Anguillara Tradizione e tipicita per Broccoletti in Piazza e Festa S. Antonio Abate 0062

"La manifestazione - spiega Armenio Morlupi, assessore all'Agricoltura di Anguillara -

18/gen/2005 03.25.02 Comune di Anguillara Sabazia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato Stampa
Tradizione e tipicità per la IV edizione di “Broccoletti in Piazza” e la Festa in onore
di Sant’Antonio Abate

“La manifestazione - spiega Armenio Morlupi, assessore all’Agricoltura di Anguillara -
intende promuovere il prodotto agro-alimentare ed è rivolta al riconoscimento del
marchio di qualità”. Molte le iniziative in programma tra le quali giochi popolari,
dibattiti, dimostrazioni cinofile e la tradizionale Benedizione degli Animali

Riscopre quest’anno tutta la sua caratteristica popolare e contadina la Festa di
Sant’Antonio in programma ad Anguillara per sabato 22 e domenica 23 gennaio prossimi. La
manifestazione torna a riproporre molte delle manifestazioni tradizionali legate al culto
del Santo protettore degli animali la cui ricorrenza ricadeva un tempo nel periodo di
ferie dei contadini, tra le feste natalizie e quelle di Carnevale. La figura di
Sant’Antonio Abate eredita molto della ritualistica pagana, riti sedimentati nella
cultura e contadina popolare. La devozione, anche se ha subìto col tempo trasformazioni,
rimane nella coscienza collettiva e si manifesta nei proverbi, nelle tradizioni culinarie
e soprattutto nelle rappresentazioni sacre, folkloristiche e nelle canzoni. E ad
Anguillara, dove la devozione per il Santo dei contadini non è mai scemata, le
celebrazioni si legano ad una delle maggiori produzioni agricole locali: il broccoletto
di Anguillara. Si tratta di una particolare varietà di broccoletto che proprio in questo
periodo invernale viene raccolto nei tanti ettari di campi coltivati nelle campagne
attorno al paese. L’edizione 2005 della Festa accomuna così la devozione per il Santo e
la promozione del prodotto tipico in una due giorni che vede il ritorno anche di tipici
giochi popolari quali la Corsa della Stella alla Piana di San Biagio vicino al lago di
Martignano, la Corsa dei Sacchi, il Tiro alla Fune, la Rottura delle Pile, e di rituali
antichi come i tradizionali “Scoppio dei mortaretti” e il “Suono del Sacro Bronzo” che
apriranno le due giornate di festa. Promossa ed organizzata dal Comune di Anguillara col
patrocinio della Provincia di Roma in collaborazione con l’Associazione Produttori
Agricoli Anguillara Sabazia, l’Associazione Tipità Anguillarina, il Comitato dei
Festeggiamenti per Sant’Antonio e associazioni animaliste, la manifestazione vede il suo
clou domenica alle 11 con la tradizionale benedizione degli animali in Piazza del Molo.
Non mancano appuntamenti di approfondimento quale quello di “Agricoltura in Movimento”,
mostre e dibattiti sulle problematiche agricole promosso dalla Regione Lazio in
collaborazione con l’Arsial e l’incontro-dibattito sugli animali da affezione dal
titolo “Per un Comune amico degli animali, un nuovo intendere tra l’uomo e gli animali
domestici”. Importante anche la manifestazione cinofila con una dimostrazione pratica con
gli splendidi cani addestrati dalla Guardia di Finanza. Sarà presente, grazie alla
collaborazione della Provincia di Roma, anche il Trambus dei Parchi che avrà a bordo
pannelli didattici anche sul territorio del Parco di Bracciano-Martignano.
Come tradizione vuole molti anche gli appuntamenti religiosi che vedono in programma una
delle solenni processioni previste durante l’anno. La Statua del Santo verrà condotta per
le via del paese accompagnata dal commento sonoro del complesso bandistico del Gruppo
Folkloristico di Anguillara e dalle due Confraternite storiche della “Rossa” e
della “Nera”. La cittadinanza è stat invitata a portare al seguito anche i propri
animali. Durante la manifestazione sarà inoltre possibile visitare il Museo Storico della
Civiltà Contadina e della Cultura Popolare “Augusto Montori” che offre uno spaccato della
vita contadina di altri tempi.
Ma fulcro centrale dell’edizione 2005 della manifestazione è soprattutto
l’iniziativa “Broccoletti in Piazza” che celebra uno dei prodotti tipici locali. I
broccoletti sono citati in molte dispense ottocentesce e alcune ne fanno risalire la
produzione fin dal XIV secolo. Ogni anno nella sola zona di Anguillara ne vengono
prodotti, da settembre a marzo, oltre sei mila quintali in circa 700 ettari di terreno, a
seconda se “quarantini”, “cinquantini”, “sessantini” e “settantini”, in base al tempo
necessario per portali a maturazione.
“La festa dei Broccoletti, giunta alla quarta edizione - spiega Armenio Morlupi,
assessore all’Agricoltura di Anguillara - vuole essere di promozione del prodotto agro-
alimentare, ma è rivolta soprattutto al riconoscimento del marchio di qualità D.O.P. e/o
I.G.P., richieste peraltro già avviate in base alla consulenza del dottor Raniero Ovidi
della Società Cooperativa Arca”.
Con il freddo e le gelate i broccoletti acquistano più sapore. Dopo averli lessati
vengono poi ripassati in padella, meglio se accompagnati con salsiccia. Ed è in questa
versione che verranno preparati presso la stand gastronomico in Piazza del Molo al
quale “lavoreranno” gli stessi agricoltori e le stesse raccoglitrici. L’atmosfera sarà
quella tipica delle feste popolari grazie anche alle musiche di organetti, chitarre e
tamburelli del gruppo musicale “A Zonzo”. Mazzi di broccoletti verranno poi distribuiti
al pubblico che accorre sempre numeroso, per la raccolta di contributi volontari da
devolvere alle popolazioni del Sud Est asiatico colpite dall’immane catastrofe dello
tsunami.
Si allega il programma dettagliato della manifestazione.


Anguillara 18 Gennaio 2005

Ufficio Stampa - Dottoressa Graziarosa Villani
uff.stampa@comune.anguillara-sabazia.roma.it
Cell. 360/805841 - 348/6916159 Tel. 06/99600023 - Fax 06/99607086
comunicato n. 0062
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl