Comunicato Stampa - Arena Borghesi / Dati Conclusivi

30/set/2002 12.34.49 Utente Non Registrato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Faenza, 9 settembre 2002
 
 
COMUNICATO STAMPA
Con preghiera di pubblicazione
 
Un grande successo la rassegna cinematografica dell'Arena Borghesi di Faenza
BEN 11.768 LE PRESENZE DURANTE I 78 FILM IN PROGRAMMA. UN BEL PIU' 10% RISPETTO ALL'EDIZIONE DELLO SCORSO ANNO, NONOSTANTE IL MALTEMPO.
Gli altri dati e alcune curiosità.
 
 
Si è posivamente conclusa -come da programma- il 4 settembre scorso la rassegna cinematografica estiva dell'Arena Borghesi di Faenza.
Ben 78 le pellicole in programmazione, grazie alla cura del cartellone da parte del Cineclub Raggio Verde, al supporto tecnico di Italsar e Materiali Musicali, e al prezioso contributo dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Faenza e della Banca di Romagna.
Significativo il dato delle presenze: ben 11.768 per l'edizione 2002 a fronte dei circa 10.400 dello scorso anno con un incremento pari al 10% nelle presenze, nonostante la programmazione si sia svolta durante "la più brutta estate degli ultimi 50 anni" -come ci hanno informato i media nazionali- con ben 8 serate di pioggia totale e 15 con il maltempo prima o durante la programmazione. Sono semplici dati atmosferici che però fanno ben capire come i numeri sarebbero potuti essere ancora più alti, se l'estate si fosse sviluppata  come negli anni precedenti, ma che si sono potuti superare, in parte, grazie all'impegno profuso dsai soggetti organizzatori e dalla piena e completa disponibilità del Cinema Sarti prontissimo in pochi minuti ad ospitare i cinefili costretti a ripiegare al chiuso causa il maltempo.
La media delle presenze è stata quindi di oltre 150 persone ogni sera a significare quanto l'Arena Borghesi sia veramente stata  -dall'apertura del 19 giugno alla chiusura del 4 settembre- un vero e proprio punto di riferimento per tanti appassionati cinefili e  tanti semplici cittadini. Sono, senza alcun dubbio, quelli dell'Arena Borghesi i dati migliori tra le tante proposte cinematografiche estive della regione, molte in crisi di pubblico e di idee.
"Con il 10% circa di visitatori in più dello scorso anno, in 78 giorni di programmazione (e più di un disturbo da parte di Giove Pluvio) l'Arena Borghesi può ben essere orgogliosa di aver spalancato i suoi cancelli dorati" dichiara con soddisfazione l'Assessore alle Politiche Culturali Dottoressa Donatella Callegari. " 21 anni e non li dimostra, dovremmo dunque dire, sia nel pubblico: 11.768 presenze, che sono veramente un numero di tutto rispetto, sia nei cinefili, che quest'anno si sono ritrovati più giovani che mai, a programmare un percorso culturale tradizionale e nuovo allo stesso tempo, non facile certo da realizzare, ma che il pubblico ha premiato proprio  con la sua presenza e la sua costante attenzione. Grazie dunque al Cineclub "Raggio Verde" per aver collaborato, in tutti questi anni, al supporto tecnico fornito quest'anno da Italsar e da Materiali Musicali per il buon successo dell'iniziativa, con l'Amministrazione Comunale nella volontà di valorizzazione di questa nostra arena estiva sicuramente tra le più stimolanti ed ambiziose della Regione. I dati sembrano proprio averci dato ragione - tra l'altro insieme a Faenza Estate arriviamo a ben oltre 20 mila presenze complessive alle iniziative dell'estate faentina- e averci indicato la giusta strada nel quale proseguire la nostra attività"
Tra gli altri dati che meritano una segnalazione sicuramente va sottolineato come il mese di agosto sia stato il mese che ha avuto il maggior numero di presenze: sono state ben 4.880, a dimostrazione che tanti cittadini restano a casa e ricercano opportunità intelligenti  per il loro tempo libero.
Tra le tante curiosità da segnalare, si può ricordare che i film più visti sono stati i grandi successi della stagione appena conclusa: lo straordinario e delicato "Il favoloso mondo di Amelie" ha registrato 338 presenze poiazzandosi al primo posto, mentre subito dietro troviamo "Moulin Rouge" con 337 presenze e al terzo posto "Il signore degli anelli" che ha ottenuto l'attenzione di 314 spettatori - ai quali però ne vanno aggiunti altri 275 per una seconda proiezione realizzata una quindicina di giorni dopo la prima proiezione per un totale di 589 paganti- , mentre la classifica del cinema italiano colloca al primo posto il discusso "L'ora di religione" di Marco Bellocchio con 282 paganti, subito dietro il passionale "Brucio nel vento" di Sergio Soldini con 220 presenze e al terzo "Il più bel giorno della mia vita" bruciante film sulla vita quotidiana di Cristina Comencini, che ha appena vinto il Festival di Montreal. Tra le rassegne, sono ancora "I Successi" a farla da padrone con 2601 presenze, mentre vanno sicuramente segnalati i buoni risultati della rassegna di "Lunedì Cult Movie" che ha visto una media di circa 150 presenti alle proiezioni dei film difficili di Rainer Werner Fassbinder e delle rassegne "Italiani", "Da rivedere" e "Le prime" tutte intorno ai 1200 spettatori circa.
Insomma, come si vede, un risultato positivo sotto ogni aspetto con una programmazione di successo che raccoglie consensi sia tra il grande pubblico che tra i cultori del cinema d'essai, come ha dimostrato subito la serata d'apertura del 19 giugno che vide la rpesenza di ben 450 persone alla prima del restauro "Jules e Jim", capolavoro di Francois Truffaut realizzato nel lontano 1961.
 
 
 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl