Gioielli, che passione!

Chi non ha mai subito il fascino di un gioiello; non si è mai incantato davanti alla vetrina di un gioielliere o non ha sognato un diamante; chi non ha desiderato ardentemente un monile prezioso o non ha emesso un gridolino di gioia alla vista di un anello di brillanti, un rubino o una pietra luminosa e attraente, alzi la mano.

08/mar/2010 10.37.53 Luca Comos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Chi non ha mai subito il fascino di un gioiello; non si è mai incantato davanti alla vetrina di un gioielliere o non ha sognato un diamante; chi non ha desiderato ardentemente  un monile prezioso o non ha emesso un gridolino di gioia alla vista di un anello di brillanti, un rubino o una pietra luminosa e attraente, alzi la mano.
I gioielli sono, da sempre, un ornamento ambito e amato soprattutto dal genere femminile, fin dai tempi della preistoria quando conchiglie e zanne di mammut adornavano le donne delle caverne. Con il tempo i gusti sono cambiati e dalle zanne si è passati a turchesi e lapislazzuli fino alle pietre preziose, che fanno la loro iniziale comparsa già nella civiltà greca.

Con i Greci e successivamente con i Romani, i gioielli diventano simbolo di ricchezza e stato sociale e gioielli di lusso abbelliscono i colli, le orecchie e le mani di donne facoltose e appartenenti al ceto sociale più alto.  Diademi, anelli e orecchini vengono esibiti in occasione di cerimonie o pubbliche apparizioni. Ma, forse non tutti sanno che, molto spesso, i gioielli venivano indossati come protezione contro i demoni e il loro malefico influsso.

In fondo, le pietre preziose sono avvolte da un alone di magia e dal mistero della leggenda fin dal giorno in cui sono “nate”. Per i Greci e i Romani,per esempio, i diamanti erano le lacrime degli dei e la leggenda vuole che il diamante abbia proprietà scaramantiche nonché facoltà divinatorie.
Dal canto suo, lo zaffiro, che ha uno splendido colore blu cielo in tutte le sue gradazioni, oltre a rappresentare la pietra preziosa per eccellenza, era anche famoso per la sua facoltà di donare calma e tranquillità. Proprio come la quiete di un cielo blu dopo una tempesta.
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl