Filler Dermici Iniettabili all’Alginato: un Passo Avanti

Molto recentemente si sta affacciando sul mercato italiano una nuova generazione di prodotti: si tratta di filler la cui componente, sempre di origine naturale, è a base di alginato.

09/apr/2010 16.35.38 deart Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La ricerca è sempre molto attiva nel settore della medicina estetica. E’ in forte aumento la richiesta da parte del pubblico di trattamenti leggeri, che sostituiscano o integrino la chirurgia estetica, e siano in grado di fornire dei risultati efficaci e durevoli.

Le aziende produttrici cercano quindi di mettere a disposizione del medico estetico dei prodotti che siano rispondenti alle aspettative del pubblico.

Tra i filler iniettabili attualmente più utilizzati ci sono le sostanze riassorbibili a base di acido ialuronico.

Il vantaggio dell’acido ialuronico è di essere una componente naturale dell’organismo che ha la funzione di idratare e di dare volume alla pelle.

Nel corpo umano l’acido ialuronico è eliminato naturalmente dall’organismo e sostituito ogni giorno.

Con il progressivo invecchiamento la quantità di acido ialuronico si riduce, determinando la comparsa di rughe e segni sul viso.

I filler permettono di trattare varie zone del volto tra cui gli zigomi, il mento, il contorno del viso e le rughe anche profonde.

Inoltre in abbinamento con i trattamenti a base di tossina botulinica è possibile ottenere dei risultati estetici ancora più evidenti, grazie all’azione sinergica delle due sostanze: il filler riempie, il botulino spiana.

Molto recentemente si sta affacciando sul mercato italiano una nuova generazione di prodotti: si tratta di filler la cui componente, sempre di origine naturale, è a base di alginato.

Cosa sono gli alginati? Gli alginati derivano dalle alghe e sono utilizzati universalmente in molti prodotti diversi.

Le alghe sono utilizzate come cibo in Giappone, Cina e Corea, mentre nell’industria alimentare il principio dell’alga è utilizzato come agente addensante per gelati, zuppe e come agente stabilizzatore per torte, sciroppi, ecc.

Nell’industria farmaceutica gli alginati sono presenti in importanti farmaci antiulcera e antiacido come il Gaviscon®, in quanto hanno la capacità di fornire una barriera protettiva nello stomaco che impedisce il reflusso gastro-esofageo.

In odontoiatria sono da lungo tempo utilizzati come materiale idrocolloide per le impronte dentali.

Con l’alginato si producono anche delle garze medicate che hanno una consistenza soffice e grazie agli ioni calcio e sodio con i quali sono arricchite, hanno una peculiare funzione assorbente dell’essudato dell’ulcera.

L’alginato ha delle caratteristiche intrinseche che gli consentono di essere inerte (quindi non tossico, non irritante, non cancerogeno, ecc.) e a lenta degradazione.

Trattandosi di un prodotto puro e non di origine animale o batterica non genera proteine e endotossine durante il processo di produzione.

L’alginato è ha fatto capolino anche nel mondo dei filler iniettabili. Per fare ciò è stata messa a punto una particolare tecnologia che prende il nome di Geleon.

Il Geleon è una sfera di alginato di dimensione uniforme, stabilizzata con catione bivalente, che ha la caratteristica di avere una superficie perfettamente rotonda, requisito fondamentale per garantire un’ottima tollerabilità del prodotto.

L’omogeneità della dimensione delle sfere di Geleon consente di avere un filler dermico completamente riassorbibile, con un elevato e modulabile potere di lifting, indicato per pieghe e ripristino di volume, capace di rimodellare aree del viso estese come gli zigomi, il mento, il contorno viso e le rughe profonde.

Il filler a base di alginato quando viene iniettato crea dei legami cross-linked e non è soggetto a degradazione enzimatica.

Ciò cosa significa in termini pratici per il paziente?

Significa che l’iniezione di questo filler richiede meno forza e quindi il paziente sentirà meno dolore e discomfort. La maggiore facilità di iniezione genererà complessivamente minor gonfiore, minor edema e minor eritema.

Ottimo per quelle aree tipicamente sensibili della parte centrale e inferiore del viso.

Riassumendo il nuovo filler dermico riassorbibile all’alginato ha le seguenti caratteristiche:
- elevato potere di lifting
- adatto anche nelle rughe nasolabiali severe
- ha un effetto duraturo nel tempo fino a 18 mesi
- è ultra delicato
- causa minor gonfiore
- causa minor edema
- causa minor eritema
- garantisce risultati istantanei
- ha una eccellente tollerabilità

www.chirurgiaricostruttiva.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl