Vincere la guerra contro le rughe: è possibile?

Si tende ad affrontare la guerra contro le rughe con interventi spot e poco mirati.

18/mar/2010 11.30.42 deart Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Si tende ad affrontare la guerra contro le rughe con interventi spot e poco mirati. E queste "battaglie" finiamo con il perderle sempre perché non ci danno i risultati sperati.

E' più efficace e meno costoso pianificare una strategia di attacco che ci permetta di conseguire dei risultati visibili.

La nostra pelle invecchia sotto l’azione di una serie di eventi biologici, biochimici e molecolari regolato dal nostro codice genetico.

Età e tipo di pelle giocano un ruolo importante e le azioni correttive per contrastare l'invecchiamento della pelle e le rughe non possono essere uguali per ogni persona.

Ecco perché propongo di pianificare un'azione su un periodo di tempo più lungo, un percorso a tappe che ottimizzi i risultati via via conseguiti.

L'azione combinata della tossina botulinica, del mesolift e dei moderni fillers permettono di distendere il viso e riempire gli avvallamenti.

Con una pianificazione mirata a seconda dell'età della paziente e dei suoi inestetismi da correggere si può modulare l'intervento su base annuale e mantenere i risultati negli anni successivi, con interventi più leggeri, senza dover ripartire sempre dal punto di partenza e risparmiando notevolmente sul costo complessivo.

D.ssa Daniela Messori
c. Einaudi 18/A - Torino
tel. 011.591.388
mobile: 347.804.7928
www.danielamessori.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl