L’importanza del collagene per una dieta anti invecchiamento

Il collagene costituisce non solo il 70% del derma umano ma è presente anche nei capelli, nella cartilagine, nei dischi intervertebrali, nelle ossa, nei tendini e in altre strutture fondamentali del nostro organismo.

11/dic/2009 09.27.51 Blog Network Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Caffè al collagene

I produttori di una nota marca di caffè in bustina hanno lanciato a Singapore il primo caffè arricchito con collagene. In pratica una bevanda liofilizzata che contiene tra gli ingredienti, oltre al caffè e al latte scremato, anche una discreta percentuale della nota proteina. Il collagene costituisce non solo il 70% del derma umano ma è presente anche nei capelli, nella cartilagine, nei dischi intervertebrali, nelle ossa, nei tendini e in altre strutture fondamentali del nostro organismo. L’invecchiamento riduce progressivamente la naturale capacità dell’organismo di sintetizzare il collagene. E’ per questo che si deve ricorrere a degli aiuti esterni per supportare la sua funzione.

Questi non devono essere obbligatoriamente di natura chirurgico – estetica ma possono anche essere legati ad una adeguata alimentazione, finalizzata all’ottimale produzione di collagene. Al di là quindi di queste bevande addizionate, ancora in fase di sperimentazione, nel senso che, anche per quanto riguarda il caffè al collagene, non è ancora chiaro il reale apporto finale di collagene (molti studiosi sostengono infatti che gran parte del collagene potrebbe essere perso durante il processo digestivo e quindi assorbito dall’intestino) ci sono una serie di alimenti in grado di svolgere un’importante funzione antiaging.

Tra le sostanze che favoriscono l’apporto di collagene il primo posto spetta alla Vitamina C. Tutti gli alimenti, quindi, che contengono molta vitamina C non possono mancare in una dieta antiaging:

  • kiwi,
  • agrumi,
  • frutti di bosco,
  • peperoni,
  • i vegetali a foglia verde (consumati però crudi).

Tra le migliori fonti di questa vitamina devono essere annoverati anche la

  • rosa canina e
  • il camu-camu, un arbusto della foresta pluviale peruviana e brasiliana che contiene una concentrazione di Vitamina C cinquanta volte superiore rispetto ad una arancia. In pratica è l’alimento in assoluto che contiene più vitamina C.

Per essere utilizzata, però, la Vitamina C necessità di Rame, un oligoelementi che tra le altre cose, contribuisce a tenere unito il collagene all’elastina, la proteina costituente il tessuto connettivo che conferisce alla pelle la caratteristica risposta elastica quando questa viene sottoposta a tensioni meccaniche. Il rame si trova in buone percentuali in

  • molluschi,
  • carne,
  • pesce,
  • uova,
  • avocado,
  • papaia,
  • patate,
  • mele,
  • zenzero,
  • cocco,
  • noci,
  • nocciole
  • uva secca.

Un ultimo elemento che deve essere preso in considerazione per la salute del collagene e per la neocollagenesi è la Carnosina, una molecola con spiccate proprietà antiossidanti e antiglicanti. La carnosina si trova soprattutto nella carne ma per ottenere un evidente contributo al processo di neocollagenesi la sua integrazione deve essere di circa un grammo al giorno.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl