Il Celibato “imposto” ai preti per legge canonica costituisce un’aperta violazione della dignità umana”.

12/mar/2010 15.37.27 Ass. Sacerdoti Lavoratori Sposati Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'associazione dei Sacerdoti Lavoratori Sposati è intervenuta con una nota sul recente dibattito sul celibato  innescato sulla scia degli scandali che hano investito in questi giorni numerose diocesi europee.

Il matrimonio è una realtà umana, sociale, civile e religiosa che ha un interesse primario per l’essere umano. Nella  complessità dei suoi aspetti si richiama non solo al diritto positivo civile o al diritto positivo ecclesiastico (Diritto Canonico) da cui riceve la sua struttura giuridica, ma anche a numerose altre scienze, ciascuna delle quali  offre il suo contributo per determinarne ed approfondirne la natura, le finalità, i valori.
Il Potersi “sposare”  dell’uomo e della donna è un diritto naturale fondamentale della persona umana perché voluto  da Dio (cfr. Santa Sede, Carta dei diritti della famiglia, 22 ottobre 1983).

Lo stesso card. Claudio Hummes, titolare della Congregazione per il Clero, riconobbe apertamente che il celibato  per i preti non è un dogma, ma una norma disciplinare”.
Questo risulta evidente, anche, dalla prassi della Chiesa primitiva e dalla tradizione delle Chiese Orientali, nelle  quali, oltre a coloro che assieme a tutti i vescovi scelgono con l’aiuto della grazia il celibato, vi sono anche  degli eccellenti presbiteri coniugati…che dedicano pienamente e con generosità la propria vita per il gregge loro  affidato” ( Cfr. Decreto sul ministero e la vita sacerdotale - Presbyterorum Ordinis -   n. 1296 ).

Mons. Brunner aveva dichiarato al giornale svizzero NZZ am Sonntag subito dopo la sua elezione a presidente della  Conferenza episcopale avvenuta qualche mese fa: "Non c'è legame sostanziale tra celibato e sacerdozio", ha detto il  vescovo di Sion. "Ordinare preti sposati dovrebbe quindi essere possibile. Il celibato dovrebbe essere volontario. Credo che la Conferenza episcopale sia quasi all'unanimità dell'opinione che in Svizzera debba essere possibile  ordinare sacerdoti uomini sposati".
Parole molto simili a quelle pronunciate dal card. Claudio Hummes, allora arcivescovo di S. Paolo in Brasile, poco  prima di imbarcarsi per Roma, dove avrebbe assunto il nuovo incarico di prefetto per la Congregazione per il Clero.
Era il dicembre del 2006 e il cardinale allora 72enne dichiarava al quotidiano brasiliano Estado de Sao Paulò che  "anche se i celibi fanno parte della storia e della cultura cattoliche, la Chiesa può riflettere sulla questione del  celibato, perché non è un dogma, ma una norma disciplinare". Alcuni apostoli erano sposati, aveva ricordato il card. Hummes, e la proibizione del matrimonio è stata adottata solo secoli dopo l'istituzione del sacerdozio: "La Chiesa  non è stazionaria, ma un'istituzione che cambia quando deve cambiare". Appena atterrato a Fiumicino, era stato però lo stesso cardinale a rettificare le sue dichiarazioni precisando di non voler proporre nessuna "nuova dottrina"  riguardo al celibato dei sacerdoti: "Il papa guida la Chiesa", aveva detto chiaramente Hummes come per segnalare il  proprio 'riallineamento', "e io sono al suo servizio volentieri".

Lo stesso episodio si è ripetuto oggi 11 Marzo 2010 dopo la pubblicazione sui media delle dichiarazioni del  Cardinale di Vienna Christoph Schoenborn (che ha poi rettificato la propria posizione), secondo cui il celibato è  tra le cause del fenomeno.

Secondo l'agenzia di stampa cattolica Kathpress, nell'ultima edizione di «Thema Kirche», periodico dei collaboratori  dell'arcidiocesi, Schoenborn aveva affermato che  «La questione della formazione dei sacerdoti, così come la  questione di quanto è accaduto con la "rivoluzione sessuale" della generazione del '68. Ne fanno parte il tema del  celibato, così come il tema dello sviluppo della personalità. E ci vuole anche una buona porzione di sincerità,  nella Chiesa».


--------------
Associazione Sacedoti Lavoratori Sposati 12/3/2010 ore 15,30
http://nuovisacerdoti.altervista.org
redazionesacerdotisposati@simail.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl