Guida Michelin 2010: Tokyo capitale mondiale della gastronomia

Guida Michelin 2010: Tokyo capitale mondiale della gastronomia La Guida Michelin 2010 sancisce il definitivo sorpasso di Tokyo ai danni di Parigi come città regina dell'alta gastronomia.

18/nov/2009 11.12.10 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Guida Michelin 2010

La Guida Michelin 2010 sancisce il definitivo sorpasso di Tokyo ai danni di Parigi come città regina dell’alta gastronomia. Il sushi e sashimi, secondo la bibbia della cucina mondiale, sarebbero più deliziosi e squisiti dei consommé e Saint-Honoré francesi, anche se in realtà non tutti i ristoranti giapponesi premiati offrono piatti che si inseriscono nella tradizione nazionale, ma il 67%, mentre gli altri spaziano dalla francese all’italiana alla fusion. Secondo l’edizione giapponese della Guida Michelin 2010 (giunta alla sua terza edizione) sono ben undici i ristoranti di Tokyo meritevoli delle tre stelle Michelin contro i dieci della capitale francese.

E’ stato Jean-Luc Naret, direttore delle Guide Michelin, pubblicate in 24 paesi o città diversi,per l’occasione in trasferta a Tokyo, a dare la clamorosa notizia “Con 261 stelle, la città giapponese – ha detto – è di gran lunga la capitale della cucina mondiale, davanti a Parigi, nonché la città con il più alto numero di ristoranti a tre stelle. Qui la ricchezza culinaria è straordinaria”. Si deve però precisare che il confronto avviene con l’edizione francese della Guida del 2009 in quanto quella del 2010 non è ancora uscita. Questo non toglie che a Tokyo si mangi molto bene ed in certi casi anche in modo sublime. Inoltre la capitale del Sil Levante già deteneva il primato del maggior numero globale di stelle passate dalle 197 del 2009 alle 261 della Guida 2010.

Di seguito vi riporto l’elenco dei ristoranti con le tre stelle di Tokyo:

  • Esaki (nuovo ingresso)
  • Ishikawa
  • Joel Robuchon
  • Kanda
  • Koju
  • L’Osier
  • Quintessence
  • Sukiyabashi Jiro Honten
  • Sushi Mizutani
  • Sushi Saito (nuovo ingresso)
  • Yukimura (nuovo ingresso)

Qui invece vi propongo i tre stelle di Parigi, se mai vi dovesse capitare di fare un vacanza romantica nella Ville Lumière:
Alain Ducasse au Plaza Athéneé

  • L’Ambroise (che Bernard Pacaud)
  • Arpège (chef Alain Passard)
  • Astrance (chef Pascal Barbot)
  • Le Bristol
  • Guy SAvoy
  • Ledoyen
  • Le Meurice
  • Pierre Gaignare
  • Le Pré Catelan
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl