I misteriosi (e pesanti) soldi di Berlusconi

I misteriosi (e pesanti) soldi di Berlusconi Sono dieci anni che ogni tanto come un fiume carsico salta fuori la storia dei misteriosi soldi con cui Berlusconi ha iniziato la sua brillante carriera e sono dieci anni che puntualmente, come vedo riemergere la questione, io vado a prendere il mio vecchio post, ormai infeltrito, arrugginito ma mai invecchiato, e lo ripropongo.

01/dic/2009 10.38.30 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CB018841

Sono dieci anni che ogni tanto come un fiume carsico salta fuori la storia dei misteriosi soldi con cui Berlusconi ha iniziato la sua brillante carriera e sono dieci anni che puntualmente, come vedo riemergere la questione, io vado a prendere il mio vecchio post, ormai infeltrito, arrugginito ma mai invecchiato, e lo ripropongo.

La reazione non manca mai, ricevo mail di compiacimento, qualche puntualizzazione, un paio di pernacchie (quelle, non per vantarmi, ma non mancano mai) e poi tutto torna come prima, come nelle vecchie cloache, dove qualunque cosa ci cada dentro, suscita una piccola onda che si richiude pigramente sui propri miasmi.

Ve la ripropongo:

La Banca Rasini stava in piazza dei mercanti a Milano, proprio a fianco di piazza Duomo, zona pedonale a memoria d’uovo. Il giudice ha chiesto inutilmente a Berlusconi di specificargli il versamento di centosettanta miliardi in contanti, ma il cavaliere non rispose e la cosa venne sepolta lì. Però, un paio di cose il Cavaliere potrebbe spiegarle a noi, e per esempio il mistero del divieto di sosta. Mi spiego meglio. Poniamo che 170.000.000.000 siano stati versati in biglietti da diecimila. Sono un milione e settecentomila biglietti e per contarli tutti, impiegando tutte le otto ore lavorative della Banca ci vorrebbe un mese e mezzo. Il malloppo peserebbe una mezza quintalata e per portarlo fino in piazza dei mercanti ci vorrebbe almeno un TIR ma è isola pedonale. Ammesso che si sia procurato un permesso speciale per l’accesso, come ha fatto poi con il parcheggio?

Sono domande semplici semplici, ma nessuno ha mai pensato di farle al Cavaliere Smascherato…

http://aldoelestorietese.dilucide.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl