LO CHEF FABIO CAMPOLI PRESENTA "NOTE DI GUSTO" - Milano - 15 gennaio ore 16 - Grattacielo Pirelli

11/gen/2010 15.35.07 Circolo dei Buongustai Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

 

 

Comunicato stampa

11 gennaio 2010

 

LO CHEF FABIO CAMPOLI PRESENTA “NOTE DI GUSTO”

Un libro emozionale che racconta una vita dietro ai fornelli in modo del tutto insolito

Milano - 15 gennaio 2010, ore 16 - Grattacielo Pirelli

 

 

Lo chef di Rai Uno Fabio Campoli torna in libreria con il suo nuovo libro “Note di Gusto”, edito da Cucina & Vini editrice. Un libro nuovo, originale, elegante ed emozionante. Un prodotto editoriale di pregio per ogni appassionato gourmet, che sarà presentato il 15 gennaio 2010 alle ore 16 a Milano, nell’ambito dell’evento organizzato dalla Richard Ginori 1735 al 31° piano del Grattacielo Pirelli.

 

Più di 130 ricette corredate dalle meravigliose foto artistiche di Ennio Calice per raccontare la vita, i ricordi, le esperienze e i sogni di uno chef. Ma non bisogna pensare ad una semplice raccolta di piatti gustosi e di consigli dati da uno dei maestri di cucina più famosi nel nostro paese e non solo, “Note di Gusto” è un libro innovativo, è un libro da leggere, un album dei ricordi da sfogliare.

Nelle 350 pagine di questo libro la cucina si trasforma in racconto, in pura narrazione. Le vicende personali e professionali dello chef Fabio Campoli diventano una gustosa storia che racconta la quotidianità della gastronomia, le emozioni, il lavoro e le esperienze umane, senza trascurare i viaggi e gli incontri, ingredienti indispensabili di ogni ricetta.

Una storia professionale e di amore per la cucina raccontata attraverso sei capitoli e mille emozioni: dalla scuola alla professione, dalle tradizioni di famiglia alle esperienze fuori dalla cucina. Sei capitoli dai titoli accattivanti, che ci aprono le porte del mondo gastronomico di uno di uno chef di grande talento.

 

Ed è proprio da questi momenti, da questi spezzoni di vita che nascono per caso le ricette di questo libro, concepito dietro ai fornelli in un attimo di improvvisazione culinaria e di voglia di raccontarsi. Ogni piatto si traduce in una vera alchimia, tra i sapori, che senza inutili orpelli, sono sempre riconoscibili nella loro originalità, le emozioni del momento e la musica, altro ingrediente importante di questo libro. Ognuna delle ricetta di Fabio Campoli ha, infatti, una sua speciale colonna sonora, una musica o una canzone che si lega secondo lo chef e il suo mood, a quel sapore, a quell’estasi di gusto che il piatto sa dare e la musica traduce in suono.

 

La musica diventa a sorpresa una chiave di lettura di questo insolito libro di cucina, da sempre importante nella vita dello chef che ancora oggi paragona i fornelli al pentagramma. E per consolidare di più questo connubio lo chef ci regala una serie di brani evocativi, che si legano ad alcune delle ricette presenti nel libro, raccolti in un cd  e composti appositamente dal Maestro Giandomenico Anellino, chitarrista eclettico e raffinato, che ha collaborato con i  grandi nomi della canzone italiana (Zucchero, Zero, Celentano e Baglioni) e dal 2003 è chitarrista esclusivo di TG2 Dossier –Storie, attualmente a “Sabato e Domenica” su Rai Uno.

 

Questo libro, allora, è punto d’arrivo e allo stesso tempo di partenza, perché unisce sulla linea del tempo la solidità della formazione e l’estro creativo di una ricerca mai appagata.

 

 

Alla presentazione del libro del 15 gennaio 2010 presso il Grattacielo Pirelli a Milano, presenti il Maestro Anellino che eseguirà dal vivo i brani composti per questo libro e ispirati dai piatti dello chef Campoli e la splendida voce di Roberta Albanesi, protagonista al Sistina insieme a Enrico Montesano nel suo ultimo lavoro teatrale e reduce da una importante rassegna canora dedicata alla storia della canzone italiana, all’Auditorium Parco della Musica di Roma.

 

Inoltre, lo chef Fabio Campoli e il suo Circolo dei Buongustai, saranno protagonisti dal 15 al 18 gennaio con al le loro speciali e originali degustazioni ispirate al mood delle nuove essenze firmate Richard Ginori 1735. Quattro essenze in grado di profumare con delicatezza il living quotidiano, che saranno presentate ai media e al pubblico nei giorni del Macef 2010.

Ospiti d’onore di queste giornate anche i Formaggi vincitori della “Grolla d’Oro, Miglior formaggio d’Italia”, il premio di cui Campoli è stato Presidente di giuria e per cui ha ideato appositamente delle ricette originali.

 

 

Il libro:

Note di Gusto, Fabio Campoli, con la collaborazione di Clara Ippolito, foto di Ennio Calice,  Cucina&Vini editrice, formato 23 x 30 cm, 350 pagine a colori, 70 euro.

 

Si allega il comunicato stampa degli eventi Richard Ginori in cui sarà presente lo chef e l’invito al press day. Si prega di confermare la presenza.

 

 

FABIO CAMPOLI:  

è uno chef che ha fatto della cucina la sua filosofia di vita. Un’innata passione per il cibo e una totale dedizione ai fornelli descrivono a pieno questo personaggio. Da nove anni consulente e chef di trasmissioni Rai, da “Check-Up” nel 2000, passando per tutte le edizioni di “Uno Mattina” e “Uno Mattina Estate” . Tre libri all’attivo “Alchimia dei Sapori” e “La mia cucina” e un terzo appena pubblicato “Note di Gusto”. Tra i premi ricevuti: la Stella della Ristorazione nel 2008, Maestro di Cucina” ad Honorem 2006 e Premio alla Letteratura Gastronomica ”Maria Gallaccio e Premio Internazionale alla cultura “La Cypraea”nel 2004 ( con la motivazione corretta alimentazione attraverso la televisione).  L’esperienza tv sui cibi di scena lo porta ad essere uno dei maggiori esperti internazionali di food design, oltre a curare il cibo di scena per la tv e la pubblicità, collabora a numerose produzioni cinematografiche. Tra i film da lui curati: la fiction Roma, I Borgia e i film Mission Impossible 3, con Tom Cruise,  Nine con Penelope Cruz e in ultimo la collaborazione al film con Julia Roberts “Eat, pray and love”.

La cucina di Fabio Campoli è uno stile inimitabile, sospinto sempre dall’inesauribile curiosità, dalla voglia di provare, di esaltare i sapori e gli alimenti e che si nutre della lunga ed essenziale esperienza. Una cucina che porta il segno della contaminazione tra la sperimentazione che ricerca il nuovo e la tradizione che affonda nei ricordi e nei sapori tipici di luoghi lontani e vicini. Una cucina che non si può definire vecchia o nuova, moderna o classica, ma che rispecchia una passione sana e profonda e che come la musica tocca tutti i generi ed è amata dagli intenditori. 

Nel 2000 decide di lasciare la ristorazione “classica” per iniziare un percorso gastronomico alternativo, presentandosi come un vero e proprio pioniere di un nuovo modo di interpretare la figura dello chef. Non solo tv, ma consulente per aziende e industrie, food stylist, testimonial e docente. Fonda nel 2006 Il Circolo dei Buongustai, che è l’espressione associativa di tutto ciò che è “intorno alle buone cose”.

 

 

IL CIRCOLO DEI BUONGUSTAI di Fabio Campoli:

Il Circolo dei Buongustai rappresenta un luogo, un’idea e una filosofia ispirata alla convivialità.

Vive intorno alle buone cose e si alimenta di idee, di persone, della voglia di stare insieme.

Nato dall’idea di Fabio Campoli, chef di fama internazionale, e fondato insieme a un gruppo di amici con l’intento, attraverso la cucina, di far scoprire il gusto delle cose semplici, del confronto e dello stare insieme alle persone. La tavola è il luogo di ritrovo, la tradizione e la semplicità gli ingredienti, quelli quotidiani e familiari di cui spesso se ne dimentica il sapore.

Ma il Circolo dei Buongustai va oltre alla semplice associazione enogastronomica, al Circolo dei Buongustai si fa cultura, scienza, scuola grazie alle numerose iniziative di cui è promotore. In questa prospettiva intorno al Circolo dei Buongustai si riuniscono artisti, personaggi dello spettacolo, medici e tante altre persone, con un unico comune denominatore: la passione per la cucina italiana e il gusto e il piacere di stare insieme. Alle persone si aggiungono anche le aziende, da quelle più importanti ai piccoli produttori, che sanno produrre con coscienza e con un occhio di riguardo verso i consumatori. Il Circolo dei Buongustai, è l’espressione associativa di tutto ciò che è “intorno alle buone cose”. Gli eventi che il Circolo ha realizzato si distinguono per professionalità, qualità e stile. Forte di un suo comitato scientifico, l’Associazione è presente in manifestazioni e convegni, cura corsi di formazione e organizza eventi culturali ed enogastronomici portando in giro l’esperienza e la grande professionalità di Fabio Campoli. Tra le tante iniziative va ricordato “Professione inmensa”, Campionato di Ristorazione Collettiva nato nel 2006 e diventato appuntamento annuale, il Festival del Peperoncino a Diamante, Festival del Prosciutto di Parma per cui  Campoli è il testimonial d’eccezione, authority del progetto del Ministero delle politiche agricole per il 100° Giro d’Italia  “La qualità in giro”, la Cerimonia per la Festa della Marina Militare a bordo della portaerei Cavour. Insieme a Fabio Campoli, presidente dell’Associazione, lavorano Patrizia Forlin project manager del Circolo dei Buongustai, Armando Albanesi direttore marketing e la Events manager Virginia Giusti.

 

 

 

Comunicazione e ufficio stampa Circolo dei Buongustai:

Giusy Ferraina - 339 2939564 – g.ferraina@ilcircolodeibuongustai.net

www.ilcircolodeibuongustai.net

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl