UNA "SCIALUPPA DI SALVATAGGIO" PER HAITI

24/mar/2010 18.14.55 Chiesa di Scientology di Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UNA "SCIALUPPA DI SALVATAGGIO" PER HAITI

 
La chiesa di Scientology ha sponsorizzato "una scialuppa di salvataggio per Haiti", portando beni ed aiuti per la prossima fase di ripresa dal disastro

La nave sponsorizzata da Scientolgy è salpata verso Haiti il 19 marzo con un carico di 175 tonnellate di beni, incluso delle stufe a legna per cucinare donate dalla moglie dell'Ambasciatore haitiano negli USA, un'ambulanza, uno scuola-bus e 20mila pasti pronti.

Due mesi dopo il terremoto in Haiti, mentre il governo haitiano e le Nazioni Unite hanno stimato costi di ricostruzione di 11,5 miliardi di dollari, ed è in arrivo la stagione delle piogge, centinaia di migliaia di persone restano senza casa, alloggiati in campi di accoglimento prive di protezione.

Con una squadra di Ministri Volontary di Scientology dislocata a Port-au-Prince e dintorni, che aiuta nella fase di ricostruzione, la Chiesa di Scientology ha sponsorizzato la "scialuppa di salvataggio per Haiti", un ex rompighiaccio da 896 tonnellate della Guardia Costiera statunitense che è salpata da Miami, diretta a Port-au-Prince, con 170 tonnellate di beni.

Il carico include delle stufe a legna per cucinare donate da Lola Poisson Joseph, moglie dell'Ambasciatore haitiano negli Stati Uniti, un'ambulanza, uno scuola-bus e olre 20.000 pasti già pronti. Esponenti religiosi e politici e rappresentanti della comunità haitiana di Miami hanno salutato la nave mentre salpava.

La Chiesa di Scientology fino ad ora ha inviato ad Haiti oltre 450 ausiliari medici, medici e 300 Ministri Volontari della Chiesa di Scientology (una forza di volontariato nata a metà degli anni settanta da un programma ideato da L. Ron Hubbard).
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl