia scampo.

Da gennaio 2010 gli italiani dovranno sostenere rincari complessivi di circa 569 euro, questa la stima delle associazioni dei consumatori.

Secondo Federconsumatori e Adusbef, non è vero che la finanziaria non contiene nuove tasse, anzi ci sono circa 120 euro di balzelli che incideranno sul bilancio delle famiglie italiane. Ad esempio il contributo unificato di 103,3 euro a carico dei lavoratori licenziati che ricorrono in cassazione, gli anticipi tariffari di 3 euro sui biglietti aerei a favore dei gestori aeroportuali o ancora i 38 euro a carico dei cittadini che ricorrono contro le multe prese con l’autovelox.

C’è poco da stare tranquilli anche per i costi di diversi servizi, le tariffe infatti - messe a confronto rispetto all’anno trascorso - evidenziano degli aumenti importanti.

«Da gennaio sono previsti notevoli rincari – commenta Bruno Iambrenghi, Business Development Manager di Supermoney.eu -  30 euro per il gas, 18 euro per i servizi idrici, 35 euro per la tassa sui rifiuti urbani, 130 euro per l’assicurazione auto, 30 euro per i rialzi sui servizi bancari, 80 euro per i mutui dovuti agli aumenti dello spread applicato dalle banche, 65 euro per i biglietti dei treni e circa 90 euro per il carburante. Parliamo di cifre importanti che sommate incidono in maniera pesante sul bilancio delle famiglie italiane. Il suggerimento per il risparmio è il confronto delle tariffe, solo con la comparazione dei prezzi di tutte quelle voci di spesa che aumenteranno – gas, assicurazioni, mutui, conto corrente etc – si può trovare l’offerta più vantaggiosa e adatta alle proprie esigenze. Sul nostro portale, il primo aggregator multi comparto in Italia, permettiamo in maniera rapida un confronto tra tutti questi e molti altri servizi complessi. Supermoney.eu infatti è suddiviso in diverse aree - telefonia, finanziamenti, assicurazioni, risparmio, energia – e la comodità per gli utenti è massima, perché tramite un unico sito si possono effettuare confronti personalizzati tra tutte le offerte e le tariffe delle aziende comparate per ogni servizio presente sul portale»

I rincari inizieranno già da Capodanno, secondo l’Adoc i prezzi per il veglione di fine anno – in un ristorante o in un locale - aumenteranno di circa il 4% rispetto allo scorso anno.

Insomma la stangata prevista per il prossimo anno non lascia spazio a dubbi, occorre trovare delle soluzioni mirate al risparmio e il confronto tariffe di beni e servizi è una di queste.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl